Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Sulla morte dell'uomo del ponte non ci sono misteri

I carabinieri chiariscono che la dinamica dei fatti è al vaglio della Procura. Ma sulle persone coinvolte non ci sono dubbi. E i quattro mezzi incidentati sono stati tutti sequestrati. Una precisazione che si è resa necessaria dopo le ricostruzioni fantasiose che davano Manuela Repetti e Sandro Bondi come responsabili dell'accaduto.
NOVI LIGURE – Sull’incidente stradale in cui ha perso la vita Bruno Arlandi – conosciuto da tutti a Novi Ligure come “l’uomo del ponte” – non ci sono misteri. In una nota di servizio, il comando provinciale dei carabinieri ha ricostruito quei drammatici attimi dello scorso 13 luglio, quando, intorno alle 17.30, il noto fruttivendolo novese è stato “urtato nella parte posteriore del motociclo che conduceva e, sbalzato dalla sella, precipitava a terra”.

Il sinistro è avvenuto nel territorio del comune di Bosco Marengo, lungo la statale Novi-Alessandria, all’altezza del semaforo in prossimità dello stabilimento Fn. Come chiariscono ancora i militari, Arlandi era diretto a Novi ed è caduto nella propria corsia di marcia e l’evento dunque non ha coinvolto veicoli provenienti dalla direzione opposta.
Oltre al malcapitato Arlandi, l’incidente ha coinvolto il conducente del suv Nissan Terrano che proveniva da tergo (condotto dal 54enne G.M.) e due veicoli che procedevano il motociclista e che in quel frangente stavano lentamente riprendendo la marcia (il semaforo aveva emesso pochi istanti prima la luce verde).

L’incidente, spiegano dall’Arma, si è verificato “per cause in corso di definizione da parte della Procura della Repubblica di Alessandria sulla sola dinamica”. E ancora: “Tutti e quattro i veicoli coinvolti sono stati sequestrati e sono a disposizione dell’autorità giudiziaria che, per la sola dinamica, sta svolgendo alcuni ulteriori accertamenti”.
Come a dire (e a sottolineare) che se qualche dubbio c’è ancora, è solo sulle cause dello scontro, e non sulle persone coinvolte, che sono state tutte identificate.

Una precisazione che si è resa necessaria perché, nel mese di agosto, a Novi Ligure si è diffusa come un virus silenzioso ma subdolo la voce secondo cui a causare l’incidente mortale di cui rimase vittima il 52enne novese sarebbe stata la senatrice Manuela Repetti. Una ricostruzione (fantasiosa) dei fatti che coinvolgeva anche l’ex ministro Sandro Bondi e che la diretta interessata è stata costretta a smentire.

“Mi trovo nella condizione paradossale quanto incredibile di dover smentire una calunnia che purtroppo ha fatto molta strada nel chiacchiericcio pubblico e non solo. Si tratta dell’insinuazione, totalmente falsa, secondo la quale la sottoscritta e il mio compagno Sandro Bondi saremmo responsabili di un incidente automobilistico avvenuto nello scorso mese di luglio in seguito al quale è deceduto Bruno Arlandi”, scrive Repetti.

“Ho saputo della scomparsa di Bruno Arlandi solo qualche giorno dopo l’incidente e mi ha addolorata moltissimo come del resto tutti gli abitanti di Novi che lo conoscevano e lo apprezzavano – dice ancora la senatrice novese – Trovo disgustosa e gravissima l’invenzione di questa storia alla quale purtroppo molti hanno preso gusto nel diffonderla. Un’invenzione e un chiacchiericcio disgustosi che hanno mancato di rispetto anche al povero Bruno”.
“Questa volta però non si tratta di una delle tante cattiverie, dazio della notorietà, ma di un fatto grave e perseguibile che non esiteremo a denunciare alla procura nel caso qualcuno continuasse ad alimentare tali calunniose falsità”, conclude Manuela Repetti.
29/08/2014

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani