Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cronaca

Due giovani vite spezzate dalla strada, indagini in corso

Martedì a Tortona l'ultimo saluto a Lorenzo D'Angelo. Non è ancora stata fissata la data per il funerale di Giusi Signore, l'alessandrina morta a seguito di un incidente lungo l'autostrada A 26. Le indagini sono ancora in corso
CRONACA – L'ammasso di ferro e plastica, quel che resta della Fiat 500 su cui viaggiava Giusi Signore, la giovane di 20 anni che ha perso la vita in un incidente stradale lungo la A 26, all'altezza di Predosa, è ora sotto sequestro. Nulla è ancora stato stabilito, al momento, sull'eventuale autopsia, che potrebbe essere disposta dal sostituto procuratore che coordina le indagini.

L'incidente è avvenuto domenica mattina, verso le 6,10, lungo l'autostrada, tra lo svicolo della A 7 e l'uscita Alessandria Sud. Ancora pochi chilometri e Giusi e gli amici che viaggiavano con lei sarebbero stati a casa. Alla guida dell'auto c'era il fidanzato, Bryan Borini, ora ricoverato in ospedale, insieme a Matteo Faletti e Sharon Cinti. Giusi, invece, non ce l'ha fatta. E' morta nell'impatto dell'auto contro il terreno: per motivi ancora in corso di accertamento, la 500 è finita prima contro il guard rail, sfondandolo, e poi lungo la scarpata, andando ad arrestare la corsa in un campo. Forse un colpo di sonno o un guasto meccanico. Saranno le indagini a stabilirlo. Giusi lavorava come barista presso lo Yobar nel quartiere Cristo. I conoscenti la descrivono come una ragazza solare e giosa, sempre con il sorriso sul volto. Tanti i messaggi di cordoglio pubblicati sulla bacheca dell'esercizio commeciale che domenica ha osservato un giorno di chiusura in segno di lutto. 

Sono già stati fissati invece i funerali per Lorenzo D'Angelo, il giovane di 29 anni morto a seguito di un incidente sabato all'alba, lungo la provinciale a Castellar Giudobono. Lorenzo era alla guida della sua auto, una Golf, uscita di strada e finita contro un palo. L'ultimo saluto a Lorenzo sarà oggi pomeriggio alle 16 nel duomo di Tortona, dove abitava con la famiglia. Lorenzo, che lavorava alla raffineria Eni, era un appassionato di pugilato. Aveva disputato diverse gare nella categoria dei pesi leggeri. Frequentava una palestra di Voghera dove aveva molti amici che oggi si stringeranno attorno ai genitori per l'ultimo saluto.
(immagine di repertorio)  
29/05/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano