Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Accoltellamento in corso Marenco, arrestata anche la vittima

Usava un'identità falsa il giovane marocchino accoltellato nella notte tra sabato e domenica in corso Marenco a Novi Ligure: era sbarcato a Lampedusa nel 2017 ma si fingeva cittadino belga
NOVI LIGURE – Usava un’identità falsa il giovane marocchino accoltellato nella notte tra sabato e domenica in corso Marenco a Novi Ligure. Aveva detto ai carabinieri di chiamarsi Adam Idrissi Echourfi e di essere nato in Belgio nel 1993, ma in realtà si trattava di Alfadil Eljanati, nato in Marocco nel 1991. Quando i militari lo hanno soccorso, immediatamente dopo l’accoltellamento, era in possesso di un documento rilasciato dalle autorità belghe e che, anche in ospedale, aveva continuato a sostenere di essere nato in Belgio.

Gli uomini dell’Arma hanno effettuato una serie di accertamenti sui cellulari della vittima e dell’aggressore, Abdelilah Zahraoui, un marocchino di 31 anni residente a Novi, trovando anche un contatto tra i due, che risultavano essersi sentiti per telefono non più di dieci minuti prima della lite. Il quadro cominciava così a definirsi. La vittima non ha fornito alcuna collaborazione, sembrando quasi reticente. Per di più non si capiva cosa ci facesse a Novi in piena notte un giovane belga. Per questo i militari, convinti che ci fossero ancora degli aspetti da scandagliare di quella strana vicenda, hanno voluto vederci chiaro. Hanno fatto accertamenti sul documento della vittima e hanno sottoposto l’uomo a fotosegnalamento, rilevandogli le impronte digitali.

Lo scrupolo dei militari ha dato i suoi frutti, portando a scoprire la realtà identità di Alfadil Eljanati: risulta sbarcato a Lampedusa nel 2017 e subito dopo colpito da un provvedimento di espulsione del Questore di Siracusa, al quale non aveva mai ottemperato. Gli ulteriori accertamenti presso la dogana di Modane hanno dato la conferma che la carta di identità belga esibita da Eljanati non era mai stata emessa. Pertanto, nella tarda serata di ieri i carabinieri hanno tratto in arresto Eljanati poiché già destinatario di un provvedimento di espulsione e per uso di atto falso. Ora sarà processato per direttissima.
25/03/2019

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa