Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Una nuova "coraggiosa" stagione per il Tra

A quelli già collaudati si uniranno nuovi luoghi per la rappresentazione e diverse saranno le collaborazioni con i gruppi e le associazioni del territorio. Molti gli artisti che hanno accettato di offrire i proprio spettacoli a cache ridotto. Il percorso Tanto di Capello! riporterà la Borsalino al centro della scena
ALESSANDRIA - "Il teatro si può fare anche senza una struttura fisica che lo ospiti - ha detto, nel corso di un incontro svolto ad illustrare lo stato attuale del Teatro Comunale e del Tra, il sindaco Rita Rossa - e le esprienze portate avanti da diverse realtà alessandrine negli scorsi anni, che spesso si sono strutturate in maniera autonoma, ne sono la dimostrazione"
Per questo motivo, il Tra ha deciso di non aspettare la riapertura del Comunale, per offrire una "nuova corraggiosa stagione" per la quale ha stretto collaborazioni con diverse relatà locali e giovani gruppi che si muovono sul territorio, e ha scelto diverse sedi, in città e fuori: i già collaudati Teatro Alessandrino e Teatro Sociale di Valenza, ma anche il Teatro Ambra e altre location.
Sarà un modo per superare il momento di crisi in cui versa il teatro italiano e in modo particolare quello alessandrino; a dimostrarlo, il fatto che sono molti gli artisti di fama nazionale che hanno accettato di sostenere il Teatro, offrendo i propri spettacoli a cachet ridotto se non addirittura dimezzato.
Parliamo delle Sorelle Marinetti, che saranno ospiti al Teatro Sociale di Valenza, del Teatro dell'Elfo, che ha in cartellone Improvvisamente l'estate scorsa di Tennessee Williams, con la regia di Elio De Capitani.
Anche il Teatro Stabile di Brescia e Teatro degli Incamminati contribuirà alla Stagione, con Franco Brancaroli protagonista ad Alessandria con il suo Servo di scena, di Ronald Harwood. E poi la compagnia di Aldo Ottobrino e Paolo Zanchin, la Compagnia Gank, che ha collaborato con un classico di Shakespeare, la commedia Molto rumore per nulla.
Un contributo inoltre è arrivato dal Teatro Stabile di Torino, con lo spettacolo Picolla guerra perfetta, di Domenico Castaldo, tratto dall’omonimo romanzo di Elvira Dones.

Uno spazio particolare verrà inoltre dedicato alla comicità e al cabaret, con una attenzione verso quegli artisti nati sotto il cappello di Zelig.

"A questi si aggiungerà Tanto di cappello! un percorso tra immagini, teatro e gioco, volto ad esplorare il ruolo del cappello nel cinema e nell'arte - ha sottolineato con orgoglio la direttrice del Tra Anna Tripodi - che prende spunto dallo storico rapporto tra la città di Alessandria e Borsalino."

Un progetto realizzato in collaborazione con il Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo di Arte, AgriTeatro, Brachetti Arte, Città delle Vittorie, Teatro Regionale Alessandrino, Sartoria Farani, Atelier Elio Sanzogni, e con la partecipazione di Alberto Barbera, Paola Bigatto, Arturo Brachetti, Santuzza Calì, Gianni Canova, Tonino Conte, Steve Della Casa, Nuccio Lodato, Gianni Masella, Anna Pironti, Michelangelo Pistoletto, Gian Luigi Toccafondo, Coordinamento e organizzazione generale di A.S.P.AL. S.r.l., promosso dalla Città di Alessandria, con il contributo di Fondazione C.R.T. e di Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria. 

Un progetto, composto da un ricco calendario di eventi, che sarà inaugurato da Arturo Brachetti - simbolo della fantasia e dello stile italiano nel mondo - venerdì 16 novembre alle 18 al Museo del Cappello Borsalino di Alessandria con un incontro in cui il famoso trasformista andrà all’origine della sua vocazione. Partendo dal suo rapporto con il cappello e utilizzando una semplice “tesa” nera, vuota nel centro, darà luogo, con la caratteristica e incantevole velocità, a decine di copricapi e personaggi, in venti minuti di sorprese insieme semplici e straordinarie.
La sera di venerdì 16 novembre il viaggio nell’arte del cappello proseguirà con l’inagurazione, al Museo, della mostra Giù il Cappello! volti copricapi maschere e travestimenti nei collage di Tonino Conte e nei bozzetti e costumi di Santuzza Calì. Dove il regista e fondatore del Teatro della Tosse, nella sua nuova veste di artista visivo, e la costumista e scenografa Santuzza Calì renderanno omaggio a quello che - in tutte le sue fogge e varianti, con o senza piume, dotato o no di veletta, a larghe tese o a visiera - è senza dubbio e da sempre il più “teatrale” dei capi di abbigliamento.

Anche il saluto al nuovo anno non passerà senza un omaggio teatrale a chi i cappelli li fabbricava, le mitiche “Borsaline”, con lo spettacolo itinerante negli ambienti del Museo ideato da Gianni Masella con Paola Bigatto, che la sera di lunedì 31 dicembre proporrà al pubblico una Festa Teatrale di Capodanno con brindisi finale tra attori e spettatori.

Sabato 16 febbraio 2013 inaugurazione, al Museo del Cappello Borsalino, de Il Cinema con il Cappello: Borsalino nei disegni di Gian Luigi Toccafondo, esposizione dei disegni sul film creati dal geniale illustratore che ha tradotto con il suo tratto le atmosfere noir della famosa pellicola interpretata da Alain Delon e Jean Paul Belmondo.

Per la mostra successiva - Il Cinema e il Cappello: Borsalino e altre Storie, ci si trasferirà – da sabato 23 febbraio - nello storico Palazzo Monferrato. All’esplorazione dell’identità e dei tratti iconografici del cappello è dedicata quest’esposizione-percorso multimediale, con frammenti di cinema e arte che ruotano attorno a questo evocativo accessorio. All’inaugurazione sarà presente il critico Gianni Canova, curatore della mostra presso la Triennale di Milano nel 2011.

Gli avvenimenti conclusivi del programma Tanto di Cappello! saranno tutti all’aperto, nel segno della festa. In primavera una Grande Caccia al Tesoro, a cura di AgriTeatro e dell’Associazione Città delle Vittorie: a piedi o in bicicletta si percorrerà un itinerario alla scoperta dei luoghi Borsalino.


Ad oggi altri spettacoli sono in via di definizione, e a metà novembre il Tra sarà in grado di annunciare con orgoglio la “piccola” ma grande stagione 2012-13 che dovrebbe iniziare a dicembre. Intanto è possibile reperire informazioni in merito a quanto già stato programmato in via definitiva, sul sito  www.teatroregionalealessandrino.it, su www.aspal.it, su, o scrivendo a info@aspal.it. Tel. 0131234266 e 013152266.


24/10/2012

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Polizia Penitenziaria protesta davanti alla casa circondariale Catiello Gaeta
Polizia Penitenziaria protesta davanti alla casa circondariale Catiello Gaeta
Manifestazione della Polizia Penitenziaria, situazione insostenibile in Alessandria
Manifestazione della Polizia Penitenziaria, situazione insostenibile in Alessandria
Alessandria-Viterbese, le foto del post partita
Alessandria-Viterbese, le foto del post partita
I Grigi tornano a casa con una serata di gala
I Grigi tornano a casa con una serata di gala
Lucchese-Alessandria, il dopo gara
Lucchese-Alessandria, il dopo gara
Alessandria-Olbia, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Olbia, le foto di Gianluca Ivaldi
Comitato Alluvionati al Palazzo Lascaris
Comitato Alluvionati al Palazzo Lascaris
Il Comitato in partenza per la manifestazione
Il Comitato in partenza per la manifestazione
Il Comitato alluvionati a Palazzo Lascaris
Il Comitato alluvionati a Palazzo Lascaris
Fulmine colpisce un albero davanti all'ospedale
Fulmine colpisce un albero davanti all'ospedale