Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Si accelera sulla "privatizzazione" dei cimiteri: servono investimenti per 12 milioni di euro

E' una delibera di giunta di Palazzo Rosso a "schiacciare l'acceleratore" sulla partnership pubblico-privata per la gestione e manutenzione di tutti i cimiteri cittadini. "Mancano 4 mila loculi nel cimitero di Alessandria, ma anche a Casalbagliano e Valle S. Bartolomeo". Poi serve personale per mantenere un certo decoro e tutti i servizi: investimenti complessivi per circa 12 milioni di euro. Che il Comune non ha e non si può accollare con mutuo...
 ALESSANDRIA - La logica è sempre la stessa: un migliore servizio per i cittadini, con un minore esborso di risorse per il Comune. Lo stesso indirizzo a cui l'amministrazione di Palazzo Rosso sta guardando per il complesso sportivo “Barberis (Borsalino)- Nuoto Club e Pista di Atletica” cioè un partenariato pubblico-privato, attraverso un avviso pubblico esplorativo, dove i privati esercitino un ruolo attivo, viene adottato anche per i cimiteri cittadini. Un percorso già annunciato, ma sul quale ora si schiaccia l'acceleratore.

“Necessità/opportunità/utilità di procedere per la gestione di tutti i cimiteri comunali, con una strategia gestionale complessiva che, nel rispetto delle norme, consenta il miglioramento dei servizi resi ai cittadini con risparmio di risorse comunali rispetto all’attuale prefigurazione, stabilendo quale nuovo indirizzo programmatico la ricerca sul mercato della più efficace/idonea/congrua forma di partenariato pubblico/privato con l’assunzione in capo al proponente degli oneri e degli obblighi derivanti dalla progettazione e realizzazione degli interventi (manutentivi ed ampliativi), nei vari cimiteri e della loro gestione per tutta la durata contrattuale, tenendo conto del contratto attualmente in essere di concessione relativa alla costruzione e gestione degli impianti di illuminazione votiva con scadenza a fine 2040 nonché dell’assunzione, sempre in capo al proponente, dei rischi operativi secondo le indicazioni circa gli interventi sulle strutture, la fornitura di servizi, gli impegni dettati dal Comune”.

Si guarda a tutti i cimiteri, sia cittadini che dei sobborghi: cimitero Urbano, cimitero Israelitico (in adiacenza a quello urbano), cimitero Musulmano (in adiacenza a quello urbano) il cui utilizzo è disciplinato da specifico protocollo d’intesa tra l’Amministrazione Comunale e il Presidente del Centro Culturale Islamico di Alessandria, cimitero di Cantalupo, Casalbagliano, Cascinagrossa – Litta Parodi, Castelceriolo, Lobbi, Mandrogne, San Giuliano Nuovo, San Giuliano Vecchio, San Michele, Spinetta Marengo, Valle San Bartolomeo, Valmadonna e Villa del Foro. Su tutti è necessaria una manutenzione delle strutture già presenti, oggi eseguita parzialmente in-house e prevalentemente con affidamenti esterni, una pulizia delle parti comuni e manutenzione delle aree inedificate oltre a tutta la gestione tecnico-amministrativa. Poi ci sono servizi quali ricevimento salme 24 ore su 24, anche nei giorni festivi consecutivi, servizio obitoriale e operazioni di tumulazioni - inumazioni - estumulazioni, ordinarie e straordinarie - esumazioni, ordinarie e straordinarie – traslazioni e servizio di guardiana: sempre meno personale, che andrà a diminuire con i pensionamenti di questo anno. E senza contare anche i mezzi operativi ormai vetusti e i materiali e le attrezzature mancanti che rendono sempre più difficile dare un “buon servizio” al cittadino.

Su alcuni campo santi c'è anche la necessità di costruire nuovi loculi, visto anche che negli ultimi 5 – 7 anni si sono stanziate (nei vari bilanci comunali) sempre minori risorse economico-finanziarie sia per manutenzioni che per ampliamenti. A medio termine si prospetta una forte criticità per scarsità di loculi: 4000 per il Cimitero Urbano, 300 per il Cimitero di Casalbagliano e 150 per quello di Valle San Bartolomeo. Con la gestione interna di oggi, il saldo è sempre negativo e l'amministrazione ha deciso di accelerare sulla gestione esterna, a privati, perché per mantenere nei prossimi anni il potenziale di sepoltura necessario, si parla di una stima di esborso di risorse intorno ai 10-12 milioni secondo l'ultimo “studio di fattibilità”.

Soldi che il Comune non ha. E che con difficoltà può pensare di ottenere con l'accensione di un mutuo, per non gravare ulteriormente sui conti e per non sottrarre risorse ad altri investimenti infrastrutturali sempre più cogenti (per strade comunali, fabbricati,ecc).

Investimenti importanti che guardano al “buono stato di decoro”- sia in ragione dell’elevata sensibilità della particolare utenza che si accosta a questi luoghi sia in ragione della natura stessa di questi luoghi di culto e di preghiera – per il quale si rende necessario a breve l’investimento di risorse economico-finanziarie per manutenzioni ed ampliamenti, ma anche personale e mezzi. Investimenti che solo il privato e la logica del “business” possono sostenere in questo momento. La richiesta è quindi di approvazione di questo atto d'indirizzo da parte del Consiglio comunale per fare poi uscire l'avviso pubblico esplorativo, un bando. E il prima possibile.
19/03/2019

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa