Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Alessandria a rischio sforamento del patto di stabilità? Tante spese in programma e poche certezze

Il rinvio da parte del Governo del bando periferie potrebbe aiutare Alessandria a concentrarsi sul rilancio del centro città, vista la vittoria del contributo regionale per i percorsi urbani del commercio e le decisioni dell'Amministrazione di utilizzare i fondi Por Fesr per il recupero dell'ex ospedale militare. Ma l'allarme arriva dai vincoli dettati dal patto di stabilità
ALESSANDRIA - "Alla città deve essere consentito almeno di pagare i debiti regressi con i fondi che ha accantonato per farlo, senza per questo sforare il patto di stabilità e vedersi così bloccare la possibilità di investimenti futuri": con queste parole Gianfranco Cuttica di Revigliasco, sindaco di Alessandria, sottolinea la situazione di preoccupazione che riguarda l'amministrazione oggi. 

La città potrebbe infatti trovarsi a rischio di sforare il patto di stabilità, cioè il vincolo di bilancio che, provando a semplificare,  obbliga ad avere una parità a fine anno fra entrate e uscite, vale a dire che non si può spendere più di ciò che è entrato in cassa. Ma Alessandria, che arriva dal recente dissesto, ha ancora debiti da finire di pagare, e investimenti e cofinanziamenti già programmati.

In questo senso, il recente rinvio del bando periferie di due anni da parte del Governo, votato da tutte le forze politiche in Parlamento, finisce per essere una boccata d'ossigeno per Palazzo Rosso, che potrà più facilmente concentrare le spese sugli altri grandi progetti avviati, a partire dai Percorsi Urbani del Commercio in centro città, piano cofinanziato dalla Regione per il quale Alessandria investirà comunque di tasca propria 350 mila euro, grazie a un mutuo richiesto alla Cassa Depositi e Prestiti. 



Il progetto di Alessandria, per un importo complessivo di 500 mila euro utili alla riqualificazione urbana del centro commerciale “naturale” compreso fra via San Lorenzo e via San Giacomo della Vittoria, è arrivato terzo nella graduatoria regionale (con un punteggio di 29,20 rispetto ai 31,30 di Pino Torinese), ottenendo il contributo di quasi 147 mila euro. “Un progetto di valore e qualità – sono state le prime parole dell'assessore ai lavori pubblici Giovanni Barosini – Saremmo potuti essere ancora più in alto in classifica ma non ci sono stati dati i tre punti perché non è la prima volta che partecipiamo al bando”. 


I lavori in centro comporteranno una riqualificazione mirata principalmente all'illuminazione e all'arredo urbano: gli interventi porteranno al rifacimento del manto stradale di via San Lorenzo e di via San Giacomo della Vittoria, in vista di un'eventuale e futura pedonalizzazione, con l’inserimento di attraversamenti pedonali e anche una sorta di punto di ritrovo davanti alla Chiesa di San Giacomo della Vittoria. Cambierà l’illuminazione con nuove luci a led la cui gradazione sarà scelta di concerto con i commercianti. Non saranno sostituiti i lampioni; saranno invece installati nuovi elementi di arredo urbano come panchine, cestini, rastrelliere per biciclette e complessivamente sono 115 le attività commerciali che beneficeranno di queste migliorie.

L'intervento si propone di saldarsi con il recupero dell'ex chiesa di San Francesco, dell'ex ospedale militare e la valorizzazione dei giardini Pittaluga, andando così a riqualificare una grande porzione del centro cittadino. L'occasione sarebbe in realtà stata ghiotta per arrivare già ora alla costituzione di una ztl, ma le resistenze di tanti commercianti hanno convinto l'amministrazione a non provarci: "prima di poter chiudere il centro serviranno parcheggi efficienti nelle zone circostanti" ha ribadito il primo cittadino, che sta ancora ragionando sul luogo idoneo a incrementare l'offerta di posti auto. 

Il problema per Alessandria è però quello di far quadrare i conti a livello di cassa: "le entrate utilizzabili derivano in larga parte dagli oneri di urbanizzazione che il Comune riceve e dai mutui che è in grado di accendere - spiega Cuttica - ma si arriva comunque solo fino a un certo punto stando alle regole attuali, anche perché non tutti i soldi promessi arrivano poi nei tempi stabiliti: dalla Regione stiamo ancora aspettando i contributi relativi alla realizzazione del ponte Meier". 

Insomma, non potendo affrontare in contemporanea interventi legati alle periferie e al centro, Alessandria si trova, giocoforza, a puntare ora tutto sul proprio centro, che nei prossimi anni vedrà i risultati dei fondi Por Fesr e dei Percorsi urbani del Commercio concentrati in un'area sinergica che andrà da via San Giacomo della Vittoria fino a ridosso di Piazza della Libertà, provando a sostenere quel "centro commerciale naturale" insidiato sempre più dai colossi della grande distribuzione già presenti in città e che stanno per arrivare (nei prossimi mesi si inaugureranno le due grandi nuove aree commerciali oggi cantierate ai due ingressi della città) e dal commercio online, forse il rivale in assoluto più difficile da battere. 
13/08/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


StrAlessandria 2019
StrAlessandria 2019
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale