Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Provincia

Maltempo: livelli dei fiumi in calo

Riaperto il ponte sul fiume Bormida, mentre restano ancora chiuse la provinciale 165 a Capanne di Marcarolo per smottamento e le 60, 76 e 80 per allagamenti. Nelle prossime ore i livelli dei fiumi e dei torrenti della provincia dovrebbero tornare alla normalità [AGGIORNAMENTI]
PROVINCIA  - 21:00 Livelli dei fiumi in calo
I livelli dell'Orba da Tiglieto a Casal Cermelli e dello Scrivia a Guazzora sono ormai in calo sotto la soglia di attenzione. I livelli idrometrici della Bormida a Cassine e ad Alessandria sono in diminuzione ma i valori permangono ancora al di sopra della soglia di attenzione. La piena sta transitando a Montecastello e si registrano ancora livelli superiori alla soglia di pericolo.

Nelle prossime ore, la portata dei corsi d'acqua dovrebbe diminuire. Ad Isola Sant'Antonio il colmo di piena del fiume Tanaro, con valori al di sotto della soglia di attenzione, dovrebbe transitare durante la notte.

La Protezione Civile rimane in allerta ed è aperta, a disposizione della cittadinanza per informazioni ed emergenze ai numeri 0131 56216 e 0131 56040.

Continuerà, anche per tutta la notte, nell’intero territorio del comune di Alessandria, il monitoraggio sia sul Bormida che sul Tanaro, sui cui argini non si rileva, comunque, alcun problema.



17:00 Sulla provincia 300 mm di precipitazioni in poche ore 
I dati delle centraline di rilevamento di Arpa Piemonte evidenziano la grande quantità d'acqua caduta in queste ore nei bacini idrografici alessandrini.
A Sassello (SV) Piampaludo, negli ultimi tre giorni sono stati registrati oltre 400mm di pioggia, di cui circa 300 nelle ultime ore. I dati sono analoghi per Bosio e Fraconalto, a Rossiglione.

Riaperto il ponte sul fiume Bormida che consente l'accesso ad Alessandria per chi arriva da Novi Ligure e Tortona.

Provinciale 165 a Capanne di Marcarolo chiusa per smottamento. L'intervento di ripristino domani mattina e successiva riapertura.

Tre provinciali ancora chiuse per allagamenti:
Sp 80 tra Montecastello e Pietramarazzi
Sp 60 in località Villabella di Valenza
Sp 76 tra Solero e Quargnento
Probabile riapertura in serata o tarda serata.

 

 
14:30 Aggiornamento sul maltempo dalla Regione Piemonte
Uno sguardo più ampio sulla situazione di maltempo che sta vivendo non solo la provincia alessandrina, ma tutto il Piemonte. Dal 24 dicembre le precipitazioni sono state sono state diffuse, continue ed abbondanti sulle province orientali del Piemonte e sulle zone meridionali al confine con la Liguria, superando abbondantemente i valori inizialmente previsti e determinando superamenti della soglia di attenzione nel Novarese sui torrenti Agogna e Terdoppio e nei bacini a sud del Po sulla Bormida di Spigno, sulla Bormida di Millesimo, sull'Orba e sullo Scrivia. Le precipitazioni a carattere nevoso si sono verificate al di sopra dei 1300 metri a Nord e 1800 metri a Sud. In tali zone a partire dalla serata di ieri si sono registrate numerose e diffuse situazioni di criticità, generalmente localizzate e legate alla rete idrografica secondaria: allagamenti sono segnalati in provincia di Alessandria, a Capriata d'Orba, Gavi e nei Comuni rivieraschi dei torrenti Lemme e Piota.
"La situazione è al momento sotto controllo - afferma l'assessore regionale alla Protezione civile, Roberto Ravello - Sono stati registrati alcuni superamenti dei livelli di guardia del reticolo minore, ma grazie all'intervento dei nostri volontari il tutto si sta svolgendo senza rischi per le persone. Inoltre, è bene rimarcare che gli interventi realizzati sugli argini dei fiumi in questi anni garantiscono una sicurezza maggiore per gli abitati: ad esempio, gli importanti lavori effettuati da AIPo lungo il Bormida ad Alessandria hanno evitato il ripetersi di scene a cui troppe volte abbiamo assistito. Secondo le previsioni, la situazione dovrebbe migliorare nelle prossime ore, ma invito comunque i cittadini a mantenere comportamenti improntati al buon senso per evitare di esporsi ad inutili rischi".
Il nodo idraulico di Alessandria è interessato dalle prime ore di stamattina dal transito della piena della Bormida e dei sui affluenti appenninici, sotto costante osservazione da parte delle autorità e del Coordinamento provinciale del volontariato: in conseguenza del superamento dei livelli di pericolo alla confluenza dell'Orba è stato chiuso al transito il ponte della statale 10, sono state evacuate 15 persone residenti in abitazioni site in area golenale e viene monitorato il tratto sino alla confluenza con il Tanaro nei Comuni di Pietra Marazzi e Montecastello. Anche se le condizioni meteorologiche tendono al miglioramento, il bollettino del Centro funzionale richiama ancora condizioni di criticità per rischio idraulico residuo, nelle zone del Piemonte meridionale. Le precipitazioni sono ancora consistenti su Verbano, Biellese e alto Vercellese e al confine ligure dalle Alpi Liguri all'Appennino (Cuneese, Astigiano e Alessandrino), moderate altrove, più deboli sulle Alpi occidentali. L'intensità è prevista in graduale diminuzione nel corso del pomeriggio, con un progressivo esaurimento a partire dal settore nord-occidentale grazie all'innesco di venti di fohn nelle vallate alpine. La quota neve è in lieve calo rispetto a ieri, intorno ai 900-1000 m, inizialmente ancora più alta sui 1200 m sulle Alpi cuneesi. I livelli della Bormida nel tratto terminale e del Tanaro a valle di Alessandria non subiranno ulteriori incrementi significativi ma rimarranno prossimi alle soglie di pericolo per tutte le ore centrali della giornata odierna a causa del protrarsi delle precipitazioni. Attesa la crescita del livello del lago Maggiore sino al livello di attenzione. Si raccomanda di non sostare lungo le sponde dei corsi d'acqua o sui ponti, di informarsi sulla transitabilità delle strade provinciali e comunali, privilegiandone la percorribilità ai mezzi di soccorso.



13:30
Rossa: "monitoraggio continuo, ma situazione tranquilla"
Il sindaco, Maria Rita Rossa, ha fatto il punto della situazione sull'allarme meteo e sul monitoraggio che si sta effettuando: "La situazione in città è tranquilla, ma necessita di un monitoraggio costante. Non abbiamo ricevuto allerta, ma abbiamo agito in modo autonomo assumendoci la responsabilità delle nostre scelte". In accordo con AIPO, a partire dal pomeriggio di ieri, il nucleo di Protezione Civile ed i volontari hanno tenuto sotto controllo gli argini, gli elementi pluviometrici tra Piemonte e Liguria e l'andamento dei fiumi. I lavori effettuati hanno consentito agli argini di reggere, ma la piena del Bormida che supera di 1,5 mt il livello di pericolo e si colloca intorno agli 8,5 mt, desta preoccupazione in particolar modo per il battente dell'acqua sull'impalcata del ponte che necessita di un controllo costante durante la piena."Ho emesso, pertanto - ha proseguito il sindaco - due ordinanze di evacuazione delle zone prospicienti il Bormida, le baracche di Bormida, cui la Polizia Municipale ha dato seguito non senza difficoltà". La Provincia ha ritenuto opportuno chiudere l'accesso al ponte Bormida e con la Polizia Municipale si sta tenendo sotto controllo la viabilità e gli accessi al ponte. Anche i rii locali hanno destato qualche preoccupazione, in particolare il Lovassina dove lo scolmatore è in funzione per liberare le griglie. Il rio è straripato a Spinetta, in via Genova, dove siamo intervenuti con una pompa. Anche ad Astuti alcune case si sono allagate ed abbiamo inviato sacchi di sabbia.

In zona Orti e San Michele la situazione è sotto controllo perché il Tanaro non desta problemi; anche nella zona della confluenza è tutto a posto. Sono stati chiusi i sottopassi di via Ventolina, di strada Cerca a Valmadonna, di San Giuliano e di via vecchia dei Bagliani. "Alle ore 10 di questa mattina ho convocato una riunione tecnica per designare Villa Guerci come punto di riferimento per il monitoraggio. Ci sono due numeri a disposizione della cittadinanza per informazioni ed emergenze: 0131 56216 e 0131 56040. Ribadisco che non ci sono pericoli per la popolazione, ma abbiamo voluto agire in via cautelativa per prevenire. Fondamentale è stato il coordinamento fra gli enti. Come ho ribadito in un'apposita ordinanza è opportuno astenersi dalle aree golenali e non mettersi in viaggio se non estremamente necessario per evitare di creare situazioni di pericolo per se stessi e gli altri". Le piogge dureranno fino ad oggi alle 18 secondo i bollettini meteo in possesso: "Continueremo nell'attività di monitoraggio e daremo altri aggiornamenti in corso di giornata".
 

12:45 Strade provinciali chiuse
Chiusa la provinciale tra Pietra Marazzi e Montecastello. Chiusa la provinciale tra Quargnento e Solero. Chiusa la provinciale tra Villabella e Giarole.
 

12:00 Ovadese e strade provinciali
Una notte di pioggia battente e continua ha gonfiato i fiumi cittadini. Fin dalle prime ore di questa mattina, diversi ovadesi si sono recati in prossimità dei ponti per verificare con i propri occhi le condizioni di Orba e Stura. E proprio quest'ultimo offre il colpo d'occhio più significativo nel tratto parallelo a via Voltri: la crescita del livello è ben visibile dal fondo di strada Masio, dietro allo Story Park, dove l'argine ha mangiato progressivamente negli ultimi anni. Acque che, poco dopo le 11, destano attenzione anche all'ingresso della città, con strada parzialmente allagata anche a causa delle infiltrazioni che si riversano da monte direttamente dai muri di contenimento. Più tranquilla, almeno per ora, la situazione sull'Orba, all'altezza della Vezzani. Acque vicine al limite dell'argine più avanti sulla vecchia provinciale per Alessandria. Sarà l'andamento delle precipitazione nelle prossime ore, previsto uno stop della pioggia nel pomeriggio, a determinare se sarà necessario avviare le procedure di sicurezza previste in questi casi.
Intanto dalla sala operativa della Protezione Civile e a seguito di un giro di controllo, il presidente della Provincia aggiorna via Facebook sulle strade chiuse e sulle condizioni nei diversi territori della provincia: chiusa la provinciale tra Basaluzzo e Predosa per allagamenti, probabile riapertura nel primo pomeriggio; chiusa provinciale tra Casalcermelli e Frugarolo, anche qui probabile riapertura nel primo pomeriggio. Ex statale 30 della valle Bormida allagata in piu' punti, posizionati cartelli di pericolo. La strada non puo' essere chiusa visto la mancanza di percorsi alternativi. "Prestare la massima attenzione, velocità ridottissima dove vi è presenza di acqua in strada". Infine questa la condizione del casalese: al momento qualche criticità si riscontra a San Germano (soprattutto verso zona Vallare) e in zona Pozzo Sant'Evasio, mentre la Gattola appare ancora "resistere". Per il momento non verrà chiuso il sottopasso del Valentino, che resta monitorato. Attenzione e cautela comunque nel percorrerlo. Tra Solero e Quargnento allagamenti e in località Astuti, ma per il momento le strade rimangono aperte.
Allagamenti sulla provinciale a Castespina dal centro abitato fino alla stazione. Frane tra Bosio e Mornese e a Lerma e allagamenti tra Casalbagliano e Villa del Foro.

10:40 Allerta fino alle 18. Poi precipitazioni in diminuzione
L'ultimo aggiornamento che arriva dalla Sala Opertiva della Protezione Civile di Alessandria, alla presenza del Comune, della Provincia, della Regione, dell'Aipo e dell'Arpa, oltre che delle Forze dell'Ordine. Sembra c he le precipitazioni tenderanno a scemare verso le ore 18 di oggi. "Dovremmo essere al punto massimo della piena del Bormida, che rimarrà a questi livelli ancora per quattro-sei ore" ha scritto su Facebook il presidente della Provincia Paolo Filippi. Si registrano però le prime criticità: su Orba e Scrivia. E sulla Bormida, con il ponte che rimarrà chiuso almeno fino a metà pomeriggio.
 

9:30 Orba e Bormida in forte piena
Oba e Bormida sono in forte piena. Pe la città di Alessandria massima attenzione sulla Bormida che sembra aver raggiunto già la soglia degli 8 metri, invadendo le aree golenali circostanti. E' il presidente della Provincia, Filippi, a tenere aggiornati, quasi in diretta, su Facebook. "Stiamo per chiudere il ponte sulla Bormida in entrata ad Alessandria per chi proviene da Novi Tortona. Il percorso alternativo è in autostrada da Alessandria Est ad Alessandria Ovest". Intanto le aree golenali sono state evacuate.
"Ora dovremmo essere nel momento di massima piena" ha aggiunto sempre dai social network il primo cittadino Rita Rossa (ore 9.30). "Stiamo gestendo la situazione e ringrazio tutti i dipendenti e i volontari che da ieri sera sono in servizio operativo ininterrotto" con la Protezione Civile che dalla serata di ieri si trova sugli argini per un monitoraggio costante. "Un grazie per la collaborazione alle Forze di Polizia e alla struttura operativa della Provincia" ha concluso il sindaco Rossa.

Vento forte e piogge, neve solo sulle Alpi. Il maltempo ha investito, come annunciato ieri, anche il Piemonte e la provincia di Alessandria. Il dipartimento di Protezione Civile della Regione Piemonte ha emesso nella serata del 25 dicembre il bollettino meteo che conferma l'allerta meteo fino al 26 dicembre. Nell'alessandrino non si sono registrati particolari disagi ma resta alta la soglia di attenzione in alcuni punti critici. Superamenti dei livelli d'allerta di sono registrati nell’Erro a Cartosio e nell’Orba a Basaluzzo.
Ecco il comunicato della Regione:

La profonda saccatura atlantica che interessa il Piemonte dalla serata di ieri sta apportando abbondanti precipitazioni sul Verbano e sulle zone al confine con la Liguria. La tabella seguente riporta i massimi di precipitazione registrati dalla rete meteoidrografica regionale da ieri fino alle 18 ore locali della giornata odierna.

Comune - località                                               Prov       Quota (m)         Totale (mm)

Garessio - Colle S. Bernardo                           CN         980                    167,2 

Carrega Ligure - Piani di Carrega                   AL         1245                    152,2

Cossogno - Cicogna                                          VB          696                     151,8

Verbania - Pallanza                                            VB          202                      141,6

Fraconalto – Fraconalto                                    AL          725                      139,8


Oltre i 1500 m nelle ultime 48 ore vi sono stati apporti nevosi di 65 – 75 cm sulle Alpi Lepontine, 20 e 30 cm sulle Alpi occidentali con oltre 50 cm nell’area di Bardonecchia (TO). L’attuale quota delle nevicate è attorno ai 1200 m a nord e ad ovest e 1800 m a sud.

Nella giornata odierna i venti sono stati molto forti dai quadranti meridionali con raffiche di 29,7 m/s a Capanne di Cosola (AL), 28,4 m/s a Ponzone Bric Berton (AL) e 26,3 m/s a Colle S. Bernardo (CN).

I corsi d’acqua a sud del Po sono in generale crescita al di sotto della soglia di attenzione. Si sono osservati locali superamenti delle soglie di attenzione nell’Erro a Cartosio (AL) e nell’Orba a Basaluzzo (AL). Fino alla mattinata di domani si prevedono ulteriori innalzamenti dei livelli idrometrici, mantenendosi comunque al di sotto della soglia di attenzione. Sono attese condizioni locali di criticità sul reticolo idrografico secondario a sud del Po.

Tempo ancora instabile per la serata odierna e fino a buona parte della giornata di S. Stefano. Tra stanotte e domani si formerà una bassa pressione chiusa al suolo sul Golfo Ligure, che porterà un nuovo impulso di precipitazioni abbondanti sulla nostra regione, coi picchi più intensi sul nord Piemonte e al confine con la Liguria. La quota delle nevicate rimane abbastanza alta intorno ai 1000 – 1100 m a nord e 1700 m a sud.
L’allontanamento della depressione verso l’Italia centro-meridionale nel corso della giornata di domani permetterà un miglioramento del tempo sul Piemonte dal pomeriggio-sera, insieme ad un rinforzo di venti per locali condizioni di foehn nelle vallate alpine nord-occidentali.

Cielo sereno venerdì, ma freddo al primo mattino, con temperature minime in brusco calo, intorno agli zero gradi ed un nuovo moderato peggioramento del tempo che giungerà nella giornata di sabato.



26/12/2013

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano