Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Casale Monferrato

“Una trama sottile”: la presentazione del libro di Sergio Favretto

Venerdì 21 aprile l'inizio delle manifestazioni per ricordare la Liberazione. Insieme all'autore il sindaco e il direttore della Biblioteca Civica. Il ruolo svolto dalla Fiat nel corso del ventennio fascista e poi nei mesi della Resistenza è uno dei temi della storia contemporanea italiana più dibattuti e controversi
CASALE MONFERRATO - Sarà presentato venerdì 21 aprile alle 18 nella Sala delle Lunette del Museo Civic il volume Una trama sottile. Fiat: fabbrica, missioni alleate e resistenza di Sergio Favretto. L’iniziativa, che insieme alla mostra documentaria Nelle Isole del sole, visitabile in Biblioteca Civica, segna l’inizio delle manifestazioni per ricordare la ricorrenza della Liberazione, vedrà la partecipazione, insieme all'autore Sergio Favretto, del sindaco Titti Palazzetti e di Roberto Botta, direttore della Biblioteca Civica.

Il ruolo svolto dalla Fiat nel corso del ventennio fascista e poi nei mesi della Resistenza è uno dei temi della storia contemporanea italiana più dibattuti e controversi, come è ovvio che sia, per l'importanza della fabbrica torinese nell'economia italiana, per la centralità di Torino nella vicenda partigiana e per la notorietà dei personaggi coinvolti.

Sergio Favretto, prolifico autore di saggi storiografici, ma anche inesauribile “scopritore” e divulgatore di fonti inedite e spesso sorprendenti per il loro valore e la loro originalità, affronta questo nodo storiografico da un'angolazione particolare e legata a filo doppio al Monferrato. Uno dei fili conduttori della sua narrazione è infatti la documentazione e la testimonianza personale di Giancarlo Ratti, comandante partigiano e anche comandante della missione alleata Youngstown attiva in Monferrato. Di rilievo anche la figura di Paolo Ragazzi, dirigente Fiat per moltissimi anni e vice di Vittorio Valletta.

Grazie a questa documentazione fatta di “testimonianze, verbali, sentenze, immagini, molti inediti” la ricerca di Favretto ci riporta riporta ai venti mesi della resistenza a Torino e in Monferrato. Il suo lavoro di ricerca, come ci suggerisce l’autore stesso, ci consente così di “ricostruire la trama esistente tra la Fiat, le missioni alleate e la Resistenza. Fu una cooperazione silenziosa e prudente. La fabbrica, con i dirigenti e gli operai, fu protagonista: Torino e il Piemonte ne furono il contesto”.

L'ingresso è libero. Per informazioni: bibliote@comune.casale-monferrato.al.it e 0142 444246.


 

 

21/04/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sentiero 200: sul Monte Giarolo partendo dalla val Borbera
Sentiero 200: sul Monte Giarolo partendo dalla val Borbera
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione