Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Mattia, l'autopsia chiarirà i dubbi?

L'auto del giovane Repetti si è schiantata contro un muretto di recinzione in un punto dove la Novi-Pasturana corre quasi rettilinea. Non si esclude l'ipotesi di un malore che abbia colpito il ragazzo basaluzzese pochi attimi prima del tragico impatto. Mercoledì 28 agosto, alle 20,30, nella chiesa di San Nicolò a Novi Ligure, il rosario
NOVI LIGURE – E' ancora tutta da stabilire la dinamica dell'incidente che nella serata di lunedì 26 agosto è costato la vita a Mattia Repetti. Il giovane, 20 anni, di Basaluzzo, è morto dopo che la sua Fiat Panda si è schianata contro il muretto di una villa, sulla strada Novi-Pasturana, circa trecento metri dopo l'incrocio di viale Romita (quartiere G3). In quel punto, la strada si presenta quasi come un rettilineo, con una curva "morbida" che potrebbe aver tratto in inganno Mattia. Sul posto, sono ancora visibili pezzi dell'autovettura che si è sfasciata nell'urto, oltre ai fiori che gli amici del ragazzo stanno continuando a portare.

Per tutto il giorno, ieri, martedì 27, una processione di giovani ha reso omaggio all'amico tragicamente scomparso. Un secondo, il tempo di un bacio, di uno sguardo, di un segno della croce. La pagina Facebook di Mattia Repetti si è subito riempita di messaggi di cordoglio indirizzati a Mattew, come lo chiamavano gli amici più cari. Ora l'attesa è per la data dei funerali: potranno essere fissati solo dopo il nulla osta del magistrato e l'eventuale autopsia.

Appena un paio di settimane fa Mattia Repetti aveva festeggiato il ventesimo compleanno. Lunedì sera era alla guida della propria Fiat Panda quando ha perso il controllo dell'auto ed è uscito di strada. In quel momento, il fondo stradale era viscido a causa della pioggia che era caduta poco prima. Forse questa è stata la causa dell'incidente, ma non è escluso che si sia trattato di un malore. I carabinieri della compagnia di Novi Ligure stanno indagando sulla dinamica del sinistro. Secondo una prima ricostruzione, dopo la sbandata, il corpo del ventenne basaluzzese sarebbe stato proiettato fuori dall'abitacolo dell'auto. Quando l'ambulanza del 118 è giunta sul posto, Mattia era ancora vivo, ma è giunto al pronto soccorso dell'ospedale San Giacomo in condizioni disperate. Alle 23.00, nonostante tutti i tentativi dei medici, il suo cuore ha cessato di battere.

Mattia Repetti era figlio unico e viveva con la madre Emanuela a Basaluzzo, in via Santa Maria. Appassionato di calcio, trascorreva spesso il proprio tempo in compagnia degli amici al centro sportivo del paese. In passato, aveva anche militato nei Giovanissimi dell'Ovada. Descritto come serio e responsabile da chi lo conosceva, Mattia studiava all'Itis Ciampini.
 
Per chi desiderasse porgere un ultimo saluto a Mattia, il rosario si svolgerà mercoledì 28 agosto alle 20.30, nella chiesa di San Nicolò a Novi Ligure. Giovedì 29 agosto, alle 14,30, nella stessa parrocchia, i funerali.
28/08/2013

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa