Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Concerto per la Repubblica alla Benedicta

I fiati della “Filarmonica Sestrese“ apriranno il sesto appuntamento musicale, nel quadro del 150° anniversario dell’Unità d’Italia
Saranno i Fiati della “Filarmonica Sestrese“, diretti dai Maestri Matteo Bariani e Massimo Rapetti a risuonare sui monti dell’Appennino ligure-piemontese nella sesta edizione del “Concerto per la Repubblica”, che quest’anno rientra nel quadro delle celebrazioni ufficialmente riconosciute del
150° anniversario dell’Unità d’Italia.
L’atteso, apprezzato e amato appuntamento musicale, che si svolge in un contesto ambientale di grande valore paesaggistico, storico e simbolico, è fissato quest’anno con un leggero anticipo rispetto al consueto: domenica 29 maggio, con inizio alle 16.30, sempre nello stesso cortile della
Benedicta, dove il 10 aprile scorso si è svolta, con una straordinaria affluenza di cittadini, la celebrazione del 67° anniversario dell’eccidio.
Il concerto si aprirà con l’inno nazionale italiano e si concluderà con quello che, a ragione, molti chiamano oggi “l’inno della Benedicta”, perché fu composto proprio alla Benedicta da due giovani
partigiani, uno dei quali, Emilio Casalini “Cini”, autore del testo, si annovera tra i caduti.

Di seguito, il programma completo del concerto e le schede informative.

Michele Novaro, “Inno di Mameli (Fratelli d’Italia)”
Giuseppe Verdi, “Vespri siciliani”
Gioacchino Rossini, “Guglielmo Tell Ouverture”
Giuseppe Verdi, “Aida” (Inno, marcia, danze)
David Arnold, “Indipendence Day”
John Williams, “March from “1941””
Joe Zawuinul, “Birdland”
Van Morrison, “Moondance”
Billy Strayhorn, “Take the “A” train”
Glen Miller, “In the Mood”
Emilio Casalini “Cini” - Angelo Rossi “Lanfranco”, “Siamo i ribelli della montagna”

FILARMONICA SESTRESE “C. Corradi – Ghio S.”
La Filarmonica Sestrese, associazione di volontariato Onlus, svolge da 166 anni la propria attività in ambito musicale e culturale. Fondata nel 1845, è da sempre protagonista di spicco nel panorama culturale genovese, esegue numerosi concerti nei principali teatri della città, collabora
a diverse produzioni teatrali e partecipa a numerosi festival musicali e concorsi in Italia e all’estero.
La scuola di musica dell’associazione, che oggi conta più di 260 iscritti, prevede corsi di indirizzo musicale a partire dai tre anni di età. Tra i suoi obiettivi principali la formazione di musicisti
da inserire nell’organico della sua orchestra di fiati, composta attualmente da 70 elementi di età media inferiore ai 25 anni.
Il repertorio dell’Orchestra di Fiati della Filarmonica Sestrese, grazie anche alle caratteristiche dei suoi due Maestri, abbraccia vari generi musicali: musica sinfonica, operistica, jazz, musica leggera e colonne sonore. Ad oggi la Filarmonica Sestrese può vantare sette produzioni
discografiche e tre pubblicazioni editoriali.

MATTEO BARIANI
Nato a Genova il 28 settembre 1979 consegue il diploma di clarinetto al conservatorio “Giacomo Puccini” di La Spezia nel 2001. Ha studiato con i maestri Cesare Marchini e Luigi Gallo con i quali si è specializzato in clarinetto e saxofono, toccando i più importanti autori del repertorio classico e jazz. Dal 2005 al 2007 frequenta il corso di direzione d’orchestra in qualità di allievo effettivo presso l’“Accademia musicale Chigiana” di Siena sotto la guida del Maestro Gianluigi Gelmetti, nello stesso periodo frequenta inoltre la scuola internazionale “Hans Swarowsky” di Milano
sotto la guida del Maestro Maurizio Dones.
Collabora come clarinettista e sassofonista in varie orchestre liguri diventando in alcune di esse consulente artistico, e come direttore in varie formazioni cameristiche, sinfoniche e
ritmo sinfoniche.

MASSIMO RAPETTI
Nato a Genova il 19 luglio 1960, consegue il diploma in Tromba presso il Conservatorio "N. Paganini” di Genova nel 1978. Dal settembre 1997 dirige l’Orchestra di Fiati della Filarmonica
Sestrese al fianco del maestro Cesare Marchini, occupandosi in particolare del
repertorio di colonne sonore, musica leggera e rock. Cura personalmente alcuni arrangiamenti inediti di brani di autori come Alan Parsons, Pink Floyd, Queen e altri, portando l’orchestra di fiati verso un nuovo repertorio ancora poco esplorato.
Dal 1984 ottiene la titolarità della cattedra didattica come insegnante di educazione musicale e nel 1991 diventa responsabile delle attività teatrali settore musica della scuola media statale ad indirizzo musicale “V. Centurione” di Genova.
Negli anni sono numerose le collaborazioni con diverse orchestre sinfoniche, big band, programmi televisivi e importanti cantanti italiani (nel 1986 partecipa al tour italiano e svizzero di Enrico Ruggeri).

Organizzano l’evento l’Associazione Memoria della Benedicta insieme alle Province di Alessandria e di Genova, la Città di Alessandria, il Comune di Bosio, con il patrocinio del Consiglio Regionale del Piemonte, della Regione Liguria, del Comune di Genova dell’Aned Piemonte, Anpi di Alessandria e Anpi di Genova.
(fonte: Provincia di Alessandria)

24/05/2011

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa