Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Terzo Valico

Per l'Osservatorio Ambientale l'amianto è sotto controllo

Situazione amianto sotto controllo nel cantiere Radimero (Arquata) e nei depositi Romanellotta (Pozzolo) e Clara e Buona (Alessandria): a riferirlo è l'Osservatorio Ambientale sul Terzo Valico. Sorvegliato speciale il cantiere Cravasco (Campomorone) dove lo scavo sta per incontrare rocce con alta concentrazione di amianto
TERZO VALICO – Situazione amianto sotto controllo nel cantiere Radimero e nei depositi Romanellotta e Clara e Buona: a riferirlo è l’Osservatorio Ambientale sul Terzo Valico, che si è riunito qualche giorno fa ad Alessandria. Sorvegliato speciale invece il cantiere Cravasco, che si trova a Campomorone, in provincia di Genova, dove la fase di scavo sta per incontrare rocce con alta concentrazione di amianto.

Sotto la presidenza di Claudio Coffano, dirigente della Provincia di Alessandria, l’Osservatorio Ambientale ha analizzato la situazione del cantiere Radimero, ad Arquata Scrivia, dove lo scavo in corso con la “talpa” si svolge in un particolare tipo di rocce costituite da materiale di tipo sedimentario. «La presenza di tracce di amianto è costante ma finora ha registrato concentrazioni sempre molto basse (oscillano intorno alla soglia che gli strumenti sono in grado di rilevare, di 120 mg/kg) e comunque molto inferiori al valore che farebbe scattare la qualifica di rifiuto pericoloso (oltre 1000 mg/kg)», spiegano dall’Osservatorio. L'Arpa, l'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente, aveva però chiesto che il limite fosse portato a 100 mg/kg, cioè a un valore dieci volte inferiore.

La presenza di queste rocce «era prevista» e le operazioni di scavo «procedono quindi regolarmente», anche perché lo scavo meccanizzato con la “talpa” favorisce condizioni di maggiore sicurezza per gli operai perché la terra esce dal nastro trasportatore già bagnata e quindi «la possibilità di dispersione in aria delle fibre di amianto è praticamente nulla».

Dall’Osservatorio ambientale inoltre fanno sapere che il monitoraggio dell’amianto è attivo 24 ore su 24 nell’area di scavo, lungo il perimetro del cantiere e anche al di fuori del cantiere stesso, ma «la concentrazione di fibre nell’aria non ha mai superato la soglia limite di 1 al litro». Lo stesso vale per il deposito della Romanellotta a Pozzolo Formigaro e alla cava Clara e Buona di Alessandria.

Diverso invece il caso del cantiere Cravasco, a Campomorone. A breve, infatti, lo scavo incontrerà «pietre verdi contenenti amianto anche in concentrazioni sopra la soglia di 1 grammo per chilo». In questo caso, per tutelare la salute dei lavoratori, si è reso necessario interrompere lo scavo per attrezzare la galleria con strumenti di sicurezza. Lo stesso è avvenuto presso il deposito Cava Castellaro, che riceve il materiale di scavo dal cantiere Cravasco, dove sono state installate centraline di monitoraggio.

Foto: immagine generiche.

16/10/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa