Sei in: AlessandriaNews / Cronaca / Polizia Locale: due denunce - 5/03/2012
Casale Monferrato

Polizia Locale: due denunce

Identificati un writer e un uomo senza permesso di soggiorno che vendeva capi d'abbigliamento contraffatti
Versione stampabile Stampa  |   Invia articolo a un amico Invia   |   Scrivi alla redazione Scrivi
Due interventi della Polizia Locale di Casale Monferrato hanno portato la scorsa settimana alla segnalazione di un writer vercellese per deturpamento e imbrattamento aggravato e di un senegalese per commercio di capi d'abbigliamento contraffatti e clandestinità.
A seguito di un’intensa attività di indagine svolta dagli uomini del comandante Maurizio Prina in collaborazione con la Squadra Mobile della Questura di Vercelli si è pervenuti all'identificazione un writer vercellese di 38 anni che, nel corso dell'estate 2011, deturpò con scritte il sottopassaggio della stazione ferroviaria di Casale Monferrato e un’abitazione privata sulla provinciale 31 per Vercelli, in frazione Casale Popolo.
All'epoca dei fatti furono trasmesse denunce contro ignoti alla Procura della Repubblica: grazie agli scambi informativi sul mondo dei cosiddetti writers tra la Polizia Locale di Casale Monferrato e la Squadra Mobile della Questura di Vercelli, la settimana scorsa è stata effettuata una comparazione degli imbrattamenti perpetrati in città con analoghi episodi accaduti a Vercelli.
All'esito della comparazione con il materiale in possesso della Squadra Mobile di Vercelli non è emerso alcun dubbio circa l'assoluta identicità del carattere grafico degli imbrattamenti (costituiti da firme, in gergo "tag") lasciate dal writer vercellese, già precedentemente identificato, indicanti gli acronimi "Fetente" e "Thiago".
Il responsabile è stato pertanto segnalato all’Autorità Giudiziaria per il reato di deturpamento e imbrattamento aggravato (art. 639 codice penale).
Venerdì 2 marzo, invece, durante il mercato di piazza Castello, agenti della Polizia Locale hanno individuato un cittadino senegalese, di 50 anni, intento a esibire per la vendita capi d'abbigliamento contraffatti.
L'uomo, che alla vista degli agenti ha tentato la fuga, è stato immediatamente bloccato. Il successivo controllo ha portato al sequestro di numerosi capi d'abbigliamento contraffatti, giacche a vento, giubbotti, borse, portafogli, cinture e polo riconducibili a noti marchi d'abbigliamento come Louis Vuitton, Fendi, Gucci, Fred Perry, Moncler, Belstaff, Napapijri e Peuterey.
Dai controlli effettuati, l’uomo risultava inoltre clandestino sul territorio nazionale, pertanto è stato segnalato all'Autorità Giudiziaria per i reati in materia di contraffazione del marchio e ricettazione e per il reato di permanenza irregolare sul territorio nazionale.
“È doveroso ricordare – hanno spiegato il comandante Maurizio Prina e il vice commissario Vittorio Pugno - che in materia di contraffazione anche l'acquisto è punito dalla legge con una sanzione pecuniaria da 500 fino a 10 mila euro, qualora l'acquirente non accerti preventivamente la legittima provenienza della merce quando la condizione di chi la offre e l'entità del prezzo richiesto inducano a ritenere che siano state violate le norme in materia di origine e provenienza dei prodotti e in materia di proprietà intellettuale”.
5/03/2012


 

Facebook

Alluvione, volontari dell'Ana in soccorso dei paesi più colpiti

Cronaca | Ieri, oltre alle squadre di Protezione Civile e altre forze che stanno operando nel territorio colpito dall'alluvione dello scorso 13 ottobre, si sono aggiunti i volontari del'Associazione nazionale Alpini (Ana) provenienti da Omegna, Ivrea e Pinerolo. 54 gli sfollati, 16 mila le persone senza acqua potabile in tutta la Provincia

Il sistema di videosorvegilanza sarà potenziato

Tortona | Previste due nuove telecamere agli accessi del sottopassaggio della stazione e una nuova centrale di raccolta più potente presso il comando della Polizia Municipale

Continue le violazioni al Codice della Strada

Rosignano Monferrato | Gli interventi delle stazioni di Rosignano e Gabiano

Doveva scontare la pena, finisce in carcere

Casale Monferrato | Denunciato anche un anziano residente a Gambolò per furto di materiale elettrico

Rimane incastrato mentre lavora: liberato dai pompieri

Alessandria | Un operaio è rimasto incastrato con la mano fra la consolle di comando della piattaforma su cui stava lavorando e una canalina per il passaggio dei cavi sul ponte dell'autostrada a Cabanette. Accertamenti in corso da parte dello Spresal

Multimedia

  • Europa Nostra: Stupiti da dimensione e valore della Cittadella

    Europa Nostra: Stupiti da dimensione e valore della Cittadella

  • Ricagni (Cia): l'agroalimentare può offrire occupazione per i giovani

    Ricagni (Cia): l'agroalimentare può offrire occupazione per i giovani

  • Ameglio (Cia): vendemmia buona nonostante il maltempo

    Ameglio (Cia): vendemmia buona nonostante il maltempo

  • Via Brodolini: occupate le case del Demanio Militare

    Via Brodolini: occupate le case del Demanio Militare

  • Rimane incastrato mentre lavora: liberato dai pompieri

    Rimane incastrato mentre lavora: liberato dai pompieri

  • Jobs Act, la posizione di Uil

    Jobs Act, la posizione di Uil

  • La sagra del Giusto

    La sagra del Giusto

  • Qua la zampa, cerchi un amico?

    Qua la zampa, cerchi un amico?

  • Vigili del Fuoco e Carabinieri al lavoro h24

    Vigili del Fuoco e Carabinieri al lavoro h24

  • Cassano, tante famiglie hanno bisogno di aiuto

    Cassano, tante famiglie hanno bisogno di aiuto

Seguici su...
Facebook Twitter Flickr YouTube