Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

M5S: "mercato in piazza Libertà?" Roggero: "non c'è l'intenzione di spostarlo. Ma si lavora sulle aree mercatali"

Il Movimento 5 Stelle Alessandria lancia l'ambizioso progetto “Mercato e Ztl”: una serie di proposte concepite con l'obiettivo di rendere Alessandria una città più moderna e a misura d'uomo. Spostare il mercato in piazza della Libertà? “Non è intenzione della amministrazione” risponde l'assessore Roggero che parla comunque di un piano di revisione delle aree mercatali. Posizione distante sulla questione “parcheggi e Ztl”
 ALESSANDRIA - Vivibilità, qualità della vita, maggiore salubrità dell'aria e attenzione ai più piccoli: ecco i valori su cui si basa ilprogetto del Movimento 5 Stelle che si snoda su alcuni punti fondamentali. La logica è quella di pedonalizzare il centro cittadino nella zona compresa tra tra via Dante, piazza della Libertà e le vie attigue a Piazza Garibaldi. E in questa logica i 5 Stelle propongono lo spostamento del mercato proprio in piazza della Libertà, allo scopo di “rivitalizzare il centro cittadino per farlo tornare ad essere un luogo di aggregazione” come spiega Francesco Gentiluomo, consigliere pentastellato. Che prende spunto dagli outlet per trasformare il cuore della città in un centro commerciale all'aperto, rilanciando sia il commercio dei negozi che degli ambulanti.

Ma la risposta da parte dell'amministrazione comunale, nella figura dell'assessore al Commercio Mattia Roggero arriva in commissione consiliare dove veniva affrontato il Documento Unico di Programmazione. “Non è intenzione dell'amministrazione, al momento, spostare il mercato da piazza Garibaldi”. Che resta nell'occhio del ciclone anche per il progetto per il momento lasciato in sospeso del “parking sotterraneo” che sarà in discussione e confronto con una mozione presentata qualche tempo fa dal gruppo di maggioranza di Forza Italia, a firma del consigliere Mauro Bovone. Nonostante quindi il “no” allo spostamento del mercato, allo stesso tempo però l'assessore parla di un lavoro in corso d'opera proprio per rivedere tutte le aree mercatali, “dal regolamento alla strutturazione”. E non si parla solo di quello di piazza Garibaldi. I primi passi sono gli incontri con le associazioni di categoria degli ambulanti e comunque è passato nel piano dei Lavori Pubblici anche uno stanziamento in soldi: 100 mila euro proprio per una loro rivisitazione. Anche sotto l'aspetto dell'adeguamento alle normative in materia, come ricorda il dirigente, l'ingegner Marco Neri: “e da questo punto di vista se oggi dovessi dare indicazioni, partirei da piazza Perosi”.

Il progetto del Movimento 5 Stelle partendo da questa proposta si snoda poi sulla questione “mobilità”, con lo sguardo rivolto alla pedonalizzazione dl centro e di conseguenza alla “rivalutazione” dei parcheggi e della possibilità di usare spazi a compensazione proprio dedicati alla sosta. Da una parte quindi, nella loro visione, “la riorganizzazione di piazza Garibaldi se il mercato venisse spostato” con un aumento di una trentina di stalli e dall'altra il rilancio di un parcheggio multipiano come quello di via Parma che oggi è utilizzato solo per un 30% (“che conta 360 stalli e che oggi viene utilizzato per un decimo rispetto alle sue potenzialità”). In entrambi i casi questo permetterebbe “di creare una zona privilegiata di accesso al centro cittadino”.

Esclusa l'idea di vedere il mercato in piazza della Libertà, l'assessore Mattia Roggero risponde alla questione parcheggi ricordando che le “politiche” su questo tema - così come su quello della tariffazione riportato all'attenzione dal consigliere Pd, Enrico Mazzoni, che ha ricordato quanto scritto dall'amministrazione nel programma di mandato proprio sulla “revisione delle tariffe nel fine settimana per agevolare il commercio del centro” - sono di difficile gestione e di poca autonomia per il Comune, essendo ormai i parcheggi e tutto quello che si interseca con la mobilità urbana sotto un'azienda (Amag Mobilità) a maggioranza privata, sotto la Line Pavia. Come a dire, “ non possiamo decidere noi, da soli, il buono e il cattivo tempo (come si poteva fare prima)”.
 
26/09/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano
Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini