Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Società

#theywannagotoschool, "così abbiamo imparato il business sociale"

I ragazzi delle scuole alessandrine e tortonesi che hanno partecipato al seminario “Youth!” si sono confrontati sulle tematiche relative al mondo del volontariato e della cooperazione internazionale e adesso, con una campagna virale, aiuteranno 50 bambini che vivono in Tanzania ad andare a scuola
SOCIETA' - Riuscire a far raggiungere la scuola ad oltre 50 bambini che vivono nelle zone rurali della regione di Iringa in Tanzania, questa l'obiettivo dei ragazzi delle scuole di Alessandria e Tortona che dal 17 al 19 ottobre scorso, hanno partecipato al seminario YOUth. 
Nell'arco di quelle giornate di formazione, gli studenti si sono confrontati sulle tematiche relative al mondo del volontariato e della cooperazione internazionale con particolare attenzione al metodo peculiare di lavoro promosso dalla rete solidale YouAid.
Con le competenze acquisite si sono, quindi, impegnati a trovare una soluzione che fosse logisticamente efficiente e soprattutto economicamente sostenibile nel tempo. È nata così l'idea di acquistare un pulmino che potesse essere utilizzato sia come scuolabus al mattino che come mezzo di trasporto pubblico dal villaggio alla città nelle restanti ore.

Secondo il principio del “business sociale”, ampiamente trattato durante il seminario, l'attività “commerciale” pomeridiana permetterà, infatti, di sostenere pienamente i costi del carburante e di un operatore per effettuare il servizio scuolabus che quindi diventerebbe completamente gratuito.

Oltre allo sviluppo del progetto, i giovani partecipanti si sono impegnati anche nella creazione di una campagna di comunicazione per diffondere e far conoscere l'iniziativa.

#theywannagotoschool è una campagna virale che gioca con ironia sul tema di dare un passaggio a chi ha bisogno, come i bambini del villaggio di Lumuli. Con questa attivazione si invitano tutti gli utenti a scattarsi una foto con un cartello da “autostoppista” in cui si indica la destinazione dei propri sogni, riportando poi l'hashtag #theywannagotoschool, “loro vogliono andare a scuola”.

Un'apposita campagna di crowdfunding, che verrà attivata in rete sul sito di YouAid, servirà a raccogliere i 10mila euro necessari per comperare il bus e dare così via al servizio. 

E’ grazie al finanziamento della Provincia di Alessandria ed al Patrocinio del Comune di Alessandria e del Comune di Tortona che i ragazzi hanno potuto partecipare gratuitamente all'intero progetto dopo aver superato una fase di selezione.
Oltre ai volontari di YouAid hanno inoltre contribuito a titolo gratuito alla creazione delle attività e allo svolgimento del progetto alcuni professionisti che vogliamo ringraziare: la grafica Ilaria Reposo, l'esperto di progettazione partecipata Mico Rao, il fotografo Alain Battiloro, il videomaker Davide Bonaldo, l'esperto di marketing Simone Forni e il copywriter Davide Canepa.
 
21/01/2015

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Polizia Penitenziaria protesta davanti alla casa circondariale Catiello Gaeta
Polizia Penitenziaria protesta davanti alla casa circondariale Catiello Gaeta
Manifestazione della Polizia Penitenziaria, situazione insostenibile in Alessandria
Manifestazione della Polizia Penitenziaria, situazione insostenibile in Alessandria
Alessandria-Viterbese, le foto del post partita
Alessandria-Viterbese, le foto del post partita
I Grigi tornano a casa con una serata di gala
I Grigi tornano a casa con una serata di gala
Lucchese-Alessandria, il dopo gara
Lucchese-Alessandria, il dopo gara
Alessandria-Olbia, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Olbia, le foto di Gianluca Ivaldi
Comitato Alluvionati al Palazzo Lascaris
Comitato Alluvionati al Palazzo Lascaris
Il Comitato in partenza per la manifestazione
Il Comitato in partenza per la manifestazione
Il Comitato alluvionati a Palazzo Lascaris
Il Comitato alluvionati a Palazzo Lascaris
Fulmine colpisce un albero davanti all'ospedale
Fulmine colpisce un albero davanti all'ospedale