Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Fondazione Tra: la Regione vota lo scioglimento

La decisione della regione, "atto dovuto" secondo la Tripodi, apre numerosi dubbi in merito al futuro della cultura in città. Barberis: "speriamo che la regione continui a dare il proprio contributo per la tutela dei lavoratori e del profilo culturale della città". Muliere: "Preoccupazione forte per la chiusura del Teatro"
ALESSANDRIA - La Fondazione Teatro Regionale Alessandrino è sciolta. Nella riunione di martedi 29 gennaio della Giunta della Regione Piemonte, si è accolta la proposta dell’assessore alla Cultura Michele Coppola di porre fine all'esperienza del teatro alessandrino. "La condivisione dell’esigenza non più procrastinabile di procedere allo scioglimento anticipato della Fondazione Teatro Regionale Alessandrino, stante la grave situazione economica, patrimoniale e di governo dell’ente, la quasi totale inattività e la conseguente impossibilità di perseguire i fini istituzionali e statutari", queste le motivazioni che hanno portato alla decisione della Giunta.

"Un atto dovuto - ha spiegato Anna Tripodi, direttrice del Tra - e necessario a consentire la messa in liquidazione dell'azienda. Data questa autorizzazione sarà possibile passare all'assemblea dei soci. E' un percorso che sta ancora iniziando e nel quale si affronterà il nodo dei lavoratori così come tutti gli altri aspetti che la messa in liquidazione di un'azienda del genere comporta. Sono tutte partite aperte, insomma, e speriamo che si chiudano nel migliore dai modi".

Giorgio Barberis, assessore alla Cultura per il comune di Alessandria ha commentato la notizia: "Nonostante questo risultato della Giunta Regionale, la nostra speranza è che la Regione non si chiami fuori e non abbandoni la città di Alessandria, soprattuto in un momento come questo". Ha anche aggiunto: "La nostra speranza è che la Regione continui a dare il proprio contributo, anche se fuori da questo contenitore. Tutto sempre e principalmente a tutela dei lavoratori del Tra, oltre che sotto il profilo culturale della nostra provincia.

Timori anche da parte del consigliere regionale Rocchino Muliere per ciò che riguada la struttura teatrale della città: La preoccupazione forte è che la chiusura della Fondazione trascini con sè anche la definitiva chiusura del Teatro, che dopo le note vicende attende una apertura e una prospettiva coerente con il ruolo che dovrebbe avere. Sono convinto che una città come Alessandria non possa abdicare a un ruolo importante sul piano culturale, che nel passato ha ricoperto, e che non può essere dimenticato in nome delle difficoltà del bilancio culturale. Come è ormai evidente a tutti, la cultura non è un lusso, ma un elemento centrale nella vita e nel rilancio di ogni città. La cultura non può farsi solo a Torino. L’ho detto più volte anche all’assessore Coppola, dal quale mi attendo un impegno concreto e continuo per la rinascita del nostro teatro".


 
31/01/2013

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano