Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Pizzeria, quindici giorni di stop forzato per ordine del questore

[AGGIORNAMENTO] Quindici giorni di sospensione dell'attività per una pizzeria di corso Marenco a Novi Ligure. Il provvedimento è stato deciso dal questore di Alessandria e questa mattina carabinieri e polizia l'hanno notificato ai titolari
AGGIORNAMENTO – Il provvedimento – spiegano dalla questura – è stato adottato a seguito di un intervento notturno da parte dei carabinieri chiamati dai vicini per la musica ad alto volume proveniente dal locale. In quell’occasione i militari hanno proceduto a denunciare tutti i dipendenti presenti per i reati di rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità personale e resistenza a pubblico ufficiale, perché avrebbero ostacolato l’attività di identificazione degli avventori presenti nel locale. Di pochi giorni successiva la denuncia a carico di tre dipendenti per la presunta aggressione a un passante. E alcuni novesi – spiegano sempre dalla questura – avrebbero manifestato la paura di transitare davanti alla pizzeria per la pericolosità di alcuni soggetti. Il questore Michele Morelli ha ritenuto, pertanto, che il locale costituisse un pericolo per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini, disponendone la chiusura per 15 giorni.

NOVI LIGURE – Quindici giorni di sospensione dell'attività per la pizzeria Bandiera di corso Marenco a Novi Ligure. Il provvedimento è stato deciso dal questore di Alessandria e questa mattina carabinieri e polizia l'hanno notificato ai titolari. Il provvedimento fa riferimento all'articolo 100 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, che stabilisce che il questore può sospendere la licenza di un esercizio nel quale siano avvenuti disordini, o che sia abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose o che costituisca un pericolo per l'ordine pubblico.

Recentemente la pizzeria di corso Marenco era salita alla ribalta delle cronache per una presunta aggressione da parte di tre dipendenti nei confronti di un passante con cui c'era stata una discussione. I tre dipendenti, tra cui Domenico Dattola, padre della titolare, erano stati denunciati dai carabinieri. A novembre dello scorso anno il questore aveva già disposto la sospensione dell'attività per dieci giorni.
7/08/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Ponte Morandi: le drammatiche immagini dopo il crollo
Ponte Morandi: le drammatiche immagini dopo il crollo
Incendio alle Capanne di Marcarolo: le operazioni dei Vigili del Fuoco
Incendio alle Capanne di Marcarolo: le operazioni dei Vigili del Fuoco
Tim Cup: Alessandria-Giana Erminio 0-1 Le foto di Gianluca Ivaldi
Tim Cup: Alessandria-Giana Erminio 0-1 Le foto di Gianluca Ivaldi
Centauri 2018: primo gruppo
Centauri 2018: primo gruppo
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani