Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

'Sinistra per Alessandria' con Rita Rossa: “Scelta di coerenza, serve continuità”

Presentato il simbolo della lista civica (in via di definizione) formata dai rappresentanti di 'Sinistra Italiana-Sel' e di 'Art.1 - Mdp' a sostegno di Rita Rossa per le 'Comunali' dell'11 giugno. Con il Pd separati in Parlamento, ma ad Alessandria si resta uniti: "Qui centrosinistra compatto". "Quarto Polo? Intesa impossibile, troppo trasversale"
ALESSANDRIA - “A livello nazionale la sinistra radicale ha deciso di rompere con il Partito Democratico, per coerenza qui ad Alessandria è stata scelta una strada diversa. Con l'attuale amministrazione abbiamo sempre lavorato in maniera compatta e proprio grazie a questa intesa abbiamo ottenuto risultati importanti”, così Renzo Penna spiega la scelta della lista civica 'Sinistra per Alessandria' di sostenere la candidatura del sindaco uscente Rita Rossa. Nel corso della presentazione del simbolo della lista che riunisce i rappresentanti locali di 'Sinistra Italiana – Sel' e del neonato 'Art. 1 – Movimento Democratici e Progressisti', organizzata nella mattinata di giovedì 20 nel foyer del Teatro Comunale, i due consiglieri comunali Renzo Penna (Sel) e Fabio Camillo (Mdp) hanno elencato i contenuti principali a cui 'Sinistra per Alessandria' farà riferimento nella prossima consiliatura in caso di elezione. “Presentare il nostro simbolo al Teatro Comunale è una scelta emblematica, - afferma Renzo Penna - perché questo luogo sintetizza gli ambiti nei quali intendiamo muoverci e in cui ci siamo impegnati negli ultimi cinque anni: la difesa del lavoro e dell'occupazione, la tutela dell'ambiente e della cultura”.

A proposito di lavoro, il consigliere Penna ricorda, non a caso, le note vicende che hanno portato alla liquidazione della Fondazione Teatro Regionale Alessandrino e al conseguente reimpiego in Amag dei suoi 15 dipendenti (in qualità di letturisti di contatori), “quando invece, almeno inizialmente, erano previste soluzioni decisamente più drastiche per i dipendenti delle varie partecipate comunali”; la bonifica da amianto del teatro per ciò che ha riguardato la tutela dell'ambiente - “all'inizio erano in pochi a ritenerla possibile, un percorso nuovo e complicato andato invece a buon fine” - e la valorizzazione della biblioteca comunale in ambito culturale, con la recente localizzazione di un nuovo deposito librario, “che certamente non risolverà tutti i problemi, ma che contribuirà ad eliminarne una parte molto rilevante”, infine la riapertura al 'Comunale' della sala Ferrero, “molto apprezzata da tutta la cittadinanza”. L'insieme di tutti questi aspetti caratterizzerà “gli obiettivi e gli impegni amministrativi della nostra lista anche in caso di rielezione”.

Jobs Act, 'Buona scuola', legge elettorale e riforma costituzionale, provvedimenti e proposte che hanno portato alla scissione tra la cosiddetta corrente 'renziana' del Partito Democratico e le forze parlamentari alla sua sinistra. Ad Alessandria, però, questo non è accaduto. “Non è successo perché qui le cose sono andate diversamente. Il centrosinistra ha sostenuto in maniera compatta ciò che ha promesso in campagna elettorale. Nel periodo di dissesto - sottolinea Fabio Camillo - a fronte di proposte drastiche si è scelto invece un altro percorso, fatto di confronti costruttivi con le parti sociali, ottenendo un risultato all'inizio per nulla scontato. Il bilancio è stato riequilibrato nei 18 mesi previsti dalla legge e nel 2016 il Comune ha chiuso il terzo consuntivo consecutivo in pareggio, oltretutto recuperando risorse per nuovi investimenti”. 

Incolmabili secondo Renzo Penna le differenze con il 'Quarto Polo' di Oria Trifoglio e Felice Borgoglio, schieramento con cui da subito è sembrato impossibile trovare un punto d'incontro. “Stiamo parlando di una lista trasversale che raggruppa elementi di destra e di sinistra. Una scelta che non condividiamo, - precisa Penna - perché riteniamo che debbano continuare ad esserci delle precise differenze tra i due schieramenti”. Più di tutto, però, ciò che ha determinato la scelta fatta da 'Sinistra per Alessandria' è aver ritunuto necessaria “una continuità amministrativa. Questa città ha un gran bisogno di continuità. Tornare a mettere in discussione ciò che è stato fatto negli ultimi cinque anni – conclude Renzo Penna – è secondo noi deleterio. La nostra ambizione è quella di rappresentare qui ad Alessandria una forza politica alla sinistra dell'attuale Pd, che sia però allo stesso tempo una forza politica significativa e con una cultura di governo”.

La composizione della lista a sostegno di Rita Rossa è ancora in via di definizione. Nei prossimi giorni la presentazione dei candidati.
21/04/2017
Alessandro Francini - redazione@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


I Grigi tornano a casa con una serata di gala
I Grigi tornano a casa con una serata di gala
Lucchese-Alessandria, il dopo gara
Lucchese-Alessandria, il dopo gara
Alessandria-Olbia, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Olbia, le foto di Gianluca Ivaldi
Comitato Alluvionati al Palazzo Lascaris
Comitato Alluvionati al Palazzo Lascaris
Il Comitato in partenza per la manifestazione
Il Comitato in partenza per la manifestazione
Il Comitato alluvionati a Palazzo Lascaris
Il Comitato alluvionati a Palazzo Lascaris
Fulmine colpisce un albero davanti all'ospedale
Fulmine colpisce un albero davanti all'ospedale
Bestiario della Cittadella
Bestiario della Cittadella
Giana Erminio-Alessandria 2-2. Il dopo partita
Giana Erminio-Alessandria 2-2. Il dopo partita
Alessandria-Pisa 0-2. Il dopo partita
Alessandria-Pisa 0-2. Il dopo partita