Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Truffe agli anziani in aumento: si cercano due uomini e una donna

La Questura segnala un aumento di truffe ai danni di anziani negli ultimi mesi: si cercano in particolare due uomini e una donna: “si spacciano per falsi impiegati di Amag, vigili urbani e agenzia del catasto e, hanno divise e anche tesserini identificativi falsi”
ALESSANDRIA – Si sono “specializzati” al punto di dotarsi di tesserini identificativi e divise falsi e non si fanno scrupoli a truffare soprattutto anziani. L'allarme arriva dalla Questura di Alessandria: “il fenomeno delle truffe agli anziani è in aumento. Negli ultimi mesi si sono registrati diversi casi, ai danni di anziani e persino di disabili”. Colpiscono prevalentemente di mattina, scelgono le “vittime” con cura, seguendole a volte negli spostamenti. “Ormai siamo davanti a veri e propri specialisti che, nel mettere in atto le truffe, usano abilità e fantasia”, spiegano il capo di Gabinetto della Questura Tiziana Mezzacapo con il dirigente Giuseppe Lavuro (nella foto).
In azione, ultimamente, ci sarebbero due uomini e una donna. Si presentano alla porta, in divisa, esibendo anche tesserini di riconoscimento falsi. Gli ultimi episodi hanno avuto come vittime donne anziane, la prima di 78 anni, la seconda di 91. Alla prima i due uomini si sono identificati come operatori di Amag e vigile urbano, nel secondo caso la donna ha fatto credere alla vittima di essere una dipendente dell'ufficio del catasto. Entrano in casa, dicono di dover controllare il contatore o banconote e “una volta entrati, la truffa è fatta perchè sono capaci di 'raggirare' chi si trovano difronte”.
Tra le truffe più frequenti anche il finto incidente: il truffatore si avvicina in un parcheggio e fa credere di aver subito un danno alla propria autovettura, convincendo la vittima a farsi consegnare denaro come risarcimento. “Soprattutto gli anziani – spiegano dalla questura – sono portati a crederci, magari per paura di vedersi ritirata la patente”.
Altro metodo diffuso è distrarre la vittima all'uscita del supermercato, mentre questa è impegnata a sistemare le borse in auto. Spesso rivolgono una domanda mascherata da gesto di gentilezza: “scusi, le sono caute le chiavi”. La vittima guarda a terra, distraendosi, e il truffatore sottrae la borsa, dandosi poi alla fuga.
“La nostra raccomandazione è sempre quella di non aprire la porta e di verificare, prima, con l'ufficio interessato se sono in corso controlli. Oppure chiamare senza esitazioni le forze dell'ordine, componendo il 113 o il 112. Quando si tratta di recarsi in banca, consigliamo di farsi accompagnare da persone di fiducia”. Tutti i consigli sono ben spiegati ed illustrati in un opuscolo distribuito sia presso i principali uffici, sia presso le forze dell'ordine. “A breve riproporremo gli incontri nelle parrocchie o nei circoli, spiegando come comportarsi e quali atteggiamenti è sempre bene evitare di fronte e persone sconosciute”.
27/09/2014

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani