Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Economia e Lavoro

Dall'Informagiovani: "i servizi non possono morire". Nuovo presidio Aspal

L'azienda in ginocchio: "Da lunedì questi servizi saranno sospesi e 35 lavoratori circa saranno in ferie forzate". Decine di messaggi di solidarietà sul web. Domani alle 12 un incontro pubblico, mentre ora i lavoratori sono tornato sotto il Comune
ALESSANDRIA - 16:45 Nuovo presidio dei lavoratori Aspal 
Oggi pomeriggio i lavoratori dell'Aspal sono tornati sotto Palazzo Rosso. Ci sono i dipendenti dell'informagiovani, gli animatori della Ludoteca, i lavoratori dello sportello di mediazione culturale e anche tanti genitori che usufruiscono di questi servizi per i loro bambini e ragazzi.
Tanta è l'amarezza sul viso di questi lavoratori, che in coro spiegano: "proprio questa giunta che aveva fatto di questi servizi - per bambini e per stranieri - un punto di forza, ora non sanno dare risposte sul futuro dell'azienda, dei servizi e di noi lavoratori". Sotto Palazzo Rosso girano i volantini del programma della ludoteca, "ma non si sa cosa si realizzerà". E le prime preoccupazioni per l'Informagiovani arrivano anche dai comuni di Solero e di Castelletto, oltre che dal capoluogo torinese. "Cosa sta succedendo?" si chiedono. Anche perchè ad oggi numerosi sono i bandi aperti e in progetti in programma. Intanto un nuovo presidio domani alle 12 è previsto davanti all'ufficio dell'informagiovani di via Guasco. 

14:40 Servizi Aspal: la protesta cavalca la rete. Domani appuntamento alle 12 davanti alla sede di via Guasco 19

Gli operatori dei servizi Aspal a rischio chiusura non ci stanno e in poche ore la pagina facebook dell'Informagiovani è stata invasa da decine di messaggi di solidarietà e sconcerto all'annuncio dell'imminente chiusura dei servizi dedicati ai giovani.

Una protesta spontanea e accorata che sta infiammando il web, segno di una vitalità per fortuna non ancora spenta e della voglia di non rassegnarsi. I ragazzi dell'Informagiovani hanno anche creato un evento su facebook per chiamare a raccolta tutti coloro che credono nell'imprescindibilità dei servizi offerti e che nel corso di questi anni ne hanno tratto benefici. L'appuntamento, per tutti coloro che vorranno dimostrare la loro solidarietà, è per domani 1 febbraio, a mezzogiorno, di fronte agli uffici dell'Informagiovani in via Guasco 19. Di seguito la presentazione dell'evento: "L'Informagiovani insieme alla Ludoteca, PuntoD, Scambi Internazionali, Servizio Mediazione, Cooperazione, Musei, Iat, servizio contravvenzioni da lunedì 04 febbraio chiuderanno. Vi aspettiamo domani venerdì 1 febbraio alle 12.00 in via Guasco 19. Non dovete far altro che esserci, anche solo x 10 minuti, per un saluto e per testimoniare con la vostra presenza che non volete e non vogliamo che tutto finisca così".



La situazione di difficoltà e di preoccupazione di Aspal è esplosa ieri pomeriggio: lavoratori in presidio sotto Palazzo Rosso dopo le notizie apprese nel corso della mattinata di ieri, mercoledì 30 gennaio, durante l’assemblea tra i vertici dell’azienda, i dipendenti e le organizzazioni sindacali.
“Il Consiglio di amministrazione avrebbe deciso, sulla base del budget previsto dall’amministrazione comunale, di sospendere da lunedì quei servizi che avevano zero (soldi) sui capitoli del bilancio riequilibrato” ha spiegato Pina Marsiglione, lavoratrice Aspal.
La conferma arriva dai sindacati: “da lunedì prossimo, 4 febbraio, dieci servizi gestiti dalla partecipata verranno sospesi - chiusi per il momento - e a circa 35 lavoratori è stato chiesto di prendere ferie forzate”, ha spiegato Alvaro Venturino della Cgil.
Alle organizzazioni sindacali, convocate in assemblea ieri mattina, è stato riferito dal presidente del CdA Mauro Rogna e della direttrice generale Anna Tripodi “che, in merito agli stanziamenti per l'anno 2013, deliberati dal Comune e alla comunicazione n. 4796/2013 avente ad oggetto 'Contratto di Servizio con Aspal per il caricamento dei verbali e delle contravvenzioni' si procede alla sospensione dell’erogazione dei seguenti servizi a far data dal lunedì 4-2-2013”.
A spegnere le luci da lunedì saranno i servizi Giovani (Informagiovani, Punto D e ufficio scambi internazionali), lo sportello di mediazione culturale presso l'Urp, la Ludoteca, i servizi museali (Museo del Cappello e Teatro delle Scienze), l'ufficio d'informazione turistica, il servizio di cooperazione allo sviluppo e il servizio di caricamento dati delle contravvenzioni presso la polizia Municipale. E i dipendenti di questi servizi saranno messi in ferie d'ufficio, ovvero ferie…forzate.

Il problema è di liquidità e di risorse destinate ad Aspal, come spiega Mauro Traverso della Cisl – e che sarebbe la comunicazione fatta dalla stessa direttrice dell’azienda, Anna Tripodi – “sulla base del bilancio stabilmente riequilibrato presentato dal Comune è stata sostanziale la riduzione di risorse destinate all’azienda nel bilancio 2013”. Infatti nel bilancio riequilibrato si è passati da 2 milioni 500 mila euro prima destinati ai servizi Aspal, a 990 mila euro: meno della metà, quasi un terzo delle risorse. Con queste cifre la direttrice e il presidente Aspal sembra non riescano più a coprire tutti i servizi, il loro funzionamento e di conseguenza il lavoro dei dipendenti e i loro stipendi. A questo si aggiunge l’altra partita di bilancio ancora in ballo, quella 2012, con i conti ancora da chiudere.
“Aspaltati” si sono definiti i lavoratori sotto Palazzo Rosso, in attesa della presentazione del piano industriale preparato dalla direttrice Tripodi, “che c’è, ma che non è ancora stato presentato” ha chiosato Alvaro Venturino. “Oggi (per chi legge ieri pomeriggio, ndr) il segretario generale dovrebbe dare informazione del piano alla giunta comunale: noi aspettiamo un presa di posizione dell’amministrazione” prosegue un’altra delle lavoratrici sotto le mura di Palazzo Rosso.
Le tre sigle sindacali (Cgil, Cisl e Uil) unite “oggi denunciano la gravità delle decisioni prese dal Comune e dal CdA di Aspal, che comportano la sospensione dei servizi e il rischio di generare esuberi del personale, circa 35 dipendenti”. Considerando le intenzioni più volte annunciate “di voler innanzitutto salvaguardare l’occupazione, sia in precedenti incontri sindacali con l’amministrazione comunale sia direttamente con i lavoratori da parte del sindaco”, si legge nella nota ufficiale a firma dei sindacati. “Dove sono finite le promesse di iniziare a risparmiare tagliando dall'alto? E vano si è dimostrato anche l'impegno di salvaguardare prima di tutto l'occupazione: ad essere messi a rischio non sono solo i lavoratori di Aspal”, Quasi a dire: la bufera degli esuberi presto o tardi scoppierà anche in altre aziende partecipate del Comune.
Una prima “risposta indiretta” al presidio e alle domande di sindacati e lavoratori arriva dall’assessore al Bilancio, Pietro Bianchi: “qualunque piano industriale che sarà presentato, verrà preso in considerazione se rispetta e prevede la stabilità del bilancio riequilibrato”.
Come si riuscirà a sopravvivere è ancora tutto da vedere: la speranza è riposta nel piano industriale firmato Tripodi. E mentre si attende una nuova convocazione per martedì prossimo i sindacati confermano il proseguire dello “stato di agitazione di tutto il personale Aspal, in vista dello sciopero generale indetto per l'8 febbraio”.

Ma i lavoratori Aspal non sono soli. Oggi a scioperare e a presidiare sotto il Palazzo comunale saranno i lavoratori di altre partecipate – come Amiu e Amag – e i dipendenti comunali e di Costruire insieme che fanno capo all'Usb, l'Unione sindacale di base. Dalle 10 alle 14 sotto Palazzo Rosso “per sottolineare come la situazione stia lentamente degenerando”. E forse la situazione di Aspal è solo un pezzo del puzzle, che stenta a prendere forma.
 
31/01/2013

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


StrAlessandria 2019
StrAlessandria 2019
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale