Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Alessandria Film Festival: tre giorni dedicati alla settima arte

Da venerdì a domenica la terza edizione basata su un concorso internazionale di lungometraggi e cortometraggi. Si inizia con il film d’animazione “Ce magnifique gâteau” e l’Opening Party. Sabato Pupi Avati racconta i suoi 50 anni di carriera
ALESSANDRIA – Tre giornate interamente dedicate alla settima arte: da venerdì a domenica torna nelle sale dell’Associazione Cultura e Sviluppo in piazza Fabrizio De André l'Alessandria Film Festival, manifestazione di cultura cinematografica giunta alla terza edizione Il festival si basa su un concorso internazionale di lungometraggi e cortometraggi selezionati tramite la piattaforma online Film Freeway e giudicati poi da due giurie di esperti. Quest’anno hanno partecipato circa 280 opere tra corti e lunghi.

Fil rouge del festival è l’attenzione nei confronti delle professioni che gravitano intorno al mondo del cinema: non soltanto i film, quindi, che restano i protagonisti, ma un’attenzione particolare anche per i meccanismi che vi stanno dietro. Ogni edizione, infatti, viene dedicata a un mestiere del cinema. E dopo il direttore della fotografia e il doppiatore, quest’anno è la volta del regista.

Novità di quest’anno, l’Opening Party di venerdì 22 marzo, sponsorizzato da Studio Canestri con dj set di Alberto Palazzolo: Studio Canestri, da molti anni promotore e sostenitore di iniziative culturali cittadine, sarà il main sponsor dell’Alessandria Film Festival 2019. #unsorrisodacinema è infatti il titolo della serata e l’hashtag con cui, durante la festa, gli ospiti saranno invitati a farsi una foto a tema e a postarla sui social. I tre autori delle foto più riuscite riceveranno una tessera per sei ingressi omaggio alle proiezioni del Cinema Teatro Alessandrino/Multisala Kristalli, offerte dallo Studio Canestri. Il party, che inizia alle 22, sarà anticipato alle 21 dai saluti inaugurali e istituzionali alla presenza delle autorità locali e dal film d’animazione Ce magnifique gâteau, che è stato presentato in anteprima mondiale alla Quinzaine des realisateurs al Festival di Cannes.

Come da tradizione, il sabato mattina invece è totalmente dedicato ai più giovani, con un’offerta pensata su più livelli per raggiungere bambini e ragazzi di tutte le età. Torna il laboratorio Cine/mini a cura di Lorenza Novelli per bambini dai 4 ai 10 anni, questa volta ispirato alla fantascienza: un viaggio nel tempo e nello spazio alla scoperta di mondi sconosciuti, abitati da alieni, robot giganti e creature fantastiche.

Per i ragazzini dai 9 ai 14 anni c’è il Workshop di Animazione Stop-Motion tenuto da Andrea Serrapiglio, per imparare i principi dell'animazione con una delle tecniche cinematografiche più famose, da sempre utilizzata per gli effetti speciali e nell'avanguardia del cinema.

Infine, dedicato agli studenti delle scuole superiori, un incontro tenuto dai professionisti di Bottega del Suono, realtà alessandrina di respiro nazionale molto ampio, intorno al tema Note immaginate – come nasce una colonna sonora.

L’Alff inoltre ha stretto convenzioni con diversi istituti scolastici della città per poter ospitare studenti in alternanza scuola-lavoro e offrire loro la possibilità di accumulare crediti formativi, collaborando in prima persona alla realizzazione del festival in qualità di staff volontario.

È pensato invece per un target transgenerazionale (dai 16 anni in su), il laboratorio Macchina da presa Vs Movimenti da palcoscenico a cura del Collettivo Teatrale Officine Gorilla insieme agli attori Michele Puleio e Luca Zilovich, con Enzo Ventriglia (Commedia Community, Teatro della Juta), incentrato sul confronto tra cinema e teatro: quanto è diverso il mestiere dell’attore cinematografico rispetto a quello teatrale? Quali sono, invece, i punti di contatto? È possibile ricreare la stessa scena davanti alla telecamera e sul palcoscenico?

Proprio il connubio cinema-teatro rappresenta una novità della terza edizione: l’Alff, infatti, da quest’anno istituisce uno spazio da dedicare alla sottile linea che divide l’una dall’altra disciplina artistica, nell’intenzione di approfondire quelle zone di interscambio nelle quali cinema e teatro si mescolano o dialogano da sempre. Il Collettivo Teatrale Officine Gorilla, infatti, propone per la domenica pomeriggio il Jukebox teatrale, un format originale nel quale il pubblico è chiamato a scegliere la “prelibatezza” teatrale che preferisce, direttamente da un ricco menù di pezzi ispirati al rapporto tra cinema e teatro.

Sabato pomeriggio, alle 18, ci sarà Carlo Ausino, regista messinese di nascita, ma torinese d’adozione, classe 1938, conosciuto principalmente per il film Torino violenta del 1977, appartenente al filone del cinema poliziottesco. Ausino dialogherà con Alessandro Gaido, presidente dell’Associazione Piemonte Movie organizzatrice del Piemonte Movie gLocal Film Festival con cui l’Alff è gemellato fin dalla sua prima edizione.

Il sabato sera inizia alle 19 con l’aperitivo e il dj set a cura di G.A.S.A. (Giovani Alessandrini Si Attivano) e prosegue con l’incontro con il maestro Pupi Avati, che alle 21 parlerà con Steve Della Casa dei suoi 50 anni di carriera. Seguono due eventi speciali: alle 22 Avanguardie, una sonorizzazione dal vivo composta per il Museo del Cinema da Riccardo Mazza su scene tratte da capolavori cinematografici sperimentali degli anni Venti e Trenta, scelte e rielaborate in live video da Laura Pol. Nella performance il cinema d'avanguardia è ripreso nel momento in cui, nella sua evoluzione tecnico-espressiva, conquista una sua autonomia artistica e si interroga sui vari aspetti e caratteri del linguaggio filmico, in rapporto ad altri linguaggi artistici come il teatro, le arti figurative, la poesia e la musica e all'interno di una sua individuazione formale.

Alle 23.15, invece, la proiezione di StellaStrega, il film di Federico Sfascia che è già diventato un cult tra gli appassionati. StellaStrega è stato inserito dalla rivista Film Tv nella top 10 dei film non usciti in sala del 2018. Il film è caratterizzato da un approccio totalmente artigianale che non nasconde il trucco e l’effetto in nessun modo e anzi mette in primo piano pupazzi, modellini, marionette ed effetti ottici realizzati con sovrapposizioni di luci, fiamme e fumi colorati, amalgamati grazie a una coerenza visiva che viene principalmente dal disegno e dall’animazione. Film in continua mutazione, dal grottesco al melodrammatico, dalla bassezza umana di cui ridere amaramente fino alle scelte difficili per cui soffrire dolcemente, un film in cui certi archetipi dell’horror si trasfigurano in stilizzazioni che guardano agli anime orientali.

La domenica pomeriggio, infine, oltre alle consuete pellicole in concorso e al Jukebox teatrale, Gualtiero Burzi, talentuoso attore alessandrino, accompagna la proiezione di Si è sempre fatto così, a seguito della quale l’attore dialogherà con Walter Siccardi, maestro d’armi di grandissima esperienza.

Al ricco programma si aggiunge un evento off, la proiezione del film L'Eroe di Cristiano Anania con Salvatore Esposito e l'alessandrina Marta Gastini. Il lungometraggio sarà proiettato domenica 24 marzo alle 20, al Multisala Kristalli di piazza Cerianancollaborazione con Roberto Lasagna del Circolo del cinema Adelio Ferrero, che introdurrà il film alla presenza della protagonista, Marta Gastini.

Life’s remake è una novità di quest’anno e coincide con l’esposizione di locandine cinematografiche rivisitate dalla popolazione detenuta presso la Casa di Reclusione di San Michele: da aprile 2018, infatti, lo staff dell’Alff ha svolto attività di volontariato settimanale presso il carcere, organizzando un laboratorio cinematografico suddiviso in più moduli. L’attività si situa all’interno dello spazio didattico Artiviamoci, gestito dall’Associazione Ics Onlus. Le locandine realizzate dai detenuti sono libere interpretazioni di corrispondenti famosi, rielaborate secondo il gusto e il vissuto di ciascun artista.

L’Alessandria Film Festival, organizzato dall’Aps Paper Street 2.0, gode del patrocinio della Regione Piemonte e del Comune di Alessandria, del supporto della Film Commission Torino Piemonte e della ConfCommercio Alessandria, conta sulla collaborazione del Festival Adelio Ferrero (cinema e critica), di me.dea, di Bottega del Suono e del Collettivo Teatrale Offine Gorilla. Inoltre è gemellato con l’associazione Piemonte Movie. Alff ha una convenzione per l’ospitalità con l’Hotel Londra presso il quale organizza, al termine della manifestazione, un brindisi di chiusura per sponsor, amici e media interessati. L’allestimento della Vip Lounge è realizzato in collaborazione con l’architetto Cristina Colla di Colla Arredi. Durante la manifestazione, il servizio ristoro sarà curato interamente da Dr. Sèller, che proporrà snack e piatti ad hoc, adatti per uno spuntino veloce o un aperitivo tra un film e l’altro. Il beverage invece sarà gestito da BrewDog (birra), Mazzetti D’Altavilla (grappe) e Cascina Lana (per il vino dell’Opening Party del venerdì sera). Torna inoltre la Beer School di BrewDog, quest’anno curata da Roberto Remo Renzi (di Hop – Mangiare di birra): un percorso di quattro assaggi per approfondire le proprie conoscenze sui principali stili e modalità di produzione della birra.

22/03/2019

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa