Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

La nuova sfida per l'università alessandrina: dalla cittadella della Cultura a Medicina

A fine maggio la votazione per il nuovo rettore dell'Università, con una sfida a due che vede protagonista Salvatore Rizzello, direttore 'alessandrino' del dipartimento di giurisprudenza e scienze politiche con un ambizioso programma di rilancio per la nostra sede, penalizzata negli ultimi anni. Ecco su cosa punterà
ALESSANDRIA - "Come sto vivendo questi giorno? Con molta passione e tantissimo impegno, consapevole che si tratti di un passaggio importante, non solo per la città ma per l'intero ateneo".

A raccontare le sue aspettative è Salvatore Rizzello, 
 direttore del dipartimento di giurisprudenza e scienze politiche dell'università alessandrina e candidato in lizza con il docente di medicina interna a Novara, Gian Carlo Avanzi per la carica di Magnico Rettore. Uno dei due, dopo le elezioni del 31 maggio e 1 giugno, potrebbe già succedere a Cesare Immanuel, giunto a fine mandato. 

Se entrambi garantiscono di voler riequilibrare la situazione degli ultimi anni, garantendo ad Alessandria quegli investimenti che invece sono finora mancati, è pur vero che i programmi dei due candidati sono molto differenti, come ricorda lo stesso Rizzello, che ribadisce la sua intenzione di fornire un deciso cambio di rotta per il nostro capoluogo, con ripercussioni che sarebbero positive per tutta la città: "sono felice di veder aumentare il mio consenso con il passare dei giorni - racconta - perché è il segnale che il mio sia davvero un programma condiviso da una comunità intera, sicuramente ambizioso ma nel quale in tanti si sono potuti riconoscere e fondato comunque su basi solide, che prendono spunto da ciò che già è stato avviato, seppure in nuce, all'interno dei dipartimenti nel corso degli ultimi anni". 

Il professor Rizzello guarda alla città e all'università come chiave di rilancio, e lo fa indicando anche il suo possibile prorettore fra i membri cittadini: sarebbe, in caso di vittoria, il prof. Luigi Portinale, ordinario di informatica del Disit. Il suo programma è consultabile in due versioni: una di sintesi, di 9 pagine, e quella estesa, di più di 40.

All'interno sono tanti i nodi programmatici di rilievo, a cominciare dalla costituzione di una vera e propria cittadella della conoscenza, da realizzare con il contributo del Comune nei locali dell'ex ospedale militare e dei giardini Pittaluga, ma anche la costruzione, ormai irrimandabile, di residenze universitarie e il recupero della palazzina prospicente palazzo Borsalino, un'ex caserma che potrebbe ospitare importanti servizi per l'università.

"Penso poi alle agevolazioni per gli studenti, che vanno riconosciute a vari livelli: dai parcheggi ai mezzi di trasporto, fino alla possibilità di accedere alle proposte culturali in città e alla creazione di una foresteria per i docenti, così che possano scegliere di fermarsi ad Alessandria anche nelle fasce serali, potendo così contribuire in caso di convegni o iniziative la sera, quando gli eventi pubblici potrebbero essere più fruibili per la cittadinanza". 

Rizzello si dimostra possibilista anche per l'avvio della facoltà di Medicina, a patto che venga proposta con un piano concreto: "non basta discuterne, occorre pianificarla lavorando per gradi, facendo leva su ciò che già è presente in città, come le competenze in materia di diritto sanitario, economia sanitaria e la capacità di ricerca in ambito sociologico. E poi ovviamente si può contare su tante eccellenze ospedaliere, da valorizzare". 

Nel suo programma Alessandria si trova al centro, ma senza dimenticare il sostegno a Novara e Vercelli, dove "esistono già programmi avviati, che bisogna continuare a sostenere, e sarei felice di farlo. Certo però che il nostro capoluogo è quello rimasto più indietro e serve un riequilibrio nell'interesse dell'intero Ateneo, che va rafforzato con una crescita complessiva non solo sul piano culturale ma anche sociale, civile e tecnologico". 

Nel programma di Rizzello spicca poi particolare attenzione per le disparità presenti in università, a partire da quelle di genere, tema con il quale apre il suo articolato programma: "i dati parlano da soli. È impressionante che un ateneo così giovane come il nostro sia perfino al di sotto, seppur di poco, rispetto alla media nazionale per il numero di docenti donne e le posizioni accademiche che riescono a raggiungere. È un problema sentito da molti, non solo dalla porte femminile. E non vorrei limitarmi solo a denunciare il problema: è uno degli elementi che impediscono di poter raggiungere i risultati di più alto livello. E lo stesso deve valere per il pieno sostegno agli studenti con disabilità: non si può solo denunciare, bisogna operare per riuscire a contrastare questi impedimenti alla crescita". 

Sul tema delle elezioni è intervenuto anche il sindaco di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, con un augurio tutto rivolto al futuro della città: "
Per il nostro capoluogo è importante proseguire sulla cordiale collaborazione già intrapresa con l'università negli ultimi anni, volta a conseguire alcuni risultati concreti. Occorre riuscire a ottenere il corso di medicina ad Alessandria, continuare a lavorare allo sviluppo di una vera e propria città universitaria, creando una dignitosa residenza universitaria e facendo decollare una serie di progettazioni che mettano in contatto l'Università con realtà anche all’estero con cui abbiamo già relazioni, ma che vanno implementate. Auspico che chiunque sia il prossimo rettore abbia attenzione per Alessandria che, un po’ per colpa su un po’ per strategia, è rimasta tagliata fuori dagli investimenti che contano negli ultimi anni. Noi sicuramente come Comune siamo pronti a fare la nostra parte". 
21/05/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Ponte Morandi: le drammatiche immagini dopo il crollo
Ponte Morandi: le drammatiche immagini dopo il crollo