Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Borsalino: alle 16 i sindacati in udienza dal Prefetto. Fiato sospeso per 130 famiglie

Saranno forse 48 ore decisive per comprendere il futuro dei lavoratori e dello storico marchio, un patrimonio che Alessandria non deve perdere. I sindacati incontrano il prefetto Tafuri per esprimere preoccupazione per le conseguenze sociali ed economiche che l'inammissibilità del concordato porterebbe con sé
ALESSANDRIA - Lunedì 6 novembre alle 16 è previsto un incontro tra le organizzazione sindacali, il sindaco di Alessandria Gianfranco Cuttica di Revigliasco e il Prefetto Romilda Tafuri per affrontare il tema della Borsalino, azienda che è un vanto dell'Italia nel mondo e che, nonostante abbia un brand fortissimo e tutte le risorse per superare questo momento di difficoltà, che non è certo legato alla mancanza di clienti, rischia di scomparire. 

"Incontreremo il Prefetto, che ringraziamo per l'occasione di confronto - spiega Marco Ciani, segretario generale CISL per la Provincia di Alessandria - per esplimere la nostra viva preoccupazione per il futuro di una realtà così importante per il territorio, che impiega 130 dipendenti e la cui scomparsa potrebbe avere conseguenze gravissime sul piano sociale ed economico, anche oltre il dramma delle tante famiglie coinvolte. Stiamo parlando di una delle eccellenze italiane".

Martedì è infatti attesa una possibile pronunciazione del tribunale fallimentare che potrebbe accogliere o rigettare il ricorso della società alla procedura di concordato, aprendo nel secondo caso scenari assai incerti per lavoratori e azienda. "Pur nel pieno rispetto dell'autonomia della magistratura, che è giustamente indipendente ed esercita il proprio ruolo senza condizionamenti, riteniamo sia importante in occasioni così delicate che tutte le istituzioni di un territorio possano dialogare, ciascuna mantenendo il proprio ruolo". 

La procedura di concordato in continuità è basato anche su di un aumento di capitale riservato a Haeres Equita srl, la società di Philippe Camperio, l’imprenditore italo-svizzero che ha affittato il ramo d’azienda ed è nei fatti il garante finanziario della procedura. 
6/11/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani