Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Provincia

Giornate della sicurezza, parchi sotto controllo

Due servizi coordinati straordinari di controllo del territorio da parte della polizia di Stato concentrati nel centro di Casale Monferrato e nei parchi di Alessandria. Identificate 123 persone, tra cui stranieri e minori e 54 veicoli
PROVINCIA – Sono stati chiamati “giornate della sicurezza” i servizi coordinati di controllo messi in campo dalle forze di polizia che fanno capo alla Questura. Le vie del centro di Casale Monferrato e i giardini Stazione, Pittaluga e Carrà di Alessandria sono stati gli obiettivi presidiati nelle giornate di martedì 23 e mercoledì 24 settembre.
A Casale i controlli si sono svolti in orari mattutini ed ha interessato alcune tra le principali arterie urbane di accesso alla città, allo scopo di intercettare eventuali malviventi diretti verso il mercato cittadino che si è tenuto in Piazza Castello.

Il servizio è proseguito nel pomeriggio ad Alessandria, dove sono stati effettuati posti di controllo nei luoghi individuati come punti di ritrovo per spacciatori e zone di sosta per l’esercizio dell’attività di meretricio.
L’attenzione è stata, dunque, posta all’area “giardini” antistanti la Stazione Ferroviaria dove, il personale dipendente del Reparto prevenzione Crimine Liguria e gli operatori di volante hanno operato in sinergia con il personale della Sezione di Polizia Ferroviaria di Alessandria predisposto per tale servizio.
In particolare, alle 16,50 circa, nel corso dei controlli in Piazzale Curiel, due marocchini, alla vista della Polizia, tentavano di allontanarsi per far perdere le loro tracce.
A carico di entrambi i soggetti, di 29 anni, risultavano numerosi precedenti di Polizia e di uno, in particolare, un rigetto dell’istanza di emersione da lavoro irregolare, emesso dalla Questura di Alessandria nel 2013.

Nei confronti dell’altro, invece, E.M., si procedeva a perquisizione personale, a seguito della quale si rinvenivano, occultati all’interno della bocca, due piccoli involucri termosaldati di colore bianco che, a seguito degli accertamenti tecnici da parte del personale del locale Gabinetto di Polizia Scientifica, sono risultati essere involucri contenenti sostanza stupefacente tipo eroina. Al soggetto veniva pertanto contestato l’illecito amministrativo.
Nello stesso pomeriggio è stato tratto in arresto un cittadino nigeriano, O.O. ritenuto responsabile dei reati di violenza e resistenza ad un pubblico ufficiale nonché della contravvenzione di Polizia del rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale e dell’inottemperanza all’Ordine del Questore di Gorizia di lasciare il territorio dello Stato emesso nel 2012.

Il nigeriano, notato dagli agenti a bordo di una bicicletta in sosta al centro del parco “Carrà”, destava immediatamente sospetto in quanto si guardava continuamente intorno e, alla vista delle vetture della polizia, si portava verso l'uscita del parco per poi percorrere il corso Milite Ignoto a tutta velocità.
Immediatamente raggiunto, dopo l’intimazione dell’ “Alt”, l'uomo inseguito, pronunciava la frase: “Vado a lavorare” e invertiva rapidamente la marcia per scappare nel senso opposto sul marciapiede che stava percorrendo.
A quel punto, uno degli operatori del Reparto Prevenzione Crimine di Genova, scendendo immediatamente dall’auto di servizio, si è lanciato all’inseguimento del fuggitivo il quale, vistosi raggiunto, scendeva dalla bicicletta per poi scagliarla contro l'agente al fine di fermare la sua corsa e proseguiva a piedi. L’inseguimento, quindi, trasformatosi in una sorta di “salto agli ostacoli”, avendo dovuto l’operatore di Polizia saltare oltre il veicolo lanciatogli contro, proseguiva fino al fermo di O.O. il quale, nell’ultimo, ma vano tentativo di scappare e di liberarsi dalla morsa dell’operatore che lo aveva nel frattempo immobilizzato, si lanciava di peso a terra, pressando, con tutto il suo peso, il braccio e la spalla dell’operatore di Polizia.
Alla richiesta delle generalità, O.O. forniva un altro nome e si contraddiceva affermando di dirigersi verso il supermercato e non a lavoro, come aveva velocemente detto, prima di scappare.
L'uomo veniva, pertanto, accompagnato presso gli Uffici di Polizia dove veniva tratto in arresto per i reati di violenza e resistenza e all’operatore di Polizia, refertato presso l’Ospedale Civile, veniva diagnosticata “contusione alla spalla” con prognosi di 5 giorni.

Il servizio è proseguito con il controllo presso i “giardini Pittaluga”, obiettivo sensibile, quotidianamente vigilato dalle forze dell’ordine al fine di debellare lo spaccio di sostanze stupefacenti e di restituirne la naturale destinazione di area dedicata alle famiglie ed ai bambini, ove sono stati identificati 9 minori, due dei quali con precedenti per furto. Ancora, si è proseguito a perlustrare l’area di Piazza Berlinguer, al fine di prevenire il fenomeno dei “parcheggiatori abusivi”, due dei quali identificati ed allontanati immediatamente dalla zona in oggetto.

Nella stessa giornata, il personale della Divisione Amministrativa ha controllato ben cinque “compro oro”, la Polizia Stradale ha elevato 4 contravvenzioni.
Il giorno 24, nella prima parte del servizio, sono stati effettuati posti di controllo nelle vie di accesso alla città ed, in particolare, in via Casalcermelli, nell’ottica della prevenzione e del contrasto del fenomeno dello sfruttamento della prostituzione, presente in alcune zone, anche di giorno.
Sono state identificate 72 persone, di cui 31 con pregiudizi di Polizia, controllati 24 veicoli, notificato un verbale di contestazione dell’illecito amministrativo per violazione dell’art. 688 c.p. (ubriachezza) ad un noto pregiudicato della zona.

Il personale della Squadra Mobile ha proceduto ad effettuare dei controlli presso i centri massaggi/benessere nel corso di uno dei quali la cittadina cinese L.X., di anni 42, è stata invitata a presentarsi presso il Nucleo Operativo dei Carabinieri di Alessandria, in quanto risultava a suo carico un rintraccio per indagini di polizia giudiziaria.
Il personale della Divisione Anticrimine ha, invece, proceduto a controllare 4 persone sottoposte agli arresti domiciliari e 2 persone sottoposte a libertà vigilata, mentre il personale D.I.G.O.S. ha proceduto al controllo di un Phone Center Internet Point di Alessandria.
Il servizio, anche in questa seconda giornata, si è protratto ininterrottamente per oltre dodici ore, proseguendo, nella specie, nella fascia serale.
In tale fascia oraria, si è privilegiata la zona della Stazione Ferroviaria, a ridosso della quale sono stati effettuati posti di controllo e controlli dinamici volti all’identificazione di soggetti che sostavano, rinvenendo in dosso ad uno di questi, marocchino, sostanza stupefacente del tipo cocaina, motivo per il quale il soggetto veniva segnalato per violazione dell’art. 75 D.P.R. 309/90 e la sostanza stupefacente sottoposta a sequestro.

Sono state, inoltre, controllate 13 persone sottoposte a misure restrittive, identificate in totale altre 44 persone, 20 veicoli ed elevata 1 sanzione al codice della strada.
Nella seconda parte del servizio svolto durante la fascia serale, il cui obiettivo era la prevenzione ed il contrasto del fenomeno dello sfruttamento o favoreggiamento della prostituzione, considerata la ancora assidua presenza di donne dedite all’attività di meretricio lungo le strade della città, gli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine e tutto il personale di Polizia impiegato nel servizio, ha proceduto ad accompagnare presso questi Uffici ed identificare 14 ragazze di nazionalità albanese e rumena, di cui 4 denunciate in stato di libertà per inosservanza del divieto di ritorno nel comune di Alessandria.

Le due “giornate della sicurezza”, programmate per reprimere fenomeni criminali di diversa natura, quali la prevenzione ed il contrasto dell’attività di spaccio di sostanze stupefacenti, soprattutto in occasione dell’apertura delle scuole, ed il fenomeno dello sfruttamento e/o favoreggiamento della prostituzione, ha visto i suoi frutti.
27/09/2014

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa