Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Elezioni 2017

Rita Rossa riparte “dalla credibilità di cinque anni di impegno”

Il sindaco, ricandidato, ha aperto la campagna elettorale al Teatro Macallè di Castelceriolo ripercorrendo gli anni dell'amministrazione di Palazzo Rosso, “dal risanamento ai futuri investimenti”
ALESSANDRIA – Dal Teatro comunale chiuso per inquinamento da amianto al piccolo teatro Macallè di Castelceriolo. Dalla città alla periferia. Sempre usando luoghi ritenuti 'simbolo' per la comunità alessandrina. Così Rita Rossa, sindaco uscente e ricandidato sostenuta da Pd, Moderati, Sinistra per Alessandria e una lista civica che ha fra gli ispiratori anche il vicesindaco Giancarlo Cattaneo, ha presentato l'avvio della campagna elettorale di fronte a oltre duecento persone (moltissime in trasferta dal capoluogo) che hanno gremito platea e galleria. 
Nel 2012 la corsa di Rita Rossa per Palazzo Rosso era iniziata di fronte al Comunale, il Teatro “oggi riaperto (ma da completare ha poi ammesso a metà intervento, ndr)” che insieme a “Cittadella, ponte Meier e riqualificazione di piazza Santa Maria di Castello e di Borgo Rovereto, recupero delle periferie, risanamento dei conti del Comune” hanno rappresentato la sintesi di una azione di governo che Rita Rossa ha declinato prima nel video introduttivo di oltre dieci minuti e poi nell'intervento, da sola sul palco del Macallè, parlando “degli anni del risanamento che adesso devono essere seguiti da anni di investimento”. Non sono mancati passaggi sul bando periferie da 18 milioni e sugli “spazi creati per le famiglie e gli alessandrini nei sobborghi, fra i quali Magicascina e il Bianconiglio”, la cultura con Marengo, Borsalino e ancora con la Cittadella, il partenariato pubblico privato “che ha permesso operazioni industriali sul teleriscaldamento e il trasporto pubblico (oggi controllato all'85 per cento dalla Line di Pavia, ndr) dove per quest'ultimo abbiamo anche messo a punto un nuovo piano di mobilità urbana”. 

Il discorso appassionato, che ha ripreso i temi della conferenza stampa di presentazione avvenuta al Bar Alba al quartiere Cristo e quelli snocciolati nel video, si è concluso con due sottolineature rispetto alla campagna elettorale “che noi facciamo 'per' e non 'contro qualcuno'” sulla base “della nostra proposta di governo e della credibilità di cinque anni di impegno”. Toni pacati, impegni ancora in termini generali (non è stato presentato il programma dettagliato) e un paio di stoccate agli avversari hanno concluso la serata al Macallè. “Non dobbiamo – ha detto Rita Rossa – spingere la città in un tuffo nel buio del passato o nelle braccia di chi decide tutto solo sulla rete, o di chi rilancia, utilizzando affascinanti immagini in bianco e nero, l'Alessandria che ha visto nascere le municipalizzate. Sono state tutte grandi intuizioni, ma poi il mondo è cambiato completamente, però qualcuno sembra non essersene accorto”.  
 
21/04/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sentiero 200: sul Monte Giarolo partendo dalla val Borbera
Sentiero 200: sul Monte Giarolo partendo dalla val Borbera
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione