Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Laghetto del Fotovoltaico: "bisogna capire che futuro dargli"

Tutto è partito da una interpellanza dei capigruppo di maggioranza Bianchini e Sciaudone sullo stato di degrado del laghetto del Villaggio Fotovoltaico e sulla poca sicurezza di quell'area. A rispondere sul futuro del laghetto è l'assessore Barosini: "ok per l'installazione di una telecamera di videosorveglianza. Ma oggi quell'area ha mille problematiche. Serve capire quale sarà il suo futuro"
 ALESSANDRIA - Tutto parte dalle segnalazioni degli abitanti della zona, per arrivare poi in Consiglio comunale con una interpellanza a firma di due capigruppo di maggioranza, Giuseppe Bianchini (SiAmo Alessandria) e Maurizio Sciaudone (Forza Italia). Si tratta dello stato di degrado del laghetto del Villaggio Fotovoltaico e in generale dell'incuria di quell'area che “da habitat ittico è diventata una discarica” come la definiscono i due consiglieri comunali. E che sta diventando per fenomeni di piccolo spaccio anche un'area “pericolosa” per gli abitanti della zona.

E allora che fare? Le richieste dei due consiglieri erano diverse. Una sicuramente sarà esaudita: “la telecamera di videosorveglianza è possibile installarla – ha risposto l'assessore Giovanni Barosini Così come potenziare l'illuminazione pubblica. Si sta lavorando con gli uffici per capire dove posizionarla per un migliore controllo della zona”. Un piccolo segnale, come lo stesso rappresentante dell'amministrazione comunale l'ha definito, “in vista di una azione maggiore su quella area della città....per capire che futuro darle!”.

Un “piccolo gioiello” quando è stato realizzato il laghetto. “Oggi invece risente di diverse criticità che dipendono da atti di vandalismo, ma anche da mancata manutenzione”. E come se non bastasse in questi ultimi tempi sta creando anche problemi di infiltrazione ai palazzi adiacenti. “Ma la manutenzione è davvero costosa, specie ora nella condizione in cui si trova”. L'assessore ha parlato di diversi preventivi in mano alla giunta da esaminare per valutare i lavori da fare e i relativi costi. “Qualche azione andrà fatta....”, non è ancora chiaro in quale direzione: se per ripristinare il decoro in quell'area mantenendola ancora oppure se pensare ad una sua “dismissione”.
4/05/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Operazione Borderline
Operazione Borderline