Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Un volo di 5 metri: ancora grave la donna. Intanto la segnalazione alla Procura

Restano ancora gravi le condizioni della donna che nella notte tra sabato e domenica scorsi è precipitata dentro ad una "bocca di lupo" in corso Crimea dove una ditta stava eseguendo lavori di pulizia. Lesioni anche per il vigile del fuoco e il vigile urbano che hanno tentato di soccorrerla. Intanto la Municipale ha fatto la segnalazione alla Procura della Repubblica, mentre proseguono le indagini per capire "come è andata"
 ALESSANDRIA - Se si è trattato di una disgrazia o ci sono responsabilità è ancora da accertare. Quel che è certo è che nella notte tra sabato e domenica in tre sono precipitati dentro una “bocca di lupo” davanti alla gelateria Cercenà di corso Crimea facendo un volo di 5 metri.

All'una di notte, l'impresa che si occupa della pulizia (mozziconi e altro) stava lavorando. Ma cosa ci faceva lì e come è potuto accadere che una donna, l'alessandrina Antonella Di Maggio, ci sia crollata dentro? La grata era stata rimossa e sotto c'è una lastra di plexiglass che ha la funzione di “collettore” di sporcizia: è stata questa a non reggere il peso, a rompersi e a far crollare prima la donna e a seguire anche il vigile del Fuoco arrivato per prestare soccorso (Alessandro Salvetti 38 anni di La Spezia) e il vigile urbano presente per transennare e mettere in sicurezza l'area dopo l'incidente (Carlo Scozzaro, 46 anni). L'agente della Municipale è stato operato ad un braccio; gravi contusioni anche per il vigile del Fuoco. Mentre la donna è ancora in gravi condizioni e resta in prognosi riservata.

La dinamica è al vaglio degli agenti della Municipale: c'è da capire come è andata, cosa ci facesse lì la donna, come sia finita su quella lastra dove si stava lavorando. E mentre si continuano ad aggiungere tasselli a quanto accaduto, la Polizia Municipale ha fatto la segnalazione alla Procura della Repubblica a carico della ditta che stava eseguendo i lavori per “mancato collocamento della segnaletica idonea” e per “lesioni personali”. Questa prima parte d'indagine sarà il punto di partenza in attesa di verbali e altra documentazione che spieghi momento dopo momento cosa è successo quella notte in Corso Crimea, per consentire così al magistrato di valutare se esistono responsabilità.
9/08/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centauri 2018: primo gruppo
Centauri 2018: primo gruppo
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Inaugurato il nuovo Centro Giovani ai Giardini Pittaluga
Inaugurato il nuovo Centro Giovani ai Giardini Pittaluga
Operazione Black and White dei Carabinieri contro il capolarato
Operazione Black and White dei Carabinieri contro il capolarato
Festival prevenzione e innovazione in oncologia ad Alessandria
Festival prevenzione e innovazione in oncologia ad Alessandria
La visita di Brumotti all'ospedale infantile Cesare Arrigo
La visita di Brumotti all'ospedale infantile Cesare Arrigo
Lo spettacolo in carcere, ispirato a 900 di Baricco
Lo spettacolo in carcere, ispirato a 900 di Baricco