Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Ospedale Infantile: nuovo blocco operatorio pronto per il 2020?

"Avere il nuovo blocco operatorio pronto e operativo nel 2020 sarebbe un grande risultato": queste le parole del direttore generale dell'Azienda Ospedaliera Giacomo Centini. Un progetto che per ora si trova nella fase di valutazione della "organizzazione interna" prima di vedere se gestire il progetto internamente o con un partenariato privato. Un obiettivo reso possibile grazie ad una donazione di diversi milioni di euro
 ALESSANDRIA - Tra le pratiche amministrative e il progetto vero e proprio ci vorrebbe un anno e mezzo. “Ma se nel 2020 fosse pronto e operativo il nuovo blocco operatorio dell'Ospedale Infantile di Alessandria sarebbe un grande risultato”. Queste sono state le parole del direttore generale dell'Azienda Ospedaliera Giacomo Centini durante la presentazione della settimana di eventi per le celebrazioni del Santo patrono dell'ospedale, dal 14 al 17 gennaio.

Un progetto che rientra tra gli obiettivi della nuova direzione, ovvero quello di “continuare nel percorso di crescita iniziato nel 2018, migliorando tutti gli spazi (e i servizi) per la cittadinanza”. Perchè si senta più vicina alla struttura ospedaliera “non solo quando vi entra da paziente”.

La possibilità di “ripensare” al blocco operatorio dell'ospedaletto è stato reso possibile da una donazione di diversi milioni di euro. “Per il momento siamo nella prima fase di valutazione dell'organizzazione interna” ha spiegato Centini. Infatti dovendo ragionare su una struttura esistente, con ampi spazi, ma già definiti architettonicamente “è necessario fare tutte le verifiche e studiare come strutturare gli spazi, le sale e la gestione operativa del nuovo blocco sulla logica di una attività che deve guardare al futuro, ai prossimi 10 anni, rendendo l'Arrigo un riferimento a livello nazionale”. Tutti passaggi che prevedono anche visite in questi mesi in altri ospedali infantili in Italia, proprio per prendere il meglio. La stessa suddivisione degli spazi è alla base del ragionamento di sviluppo di questo nuovo blocco operatorio: intanto diventeranno 4 le sale (che oggi sono tre) con una sempre dedicata alle emergenze. “Ma non potranno essere tutte uguali – spiega il direttore generale- Questo è il primo sbaglio che si potrebbe fare, poiché i limiti di una di esse, diventano in automatico i limiti di tutte le altre”.

A questa fase, che potrebbe protrarsi fino alla primavera, seguirà quella di progettazione vera e propria. E qui sono due le strade da poter prendere in considerazione: “quella di puntare su un partenariato pubblico-privato o quella di seguire internamente la progettazione”. Tutte e due valide, con pro e contro e qualche piccola sfumatura forse giusto sui tempi di realizzazione.

Miglioramento e spirito di apertura verso la città come liet motiv. Così se da un lato c'è la sfida sul Cesare Arrigo, dall'altra anche gli spazi dell'ospedale stanno cambiando. “Abbiamo iniziato con i lavori per togliere un po di 'ostacoli' nell'atrio e nei corridoi – ha proseguito Centini – Con l'obiettivo di restituzione degli spazi di transito ai cittadini”. Lavori già in corso che il direttore generale spera di vedere a buon punto (se non terminati) già da marzo, con “il nuovo bancone all'ingresso, l'illuminazione e i nuovi colori delle pareti”. Al momento sono in corso sondaggi da parte della Soprintendenza e la prossima settimana ci sarà anche il secondo incontro pubblico per “raccogliere i suggerimenti da parte della cittadinanza”.
10/01/2019

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano
Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria