Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Sequestrato il marchio Borsalino, la produzione continua

L'operazione della Guardia di Finanza è stata disposta in via 'preventiva', ma la Heres Equita continuerà a gestire il ramo d'azienda e la produzione. Ancora nei giorni scorsi il cappellificio era presente alla settimana della moda di Milano
ALESSANDRIA - Sequestro preventivo per il marchio Borsalino, il cui destino è sempre più legato a carte bollate, tribunali e curatori fallimentari. La Guardia di Finanza ha sequestrato il marchio Borsalino, su richiesta della Procura della Repubblica di Alessandria, dopo che aveva dichiarato fallita nel 2017 la storica fabbrica di cappelli alessandrini.  

L'azienda non ha mai smesso di lavorare, grazie anche alla Haeres Equita che dal 2015 ha affittato il ramo d'azienda e continua a garantire produzione e vendita.

Haeres Equita dimostra tranquillità e fiducia nella magistratura: "prendiamo atto della decisione del Tribunale di Alessandria di disporre il sequestro preventivo del marchio", fanno sapere, "La società ritiene che, all’esito degli accertamenti in corso, emergerà la correttezza del suo operato".
23/02/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali