Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Provincia

L'oasi dello skate di San Giuliano: tra rampe ed orti la parola d'ordine è condividere

Nel 2012 la Cascina Stortigliona di San Giuliano Nuovo da rudere in stato di abbandono è stata trasformata nel più importante punto di riferimento per gli skaters della provincia e non solo. La Skate Farm, però, è anche molto altro...
PROVINCIA - Una cascina multicolore (e polifunzionale) nel bel mezzo della rustica pianura mandrogna. Grazie ad un gruppo di amici amanti dello skate, a San Giuliano Nuovo un casolare in stato di abbondono è stato recuperato e portato a nuova vita per farlo diventare la casa di chi fino ad oggi, ad Alessandria e provincia, era alla ricerca di uno spazio sicuro dove poter 'skateare' lontano dal caos cittadino. "Abbiamo circa un centinaio di tesserati che provengono un po' da tutto l'alessandrino, dall'astigiano, qualcuno anche dalla provincia di Pavia. Stiamo diventando un punto di riferimento per gli skaters di queste parti, anche perché abbiamo l'unica struttura al coperto di tutto il Piemonte" spiega Massimiliano Barile, insieme a Felipe Le Seur fondatore dell'associazione 'La Brugola Skate' dalla quale è nato il progetto 'Skate Farm'.

Un recupero partito da zero e che per prima cosa ha riguardato proprio rampe e pedane, acquistate e riutilizzate dopo la dismissione del Trinity SkatePark di Milano."Per diverso tempo il Comune di Tortona ci ha permesso di utilizzare l'ex mercato coperto" racconta Massimiliano Barile, "ma dopo un po' siamo dovuti andare via. E' nata perciò in noi l'esigenza di trovare uno spazio al coperto in cui rimontare pezzo per pezzo la struttura dello skatepark milanese". Una ricerca durata parecchio, "ci siamo rivolti a diversi Comuni della zona, ma in cambio abbiamo ricevuto solo promesse e buone intenzioni", poi nel 2011 la svolta. Un amico comune viene a conoscenza delle necessità di Felipe e Massimiliano e decide di lasciare loro la vecchia cascina di famiglia in disuso da molti anni. Così, nel dicembre del 2012 la Skate Farm apre ufficialmente i battenti.

La Skate Farm, però, è qualcosa di più di un semplice luogo di ritrovo per skaters. Alla Cascina Stortigliona, infatti, la tavola a rotelle diventa più che altro il punto di connessione in una sorta di laboratorio progettuale inclusivo e comunitario, che unisce allo skateboarding il piacere di rimanere in sintonia con le persone e la natura. Grazie all'incontro con la ortoterapista Margherita Volpini, infatti, Felipe e Massimiliano hanno deciso di avviare un orto condiviso a disposizione di chiunque diventi socio della Skate Farm sottoscrivendo la tessera annuale. "Prendersi cura di un piccolo orto insieme ad altre persone ci accomuna nella dimensione della cura, dell'attesa, del rispetto, della partecipazione, dell'ascolto, non solo verso la terra ma anche verso i propri simili. Insieme agli ortaggi si coltivano il senso di appartenenza e partecipazione, attraverso le piante ci si riconnette alla vita" sostengono i ragazzi della 'Stortigliona'. Orto condivisio che diventerà anche, e forse soprattutto, percorso didattico dedicato ai più piccoli. Educare ed abituare le nuove generazioni alla cultura della collaborazione, del rispetto e della socializzazione come tappa fondamentale per una società in cui integrazione e scambio culturale siano sinonimo di opportunità e ricchezza. "Da qualche tempo  - spiega Massimiliano - abbiamo anche stretto una partnership con l'associazione Aias (Associazione Italiana Assistenza Spastici, ndr) per aiutare i ragazzi della comunità a socializzare e ad aprirsi al mondo attraverso percorsi didattici mirati".

L'intenzione di Felipe e Massimiliano è quella di non fermarsi ed anzi crescere ancora. Tra i loro progetti, infatti, c'è anche la realizzazione di una pista all'aperto, "anche perché le adesioni aumentano di anno in anno e con una pista in più potremmo garantire ai nostri associati un servizio migliore". Proprio a questo proposito la Skate Farm ha stretto una collaborazione con Coppolella Clothing, negozio on line di abbigliamento streetwear. Acquistando gli articoli 'Coppolella' sarà possibilie contribuire alla costruzione della nuova area esterna della Cascina Stortigliona.
5/11/2018
Alessandro Francini - redazione@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa