Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Il paesaggio del Monferrato: acquerelli in mostra alla Loggia

Dal prossimo 22 settembre in esposizione i lavori di Ermanno Luzzani e degli allievi dei suoi corsi. A compedio un ciclo di incontri storico culturali
 OVADA - Lo spazio pubblico così tipicamente ovadese per una mostra che vuole essere la celebrazione di uno dei tratti tipici più significativi delle nostre zone. La rappresentazione pittorica offre anche lo spunto per ripercorrere i periodi storici e il contesto socioculturale in cui essa si è sviluppata. Aprirà i battenti il prossimo 22 settembre, presso la Loggia di San Sebastiano a Ovada, la mostra “Cieli Monferrini”, organizzata dall’Accademia Urbense in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Ovada. L’orario di inaugurazione è previsto per la 16.00. La rassegna proseguirà fino al 30 settembre. In esposizione opere di Ermanno Luzzani, acquarellista e critico d’arte, nonché curatore lo scorso anno della mostra dedicata alla figura di Natale Proto. Accanto alle sue opere gli acquerelli e le tempere degli allievi dei corsi tenuti dallo stesso Luzzani a Ovada e a Bosco Marengo. A compendio della rassegna un filmato dello storico Paolo Bavazzano racconterà il paesaggio monferrino nel contesto caratteriale del suo cielo con dettagli e particolari delle opere in mostra. Come detto, nell’ambito dell’evento sono stati organizzati tre diversi momenti dedicati all’approfondimento.

Domenica 23 settembre, dalle 16.00, è in programma la conferenza dal titolo “Il cielo nell’arte dei secoli”; relatore lo stesso Ermanno Luzzani per un excursus sul tema. Venerdì 28 settembre, a partire dalle 16.00, storia e arte si incontreranno con l’incontro a “quattro mani” proposto da Luzzani e Paolo Bavazzano: “Buffa e il suo tempo fra arte, cultura e politica”. Protagonista principale Domenico Buffa, avvocato e politico italiano liberale, ministro dell’Agricoltura nel 1848, autore di raccolte di poesia e collaboratore di Giovan Pietro Vieusseux. Il giorno successivo infine sarà presentato, a partire dalle 16.30, il volume dal titolo “Medioevo in Oltregiogo. Scritti scelti” per ricordare la figura dello storico Romeo Pavoni, tra i massimi esperti della zona presa in esame nella pubblicazione. Nell’occasione interverranno lo storico Edilio Riccadini,la professoressa Gabriella Airaldi, già docente di Storia Medievale presso l’Università di Genova,  e la dottoressa Giustina Olgiati dell’Archivio di Stato del capoluogo ligure. La mostra sarà visitabile il mercoledì tra le 10.00 e le 12.00, sabato e domenica tra le 10.00 e le 12.00 e tra le 16.00 e le 19.00. L’intero programma riveste carattere di beneficienza a favore dell’associazione Vela onlus, attiva nell’assistenza del malati oncologici e dei loro parenti.

 

16/09/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Ponte Morandi: le drammatiche immagini dopo il crollo
Ponte Morandi: le drammatiche immagini dopo il crollo