Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Spese di pulizia più care? “E' sotto gli occhi di tutti la sporcizia che c'è nel Palazzo”

Con queste parole ha esordito l'assessore al bilancio del Comune, Cinzia Lumiera, nel “giustificare” insieme alla dirigente Orietta Bocchio l'aumento di spesa per le “pulizie” degli edifici comunali presente nella variazione di bilancio. L'attuale convenzione scade a fine anno e si utilizzerà un nuovo sistema di appalto del servizio, con gara telematica e con un ritorno post-dissesto ad un livello "alto" di pulizia
 ALESSANDRIA - “E' sotto gli occhi di tutti la sporcizia che c'è nel Palazzo”. Con queste parole ha esordito l'assessore al bilancio del Comune, Cinzia Lumiera, nel “giustificare” insieme alla dirigente Orietta Bocchio l'aumento di spesa per le “pulizie” degli edifici comunali presente nella variazione di bilancio approvata in Consiglio comunale giovedì 16 novembre.

Tra le modifiche compare sul 2018 una maggiore spesa di 50 mila euro sul capitolo per le pese di pulizia. “Come mai?- aveva chiesto il consigliere Giorgio Abonante del Pd in commissione - Visto che in fase di dissesto la nostra amministrazione le aveva addirittura ridotte?”.

A spiegare il tutto è la dirigente Bocchio: “A fine anno, scade il contratto per le pulizie con Manital che era un appalto dato seguendo la procedura di convenzione Consip. Si trattava di una spesa annua di 600 mila euro quando fino al 2015 erano ricomprese nelle convenzione le pulizie degli uffici comunali e anche di quelli giudiziari”. Poi gli uffici del Tribunale si sono staccati, ma “il livello previsto dalla nostra convenzione era quello che si definisce 'alto' di pulizia”. Le riduzioni di spesa sono arrivate nel 2013 con il dissesto del Comune: “c'è stata una diminuzione di costi, a 440 mila euro (anziché 600 mila) annui, che si è potuta avere perché si è dovuti scendere anche di livello, passando a quello 'medio-basso' di pulizia”. Oggi questo livello non soddisfa più l'amministrazione comunale, come si è potuto chiaramente comprendere dalle parole dell'assessore.

Ma vista la scadenza ormai prossima dell'appalto al 31 dicembre, si è decido di optare per una nuova tipologia di appalto, detto “specifico” che viene calcolato proprio sulle esigenze dell'ente pubblico, di durata biennale (e rinnovabile) e che non segue più la convenzione Consip ma che utilizza una procedura di gara telematica (Sda, sistema dinamico di acquisizione, di cui fanno parte circa 600 aziende accreditate). La spesa presunta per le pulizie con questo nuovo appalto e tornando ad un livello “medio-alto” è di circa 500 mila euro. Per questo serviva una variazione in positivo, cioè in aggiunta, di circa 50 mila euro.

Il 10 novembre scadeva la possibilità di sopralluogo delle ditte interessare e il 20 dello stesso mese è la scadenza per la presentazione delle offerte, ovviamente senza più materiale cartaceo, ma tutto per via telematica, “con una maggiore garanzia con questa tipologia di gara di garantire segretezza (si entra nel sistema con password), trasparenza e par-condicio.

“Scelta positiva – per il consigliere Enrico Mazzoni, Pd – non andare più in convenzione Consip, che offriva un servizio scadente. Inoltre così magari si potranno premiare imprese del territorio che offrono il servizio”. L'aspetto positivo di voler raggiungere standard di qualità superiori non basta però a frenare i timori dell'ex assessore al Bilancio, Abonante, che parla di “rischio di far decollare la spesa se manca ancora una visione d'insieme, che è quella rappresentata nel Dup, il Documento unico di programmazione della giunta”.
18/11/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Premio “Franco Marchiaro”: Griseri, Massone e Prato sono i vincitori
Premio “Franco Marchiaro”: Griseri, Massone e Prato sono i vincitori
Enzo Paci a SettimoCielo
Enzo Paci a SettimoCielo
“Se stasera siamo qui”: lo spettacolo per l'inaugurazione della mostra
“Se stasera siamo qui”: lo spettacolo per l'inaugurazione della mostra
Alessandria in merda
Alessandria in merda
Alessandria si accende : ecco le luminarie di Natale
Alessandria si accende : ecco le luminarie di Natale
Piacenza-Alessandria 3-2. Il dopo partita
Piacenza-Alessandria 3-2. Il dopo partita
Polizia Penitenziaria protesta davanti alla casa circondariale Catiello Gaeta
Polizia Penitenziaria protesta davanti alla casa circondariale Catiello Gaeta
Manifestazione della Polizia Penitenziaria, situazione insostenibile in Alessandria
Manifestazione della Polizia Penitenziaria, situazione insostenibile in Alessandria
Alessandria-Viterbese, le foto del post partita
Alessandria-Viterbese, le foto del post partita
I Grigi tornano a casa con una serata di gala
I Grigi tornano a casa con una serata di gala