Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Molestava la figlia dei vicini: arrestato

L'indagine è scattata qualche mese fa dalla segnalazione di una tredicenne parzialmente invalida. I Carabinieri hanno ritrovato le foto sul cellulare di un quarantacinquenne ovadese
AGGIORNAMENTO Venerdì 1 aprile l'interrogatorio di garanzia 
In carcere a Alessandria l'uomo raggiunto ieri dall'accusa che ha scosso la città. Il legale: "Può chiarire tutto, anche l'equivoco delle foto" [...continua a leggere]

OVADA - L’accusa odiosa è quella di violenza sessuale aggravata. E così è stato arrestato un 45enne ovadese che ha abusato della figlia dei vicini di casa tredicenne e parzialmente invalida. E’ stata proprio la ragazza a rivelare di essere stata oggetto di attenzioni particolari da parte dell’uomo. Le indagini sono scattate lo scorso dicembre. Effettivamente la giovane, sentita anche con l’ausilio di personale specializzato, ha raccontato di più approcci sessuali da parte di questo vicino di casa che in più occasioni l’aveva accompagnata a casa sua e in luoghi isolati dell’ovadese e qui, approfittando anche delle sue condizioni psichiche, ne aveva più volte abusato. Peraltro la vittima non aveva mai detto nulla né ai genitori né a chicchessia per timore di ritorsioni da parte dell’uomo che l’aveva minacciata in tal senso.

I militari di Ovada hanno quindi proceduto a ricercare dei riscontri alle dichiarazioni della giovane ed effettivamente hanno ricostruito, mediante plurime testimonianze, che le dichiarazioni fatte erano genuine e veritiere. Peraltro la giovane non solo aveva riconosciuto i luoghi degli abusi mostrategli in foto, ma aveva rivelato di avere anche ricevuto dei doni dall’uomo, tra cui un completino intimo. L’uomo, a detta della ragazza, avrebbe avuto delle sue foto con quel completino.  I militari hanno quindi proceduto ad una perquisizione personale e domiciliare nella casa del 45enne, rinvenendo, nel cellulare, le foto di cui parlava la ragazza.

Raccolti così tutti gli elementi, compresi gli esiti degli accertamenti sanitari che assodavano l’esistenza di rapporti sessuali, i militari di Ovada hanno immediatamente richiesto un provvedimento restrittivo nei confronti dell’uomo, peraltro già noto alle FF.PP. La Procura ed il Tribunale di Alessandria, concordando con l’operato dei Carabinieri, hanno emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. I Carabinieri di Ovada hanno quindi preso l’uomo e, dopo le formalità di rito, lo hanno associato presso la Casa Circondariale di Alessandria.

31/03/2016

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa