Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Asilo e mensa scolastica, sulle agevolazioni indaga la Finanza

Nell’ambito dell’attività di polizia tributaria, la Guardia di Finanza procede regolarmente al controllo della posizione reddituale e patrimoniale dei nuclei familiari che beneficiano di prestazioni agevolate: già quattro i casi accertati. Le multe possono arrivare a migliaia di euro
NOVI LIGURE – Il modulo per iscrivere all’asilo mio figlio? Che sarà mai se indico un reddito un po’ diverso da quello vero... Il modulo per la mensa scolastica? Se anche non indico il mio patrimonio effettivo non sarà poi un gran crimine… Tutt’altro, a pensarla così si rischia davvero grosso.

Ne sa qualcosa C.G., la mamma di un bimbo iscritto all’asilo nido che ha dimenticato di indicare quasi 9 mila euro nella dichiarazione dei redditi. In base al reddito dichiarato, la donna ha pagato per il figlio una retta mensile di 99 euro e i buoni pasto 2,55 euro ciascuno. Ma in base al reddito reale, avrebbe dovuto pagare una retta di 137 euro e i buoni pasto 3,50 euro ciascuno. Il danno causato alle casse comunali è stato complessivamente di poco più di 373 euro.
Ma da qualche anno a questa parte i controlli relativi alle agevolazioni sulle tariffe comunali sono affidati per legge alla Guardia di Finanza. E barare sulla dichiarazione dei redditi può costituire reato: quello in cui è incappato la signora C.G. è previsto dall’articolo 316 ter del codice penale, che punisce l’indebita percezione di erogazioni pubbliche. La donna, oltre a restituire i 373 euro, ha dovuto pagare una multa pari al triplo della cifra, cioè 1.120 euro.

Meglio dunque indicare correttamente i dati su reddito e patrimonio. Anche perché i casi accertati dai finanzieri novesi sono stati più d’uno. Nell’ambito dell’attività di polizia tributaria, infatti, la Guardia di Finanza procede regolarmente al controllo della posizione reddituale e patrimoniale dei nuclei familiari che beneficiano di prestazioni agevolate. Tra i vari controlli, rientrano anche quelli finalizzati ad accertare il possesso dei requisiti necessari per l’ottenimento di agevolazioni sulle tariffe comunali, come ad esempio i servizi asilo nido e mensa scolastica.

Presso l’ufficio Pubblica Istruzione, fanno sapere dal Comune, negli ultimi tre anni sono stati accertati quattro casi di illecito amministrativo per i quali sono state applicate le sanzioni pecuniarie previste dalla legge.
Tale attività – sottolinea l’amministrazione comunale – è utile a garantire che le agevolazioni previste dalla legge o da regolamenti vadano a persone che realmente dimostrano di averne diritto, consentendo anche di individuare coloro che intendono approfittare di benefici non dovuti.
30/05/2016

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa