Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

"Ultimatum" dai sindacati a Palazzo Rosso. Si parte con gli scioperi

Dura presa di posizione di Cgil, Cisl e Uil verso l'amministrazione: "i tavoli non hanno portato a nulla. Ci vogliono i piani industriali e basta con i rimpalli di responsabilità". L'8 febbraio sciopero del personale Atm, ma sarà mobilitazione in tutte le partecipate e cooperative
ALESSANDRIA - Hanno scelto la linea dura, questa volta, i sindacati. “Una scrollatina che ci voleva”, dice Silvana Tiberti, segretario generale Cgil. “Non è una minaccia, ma una richiesta chiara alla quale chiediamo che venga risposto con altrettante chiarezza”, aggiunge Aldo Gregori, Uil. “Un intervento deciso che però non preclude il dialogo”, conclude Alessio Ferraris, Cisl.
Ad otto mesi dall'insediamento della giunta di Rita Rossa i sindacati chiedono all'amministrazione di palazzo Rosso una svolta politica e nelle relazioni tra le parti. C'è già una data, l'8 febbraio, giorno in cui i lavoratori di Atm incroceranno le braccia, dopo essersi riuniti in assemblea. Assemblea e sciopero, agitazione permanente, “qualcosa di diverso”, le ipotesi che fanno i tre sindacati sono aperte. L'obiettivo è quello di imporre un cambiamento, “perchè non ci si può più trascinare avanti così”.
Si parte con Atm, a ruota – o in concomitanza - anche le altre partecipate si uniranno allo sciopero. Ma lo scopo della presa di posizione non è quella di arrivare all'astensione del lavoro, è quella di trovare una soluzione per il lavoro.
“L'idea dello sciopero è maturata dopo l'incontro il Prefettura con la presidenza Atm e l'amministrazione. Il presidente Cabella ha parlato di un centinaio di esuberi. E' inaccettabile che ci sia un'amministrazione che demanda le scelte alla presidenza della partecipata, e la presidenza che dice di fare riferimento al Comune”, è lo sfogo di Ferraris. “I lavoratori hanno agito con senso di responsabilità, per contro i tavoli organizzati non hanno portato a nulla”, aggiunge Ferraris.
Gregori: “Chiediamo che l'amministrazione parli con voce univoca, con chiarezza. Noi diciamo che nessuno deve rimanere indietro, ma ci vuole un'idea dii dove andare, un piano industriale chiaro”.
Anche Tiberti è diretta: “Leggiamo di ipotesi di movimenti, Aspal, Costruire Insieme, il teatro. Ma c'è un disegno complessivo?”
Qualcosa si è rotto nei rapporti tra gli amministratori di palazzo e i lavoratori? “Crediamo che il dialogo possa e debba restare aperto”, precisano Cgil, Cisl e Uil. Basterebbe parlare un solo linguaggio.
L'ultimo sciopero, il 26 ottobre (nelle foto), era stato proclamato "per la città" e la città aveva risposto unitariamente. Questa volta sembra più dura.
 
30/01/2013

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


StrAlessandria 2019
StrAlessandria 2019
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale