Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cronaca

Minorenni arrestate in flagranza per tentato furto

Sorprese dagli agenti della Squadra Mobile della Polizia mentre tentavano di forzare la porta in un appartamento in corso Cavallotti
ALESSANDRIA - Due minorenni sono state arrestate per tentato furto in abitazione dai poliziotti della Squadra Mobile della Questura. Si tratta di una sedicenne nata e residente a Moncalieri e di una quindicenne nata a Lodi e residente a Moncalieri. Verso le 10 di ieri, venerdì 26 aprile, gli agenti della Squadra Mobile, impegnati in un servizio di pattuglia, hanno notato le due ragazzine ferme davanti al citofono di un palazzo di corso Felice Cavallotti destando sospetti circa la loro presenza. Infatti i poliziotti si sono accorti che, dopo aver suonato un campanello senza ricevere risposta, le due ragazzine ne avevano suonato un altro, riuscendo così a farsi aprire il portone e a introdursi nello stabile. Insospettiti da questo comportamento gli agenti hanno parcheggiato l’auto e le hanno seguite. Una volta entrati hanno notato che l’ascensore dall’ultimo piano era stato rimandato al piano terra. Tale espediente, normalmente utilizzato per commettere furti iniziando dagli appartamenti ai piani superiori per poi provare via via in quelli dei piani inferiori, ha confermato i sospetti dei poliziotti che sono saliti immediatamente per le scale per individuare e fermare le ragazze. Nel salire gli agenti hanno udito chiaramente rumori riconducibili allo sfregamento tra due oggetti e, una volta giunti al 5° piano, hanno visto le ragazzine accanto alla porta d’ingresso di uno degli appartamenti.

Colte sul fatto le due hanno tentato di nascondere due grossi cacciaviti nella borsa che una di loro aveva al collo e hanno provato a fuggire via, ma sono state immediatamente fermate e perquisite dai poliziotti che, oltre ai cacciaviti lunghi 32 centimetri, hanno trovato anche alcune schede in plastica che normalmente vengono utilizzate per aprire porte blindate che non vengono chiuse con le mandate. La porta dell’appartamento in questione, non essendo blindata (e quindi non potendo essere aperta con la scheda di plastica), presentava due evidenti segni di forzatura nel legno effettuati con i cacciaviti.

In considerazione della gravità del reato commesso e dei numerosi precedenti specifici, nonostante la giovanissima età, le due ragazzine sono state arrestate in flagranza di reato e condotte presso il Centro di Prima Accoglienza Radaelli di Torino.
27/04/2013

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa