Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Fermato dai carabinieri il "truffatore seriale" dei concerti: è un giovane novese

Un ragazzo di Novi Ligure metteva in vendita su internet i biglietti di grandi nomi della musica: peccato che agli acquirenti poi non consegnava nulla. Vittime in tutta Italia. Era già stato "avvertito" dal tribunale ma ha continuato ad agire: ora è in carcere
NOVI LIGURE – Un ragazzo di Novi Ligure metteva in vendita su internet i biglietti di grandi nomi della musica: peccato che agli acquirenti poi non consegnava nulla. Tante le denunce provenienti da tutta Italia. Il 27enne novese era già stato "avvertito" dal tribunale, che aveva disposto la misura cautelare dell'obbligo di dimora. Lui però ha continuato ad agire ed è stato arrestato.

I carabinieri lo hanno tratto in arrestato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal tribunale di Torino. Il giovane era stato segnalato alla Procura dai militari nel marzo scorso, dopo un’indagine approfondita scaturita dalle numerose denunce giunte all'Arma da tutto il territorio nazionale. L’indagine ha fatto emergere che il giovane aveva posto in essere numerose truffe online ai danni di ignare vittime residenti in tutto il territorio nazionale, ai quali offriva, tramite piattaforme dedicate, l’acquisto di biglietti d’ingresso a eventi musicali, ottenendo il pagamento mediante ricariche su Postepay, senza consegnare nulla.

Per fare un esempio, il 27enne aveva contattato una donna per l’acquisto di due biglietti per il concerto di Eminem, pagati 80 euro, con il versamento su un carta prepagata poi risultata in uso all’arrestato. Un’altra volta, era stata versata la cifra di 110 euro per l’acquisto di due biglietti per il concerto dei Negramaro. Non ritenendosi un’attività sporadica da parte dell’indagato bensì sistematica, il tribunale di Torino aveva emesso all’inizio del mese di marzo, nei confronti del giovane, la misura cautelare dell’obbligo di dimora e di presentazione presso il comando di Novi Ligure.

Il 27enne ha fatto finta di nulla e ha continuato nell’azione criminosa perpetrando altre truffe scoperte dai carabinieri di Novi. Per tale motivo è stata inoltrata richiesta al tribunale di Torino di aggravamento della misura cautelare, per tutelare potenziali ulteriori vittime. Il tribunale ha acconsentito e ora il giovane novese si trova in carcere ad Alessandria.
23/04/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano
Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria