Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Ipab Borsalino, scontra tra l'ex Dieni e il cda

La gestione della struttura al centro della polemica: il botta e risposta con il presidente Maconi
ALESSANDRIA - È scontro sulla gestione dell'Ipab Soggiorno Borsalino di corso Lamarmora: l'architetto Gaetano Dieni, ex vice presidente che si è dimesso da poche settimane, ha infatti motivato la sua decisione attaccando il Cda guidato da Antonio Maconi. Che, a sua volta, risponde punto per punto. Sei, in particolare, i temi in discussione: “Il mancato avvio di rapporti di reale collaborazione con la maggioranza del consiglio - spiega Dieni in un documento inviato allo stessa Cda - Quindi, non aver dato corso, nonostante le mie richieste, alle azioni programmatiche approvate con deliberazione del 28 settembre 2018, come la richiesta di un parere legale ‘pro veritate’ sull’annullamento per autotutela di una precedente gara di appalto, la nomina di una Commissione di studio per la trasformazione dell’ente in Azienda di servizi alla persona o la ricerca di un advisor per ottimizzare le relazioni con gli istituti di credito con cui l’ente è esposto”.

Criticità ci sarebbero pure sui numeri: altro motivo di contrasto, infatti, è stato "aver approvato a maggioranza il Bilancio di previsione, palesemente non prudenziale sia in relazione alle previsioni di incasso della struttura sia in relazione alla cifra da reperire, e non si indica come, di 310mila euro, e indicata con la voce “altre entrate a copertura del disavanzo presunto dell’anno”. Il tutto - aggiunge - a fronte di un disavanzo di 606.923,53 euro evidenziato nel preconsuntivo del 30 settembre 2018 e approvato il 22 ottobre”.

Inoltre il caso dell’ex direttore, con la "reiterata volontà di mantenerlo a stipendio, sia pure parziale, nonostante il legale nominato dal Cda abbia consigliato di licenziare. Legale poi sollevato dall’incarico”. E, riguardo allo stesso argomento, Dieni evidenzia “il rifiuto reiterato di procedere al risarcimento del danno causato dallo stesso ex direttore”.

Infine, “perché non avviare le procedure per dotarsi di un direttore a tempo indeterminato dopo avere assunto, con provvedimento presidenziale urgente poi ratificato dal Consiglio, come direttore a tempo determinato la dottoressa Daniela Zaio, in pensione, e aver prorogato l’incarico fino al 31 dicembre?”.

Puntuali le risposte da parte del presidente, Antonio Maconi, della direttrice Zaio, della responsabile economica-finanziaria Simona Zoccola e di tutto il Cda (il neo-nominato vice Scalzi e Anna Pagella), riunito nel pomeriggio di ieri per “proseguire nel percorso di risanamento che la Regione ci ha chiesto - sottolinea Maconi - E il nostro è un mandato ‘a tempo’, fino a fine anno, perché volto interamente a trasformare questa Ipab in una Azienda per i servizi alla persona”.

Partendo dai numeri, “la situazione è di sofferenza, ma si può affrontare. La prima azione intrapresa è stata il blocco del centro di Casale Monferrato, con la sospensione del contratto con la cooperativa e con la prefettura. Sui Bilanci, al contrario, si è forse fatta un po’ di confusione: ad esempio, nell’ipotesi di un calo di assistiti, diminuirebbero le spese”.

Debiti e mutui? ”Sono cinque quelli aperti e l’ex vice presidente era stato incaricato di prendere contatto con gli istituti di credito, compito poi passato al direttore e al responsabile economico-finanziario. Dalle banche sono arrivate risposte sulla rinegoziazione e ne discuteremo nel Cda di oggi (ieri, ndr). Ma è la Regione che ci richiede che tutto sia asseverato: dunque, massima trasparenza”.

Capitolo ex direttore: “Sulla vicenda è al lavoro la Guardia di Finanza, mentre l’indagine del Tribunale di Vercelli non è conclusa e si è in attesa delle risultanze dell’Ufficio provvedimenti disciplinari: nel frattempo - ricordano Maconi, Scalzi, Pagella, Zaio e Zoccola - il dipendente è stato sospeso con riduzione dello stipendio al 50%, come previsto dalla legge”.

Altro punto importante, quello delle azioni programmatiche a cui non si sarebbe dato seguito: “Al contrario: il coinvolgimento dell’avvocato Simonelli è stato determinato proprio per autotutela e per approfondire la situazione di un precedente appalto, sul quale peraltro verte un’indagine della Gdf. La Commissione di studio per la trasformazione dell’ente è una proposta formulata dall’ente stesso all’assemblea dei soci azionisti, ma mai formalizzata per mancanza di adesioni e, in quanto la trasformazione da Ipab ad Asp avverrà ‘ex lege’, si è ritenuto comunque importante l’approfondimento: la Commissione è stata costituita e sta operando su queste tematiche".

Infine, la nomina del direttore: “L’iter corretto - concludono dal Cda - ha previsto la nomina di un soggetto pro tempore, nell’attesa degli esiti dei procedimenti penali e disciplinari a carico dell’ex direttore. Ma la scelta è stata determinata anche da valutazioni di carattere economico, con risparmi evidenti”.
16/04/2019

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa