Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cassano Spinola

Serravalle e Novi piangono le due vittime dello schianto

Giuseppe Fraterrigo abitava a Serravalle Scrivia ed era molto conosciuto perché impegnato nella gestione del ristorante Franco & Ciccio, situato alla periferia di Novi Ligure. Anche il fratello Dino è attivo nel settore della ristorazione con una osteria
CASSANO SPINOLA – Sono morti sul colpo Giuseppe Fraterrigo e Andrea Ursino, nel tragico incidente stradale avvenuto ieri poco prima delle 6 del mattino. La loro auto, una Mercedes Classe A, si è cappottata lungo la strada 35 dei Giovi, tra Cassano Spinola e Villalvernia, all’altezza della località Guacciorna. Con loro viaggiava anche l’albanese Saimir Picari (35 anni, di Serravalle Scrivia), trasportato in codice rosso all’ospedale di Novi Ligure.

Fraterrigo, 44 anni, abitava a Serravalle ed era molto conosciuto perché impegnato nella gestione del ristorante Franco & Ciccio (situato alla periferia di Novi Ligure), di cui è titolare la madre Iana Sciurba. Fraterrigo lascia un figlio adolescente e due fratelli: Luigi e Gerlando, per tutti Dino, a sua volta attivo nel settore della ristorazione con l’osteria Pesca e Mangia, in via Berthoud a Serravalle.

Andrea Ursino, 62 anni, di Catania, era un amico della famiglia Fraterrigo da lunga data, tanto da essere soprannominato “Zio”. Probabilmente i tre erano partiti presto per un viaggio di lavoro e forse a causa di un colpo di sonno del conducente l’auto ha sbandato ed è finita contro un terrapieno a bordo strada, rovesciandosi su se stessa. La Mercedes, appartenente a una quarta persona, è andata completamente distrutta, tanto che è ancora da appurare chi fosse al volante. Alcuni automobilisti di passaggio hanno dato immediatamente l’allarme e sul posto sono arrivati i vigili del fuoco, i carabinieri e i sanitari del 118. Mentre i pompieri estraevano i corpi ormai senza vita di Giuseppe Fraterrigo e Andrea Ursino, il personale medico ha prestato le prime cure a Saimir Picari, l’unico sopravvissuto.
La data delle esequie non è ancora stata fissata: si attende il nulla osta da parte della magistratura.
17/10/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi