Provincia

Castelli Aperti: gli appuntamenti del fine settimana

Proseguono le proposte di Castelli Aperti, la rassegna giunta alla sua XXI edizione. Domenica 28 sarÓ possibile visitare Palazzo Tornielli a Molare, al Castello di Casale Monferrato prosegue l'importante mostra a cura di Giorgio Bedoni dedicata agli Artisti Outsider raccolti dagli anni '70 ad oggi
PROVINCIA - Proseguono le proposte di Castelli Aperti, la rassegna che, giunta alla sua XXI edizione, è ormai diventata un punto di riferimento per chi vuole conoscere lo splendido patrimonio castellato piemontese.

Il grande valore di Castelli Aperti è quello di contenere al suo interno numerose dimore storiche private spesso di difficile accesso al pubblico. E' il caso del Palazzo dei Conti Tornielli a Molare, che proprio domenica 28 sarà aperto nel pomeriggio dalle 15.30 alle 18.30. La visita, guidata personalmente dalla proprietaria, permette di scoprire le sale e i saloni del piano terreno e del piano nobile. Bellissima la ‘Stanza del Vescovo': una camera con soffitto a volta con rosoncini dorati su fondo blu cobalto e ricco mobilio. La sala principale di rappresentanza è decorata con stucchi dorati in stile settecentesco con otto nicchie all'interno che accolgono vasi con trionfi floreali e statue di Ganimede e della Giustizia. Al piano superiore la sala del biliardo con i soffitti affrescati. Si visitano, inoltre, le antiche cantine.

Al Castello di Casale Monferrato prosegue l'importante mostra a cura di Giorgio Bedoni dedicata agli Artisti Outsider raccolti dagli anni '70 ad oggi, in Italia, Francia, Germania, Austria, Inghilterra, Serbia e Montenegro nella importante Collezione Fabio e Leo Cei, collezione che conta più di 130 opere d'arte fra sculture e pitture e che è aperta al pubblico, con ingresso gratuito, fino al 1° novembre 2016, al secondo piano del Castello del Monferrato, cuore della città e del territorio.

Un viaggio nella dimensione espressiva ed estetica di eccezione, che mostra senza filtri quei fattori psichici naturali che sono alla base della creazione artistica e ne rivelano l'essenza originaria. Un tipo di espressione artistica che ha avuto la sua prima classificazione e riconoscimento grazie all'impegno di Jean Dubuffet, famoso artista francese della prima metà del Novecento, il quale ha trovato e codificato la prima definizione di questa forma d'arte affrancata dalla "asphyxiante culture": Art Brut. Non solo esposizione ma anche momento di riflessione profonda sui confini dell'arte, sull'essenza della creatività e sulla ambigua e complessa relazione tra l'essere umano e la sua opera. Un evento interdisciplinare che unisce pittura, oggetti, musica e poesia e indaga il rapporto tra libertà, sofferenza psichica ed espressione artistica.


Le altre aperture di Castelli Aperti domenica 28 agosto:
Castello di Casale Monferrato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00; ingresso gratuito
Castello di Pozzolo Formigaro dalle 15.00 alle 18.30; ingresso gratuito
Castello di Uviglie a Rosignano Monferrato orario unico 10.30; su prenotazione
Castello di Trisobbio visita libera e gratuita con prenotazione obbligatoria
Forte di Gavi l'accesso è consentito con visita guidata gratuita con partenze nei seguenti orari: 9.30, 10.30, 11.30, 12.30, 13.30, 14.30, 15.30. 16.30, 17.30
Museo Civico Archeologico nel castello dei Paleologi ad Acqui Terme: visite guidate con inizio alle ore 16.30, 17.30 e 18.30; ingresso 4 euro
Gipsoteca Giulio Monteverde a Bistagno: dalle 10.30 alle 12.30 (con ultima entrata alle 11.30) dalle 15.00 alle 18.00 (con ultima entrata alle 17.00); ingresso 5 euro
Museo La Torre e il Fiume di Masio dalle 14.30 alle 18.30; ingresso gratuito
Villa Ottolenghi ad Acqui Terme ore 14.30; ingresso 10 euro con degustazione
27/08/2016
Redazione - redazione@alessandrianews.it