Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Scaltritti: "pronti a investire 100 mila euro in due anni per i giardini"

"Se non c'è interesse commerciale assegnateci in comodato l'ex gelateria Cangiassi. Ne faremo un punto di orientamento turistico e di animazione, diurna e notturna”. Intanto diversi cittadini si stanno offrendo di partecipare a un'attività collettiva di pulizia dei giardini
ALESSANDRIA - La città e i suoi abitanti non si vogliono rassegnare all’idea che quella dei giardini di fronte alla stazione sia una causa persa. A poche ore dalla pubblicazione della nostra ennesima denuncia sullo stato di abbandono di quegli spazi, da più parti sono arrivate offerte di cittadini e di realtà del privato sociale pronti a rimboccarsi le maniche per intervenire.

L’offerta “bomba” è quella che arriva dalla Comunità San Benedetto al Porto, presente in città con la Casa di Quartiere di via Verona e in prima linea per l’animazione di spazi sociali e per l’aiuto diretto a coloro che si trovano in difficoltà, a partire proprio dagli “ultimi”.

“La Comunità San Benedetto al Porto - racconta il presidente Fabio Scaltritti - ha più volte visitato il locale sito in corso Crimea - piazzale Curiel e conosciuto come Ex Cangiassi durante le esplorazioni notturne e serali dell'Equipe Emergenza Freddo.

Dall'esterno la struttura si presenta in discrete condizioni anche se sul retro i servizi igienici hanno la porta sfondata e risultano in pessimo stato, con rifiuti ed escrementi sparsi ovunque. Nell'attesa di un pieno utilizzo commerciale, che auspichiamo, e nel caso in cui questa possibilità slitti nel tempo, chiediamo al Comune la concessione in uso gratuito e temporaneo del locale e dell'area pertinente”.

Sul tavolo la dimostrazione d'interesse e l’offerta che la Comunità è pronta a mettere in campo per sostenere il recupero dell’area dei Giardini è di quelle importanti: “è nostra intenzione realizzare, in piena collaborazione con Comune e Provincia di Alessandria, un progetto articolato su più punti - prosegue Scaltritti:

1) accoglienza turistica dalle 10.00 alle 17.00 dal lunedì al venerdì con esposizione e vendita di prodotti e manufatti provenienti dal nostro territorio e da alcune botteghe/esercizi commerciali della città disponibili a partecipare al progetto (già una ventina si sarebbero dichiarati interessati)
2) punto di wi-fi internet gratuito per i viaggiatori e pendolari con saletta Pc e Tablet a disposizione. Maxi schermo per promozione territorio e info locali.
3) realizzazione di piccoli eventi in concomitanza di iniziative e manifestazioni cittadine e aperture straordinarie nel fine settimana
4) la sera dalle 21 alle 23.30 apertura bisettimanale come sportello d’ascolto, punto d'accoglienza serale e orientamento ai dormitori cittadini e della Regione Piemonte, con fornitura gratuita di generi di conforto e bevande calde in inverno”.

Il progetto prevede la forte differenziazione del target, di orari e personale, offrendo così nello stesso spazio servizi molto differenti. “La Comunità San Benedetto si impegnerebbe a rendere fruibile lo spazio, agevole e accogliente garantendo personale e strumenti idonei (allestimenti, utenza internet, computers e tablets, maxi schermo interattivo, arredamenti, generi di conforto) per divenire una postazione viva in città, chiederemmo solamente al Comune di farsi carico direttamente delle utenze e di valorizzarne la posizione strategica di accoglienza per viaggiatori-turisti-pendolari”. 
La richiesta è per un affidamento temporaneo di 24 mesi, rinnovabili, alla comunità San Benedetto che si avvarrebbe per diverse azioni della collaborazione con la Cooperativa Sociale “Il Pane e le Rose” e della Cooperativa Sociale "Coompany&".

La Comunità San Benedetto è pronta a investire direttamente da fondi propri o recuperati da privati le risorse per garantire il personale, i volontari, i lavori iniziali, l'allestimento, l'arredamento, le attrezzature, la piccola manutenzione e per tale previsione è pronta a stanziare la cifra di circa 50 mila euro all’anno, utili per partecipare attivamente al recupero dell'area dei Giardini Pubblici.

Ma le offerte di impegno non finiscono qui: abbiamo raccolto in queste ore, sia per mail che sui social, diverse candidature spontanee di privati cittadini e gruppi che si stanno organizzando per promuovere in autonomia attività di pulizia dell'area. I video e le foto pubblicati da AlessandriaNews e da Pier Carlo Lava hanno suscitato molta indignazione in città e anche esponenti dei gruppi ormai "storici" di volontari cittadini, come Rilanciamo Alessandria, sembrano intenzionati a portare la questione nelle proprie assemblee. 

Come AlessandriaNews.it siamo disponibili a co-organizzare, insieme a tutti coloro che desidereranno partecipare, un'iniziativa pubblica di pulizia dei giardini e in particolare dell'area dell'ex pista di pattinaggio. Un grande flash mob al quale tutta la cittadinanza sarà invitata a partecipare per riprendersi spazi che appartengono alla città invece che lasciarli in mano a chi li utilizza per spacciare e delinquere.

Fra gli altri, ci è stata confermata già la disponibilità a partecipare da parte della stessa comunità San Benedetto al Porto e della Cooperativa Coompany &, pronte a fornire volontari e camion per realizzare l'opera di pulizia. Pare ci sarebbe la volontà di offrirsi per la pulizia anche da parte dei ragazzi accolti ad Alessandria dopo aver attraversato avventurosamente il tratto di mare fra la Libia e l'Italia, desiderosi di rendersi utili per la città e magari di sfatare qualche pregiudizio nei loro confronti.

Come giornale attendiamo solamente il via libera delle istituzioni competenti, che richiederemo ufficialmente subito dopo Pasqua, e ci mettiamo volentieri a disposizione per collaborare con quanti desiderino co-organizzare o partecipare all'evento.
4/04/2015

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa