Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Minniti: "Ispezionare i siti di accoglienza"

Marco Minniti, ministro dell'Interno, ad Alessandria per illustrare il modello sicurezza integrata, tocca anche il tema immigrazione. Il ruolo dei sindaci e l'aumento dei poteri di ordinanza
ALESSANDRIA – Asti e Alessandria, due tappe ravvicinate per Marco Minniti, ministro dell'Interno, che ieri nell'arco di poco più di due ore ha incontrato i primi cittadini e i rappresentanti delle Prefettura, delle istituzioni, alcuni sindaci dei rispettivi territori, del mondo economico, associativo e sociale dei due capoluoghi. Ad Asti l'incontro è stato ospitato nella sala Platone del Comune, alla presenza del sindaco uscente Fabrizio Brignolo e di Angela Motta, candidata del Pd e del centrosinistra, mentre ad Alessandria la scelta è caduta sulla sala del Broletto della Fondazione Cassa di Risparmio, alla presenza del primo cittadino, Rita Rossa, ricandidata a Palazzo Rosso.

L'intervento del ministro è ruotato tutto intorno al decreto sulla sicurezza urbana che promuove la 'sicurezza integrata'. Minniti ha aperto l'intervento rivolgendosi a Rita Rossa, prima chiamata 'signor sindaco', poi 'sindaca' e quindi “per semplicità” solo Maria Rita. Esordio con i “complimenti per il lavoro straordinario fatto per la comunità alessandrina” e per avere “messo in ordine i conti del Comune, un'azione fondamentale per dare un futuro alla città”, quindi il cuore dell'intervento, simile a quello astigiano, sul provvedimento approvato ad aprile che “fissa alcuni elementi chiari a partire dalla definizione di sicurezza come bene comune, fondamentale per la vita sociale, per lo sviluppo, per tutto il territorio”. Poi Minniti ha aggiunto: “Se il cittadino ha paura, lo Stato non lo deve biasimare, ma gli deve stare a fianco”. Il modello di sicurezza delineato dal provvedimento “è costruito insieme ai sindaci perché si muove grazie alla capacità che gli amministratori hanno di leggere il territorio”.

La 'sicurezza integrata' è “l'insieme degli interventi assicurati dallo Stato, dalle Regioni, dagli enti locali e da altri soggetti istituzionali, per concorrere, ciascuno nell'ambito delle proprie competenze e responsabilità, alla promozione e all'attuazione di un sistema unitario e integrato di sicurezza per il benessere delle comunità”. E la sicurezza urbana è il “bene pubblico relativo alla vivibilità e al decoro delle città” da perseguire “anche attraverso il contributo congiunto degli enti territoriali attraverso interventi di riqualificazione e recupero delle aree o dei siti più degradati; eliminazione dei fattori di marginalità e di esclusione sociale; prevenzione della criminalità, in particolare di tipo predatorio; promozione del rispetto della legalità; più elevati livelli di coesione sociale e convivenza civile”.

Cosa significa dare maggiori poteri ai sindaci? Consentire ai primi cittadini di adottare ordinanze dirette “a superare situazioni di grave incuria o degrado del territorio o di pregiudizio del decoro e della vivibilità urbana; per tutelare la tranquillità e il riposo dei residenti, anche con interventi in materia di orari di vendita e di somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche; tutelare della tranquillità e del riposo dei residenti in determinate aree urbane interessate da notevole afflusso di persone, anche in relazione allo svolgimento di specifici eventi; emettere ordinanze dirette a prevenire e contrastare le situazioni che favoriscono l'insorgere di fenomeni criminosi o di illegalità come lo spaccio di stupefacenti, lo sfruttamento della prostituzione, l'accattonaggio con impiego di minori e disabili, o fenomeni di abusivismo, quale l'illecita occupazione di spazi pubblici, o di violenza, anche legati all'abuso di alcool o all'uso di sostanze stupefacenti”. Una serie di norme riguardano il contrasto alle occupazioni abusive, contro i writer ed è previsto il Daspo per gli spacciatori. Non manca “la possibilità dell'arresto in flagranza differita (per i soli reati in cui l'arresto è obbligatorio) se il reato con violenze alla persone o alle cose avvenga durante o in occasione di manifestazioni pubbliche e sia ripreso da telecamere e in immagini fotografiche. L'identificazione deve avvenire entro le 48 ore dal fatto”. Se i sindaci chiedono più risorse economiche e dotazione organica, Minniti risponde elencando alcuni punti del provvedimento sulla sicurezza che punta anche a un maggiore coordinamento tra le forze dell'ordine nazionali e locali e cita “l'equo indennizzo per i vigili urbani che è tra le cose più difficili che sono riuscito a fare anche perché la copertura di spesa è a capo del ministero dell'Interno”.

Infine un passaggio dedicato all'immigrazione, definito un “fenomeno epocale non da inseguire, ma da governare. Una parte della questione – ha aggiunto – si gioca fuori dai confini del Paese, ma per il resto l'Italia non verrà mai meno al principio di accoglienza, sempre nel rispetto delle regole e per questo ringrazio la Procura di Catanzaro per il lavoro che sta facendo. Tutti i siti di accoglienza – ha poi annunciato Minniti – verranno ispezionati dal ministero perché piena accoglienza significa rispetto della trasparenza”. Una accoglienza che rischia di “avere un limite nella capacità di integrazione, ecco perché questi processi vanno governati”. 
17/05/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook

Sentiero 615: l’itinerario Valenza - Bassignana - Rivarone
Sentiero 615: l’itinerario Valenza - Bassignana - Rivarone
Alecomics: in Cittadella il festival del Fumetto, dell'Animazione e del Gioco Intelligente
Alecomics: in Cittadella il festival del Fumetto, dell'Animazione e del Gioco Intelligente
Alessandria-Livorno, il dopo partita
Alessandria-Livorno, il dopo partita
Sentiero 577: il percorso degli Alpini di Montechiaro
Sentiero 577: il percorso degli Alpini di Montechiaro
Alla Kouchnerova parla delle innovazione del progetto Lara
Alla Kouchnerova parla delle innovazione del progetto Lara
Si avvia il progetto Lara all'ospedale di Alessandria
Si avvia il progetto Lara all'ospedale di Alessandria
Cos'è Rugbytots?
Cos'è Rugbytots?
Pro Piacenza-Alessandria 1-1. Il dopo partita
Pro Piacenza-Alessandria 1-1. Il dopo partita
Sentiero 537: da Acqui Terme al borgo di Cavatore
Sentiero 537: da Acqui Terme al borgo di Cavatore
Presentati i nuovi autobus di Amag Mobilità
Presentati i nuovi autobus di Amag Mobilità