Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Tra centralizzazione e decentramento: un convegno sulla nascita dell'Italia repubblicana e dell'Europa unita

Organizzato dal Laboratorio di Storia, Politica e Istituzioni dell'Università, il convegno del 23 e 24 marzo analizzerà il decennio cruciale 1939-1948
ALESSANDRIA - Il Laboratorio di Storia, Politica e Istituzioni (La.S.P.I.) del Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali di Alessandria organizza il 23 e 24 marzo il Convegno di studi Centralizzazione, decentramento e federalismo tra guerra civile europea, resistenza e ricostruzione democratica (1939-1948). Interamente ospitato dalla Sala Lauree di Palazzo Borsalino (via Cavour 84), il convegno è coordinato dal professor Corrado Malandrino, ordinario di Storia delle dottrine politiche, e dal dottor Stefano Quirico; l’evento, a cui prenderanno parte studiosi dell’Università del Piemonte Orientale e di altri Atenei italiani, sarà anche l’occasione per contribuire alla celebrazione pubblica del 60° anniversario della firma dei Trattati di Roma, che ricorre il 25 marzo.

“Il Convegno di studi – ha sottolineato il professor Malandrino – indagherà il complesso decennio che abbraccia l’inizio della Seconda Guerra Mondiale e i primi anni del Dopoguerra, scandito dal susseguirsi di guerra, resistenza e ricostruzione democratica. È proprio in questi anni che nuove sensibilità federative e autonomistiche mettono a fuoco il centralismo statale sovrano tra le cause che hanno portato, nel primo dopoguerra, alla nascita dei totalitarismi. Lo Stato nazionale moderno è percepito come modello da depotenziare in termini dottrinari e istituzionali, favorendo la nascita di libere aggregazioni federative sovranazionali e valorizzando principi ed elementi di autogoverno e autogestione a livello regionale o locale”.

Le due giornate di lavori intendono ripercorrere la discussione tra decentratori e accentratori, evidenziando il contributo offerto da note personalità dell’Italia del tempo – alcune delle quali di origine alessandrina e piemontese – accanto a studiosi e intellettuali europei, da cui traggono origine proposte e suggestioni che conservano un elevato significato politico-culturale a 60 anni di distanza dai Trattati di Roma e in vista del 70° anniversario della Costituzione repubblicana.

Il convegno sarà introdotto dal professor Salvatore Rizzello, direttore del Dipartimento, e dal professor Malandrino giovedì 23 marzo alle 15; tra i relatori, oltre ai docenti dell’Upo Chiara Tripodina, Giorgio Barberis, Maurilio Guasco e Francesco Ingravalle, interverranno Claudio Palazzolo (Università di Pisa), Francesco Tuccari, Sara Lagi e Umberto Morelli (Università di Torino), Stefano Parodi e Anna Maria Lazzarino Del Grosso (Università di Genova), Alberto Ballerino e Tiziana Carena (La.S.P.I.), Luciana Ziruolo (Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea di Alessandria “C. Gilardenghi”).
17/03/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Visita tra il gelo e il freddo del Rifugio Cascina Rosa
Visita tra il gelo e il freddo del Rifugio Cascina Rosa
Visita al Gattile Sanitario in Alessandria
Visita al Gattile Sanitario in Alessandria
La mia Cittadella
La mia Cittadella
Cena di Natale alla Casa di Quartiere
Cena di Natale alla Casa di Quartiere
Siamo tutte bastarde. Il collettivo Non una di meno manifesta sotto la sede di Aries Tv
Siamo tutte bastarde. Il collettivo Non una di meno manifesta sotto la sede di Aries Tv
Alessandria-Pontedera 5-1. Il dopo gara
Alessandria-Pontedera 5-1. Il dopo gara
#SaveBorsalino: la città mette in mostra il suo cappello!
#SaveBorsalino: la città mette in mostra il suo cappello!
Gli auguri del sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco
Gli auguri del sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco
'Verrete tutti sottomessi': espulso il nordafricano considerato pericoloso
'Verrete tutti sottomessi': espulso il nordafricano considerato pericoloso
Sciopero nazionale della grande distribuzione
Sciopero nazionale della grande distribuzione