Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Salute

La malattia parodontale (piorrea)

Alla tradizionale diagnosi clinica e radiografica si affiancano oggi sofisticate analisi di biologia molecolare. È possibile pertanto impostare un’efficace terapia basata su dati oggettivi provenienti dal laboratorio, ottenibili tramite semplici test microbiologici e genetici che il paziente può serenamente effettuare presso lo studio dentistico
SALUTE - La piorrea è una malattia infiammatoria provocata dai microrganismi della placca batterica ed è chiamata malattia parodontale perché colpisce il parodonto, cioè l’insieme di strutture (osso alveolare, legamento e gengiva) che circondano il dente e lo mantengono saldamente attaccato all’osso. Se non curata, l’infezione procede in profondità: la gengiva si allontana dal dente, creando tasche in cui i batteri si accumulano; il tessuto osseo viene distrutto; i denti perdono supporto, diventano mobili e infine vengono persi. È molto importante capire se si è colpiti da questa patologia, specialmente nelle fasi iniziali, nelle quali una terapia tempestiva può dare i migliori risultati.

La malattia provoca inizialmente sintomi molto scarsi e quindi può progredire e aggravarsi senza quasi accorgersene, non bisogna aspettare che compaiano i sintomi tipici della malattia avanzata per farsi visitare (rossore, gonfiore delle gengive, sanguinamento, gengive ritirate e fanno apparire i denti più lunghi, mobilità dei denti, alito cattivo). Ad approfondite sedute di igiene orale si affianca l'uso sistematico e combinato del microscopio operatorio e del laser.

La terapia tradizionale infatti non elimina radicalmente i batteri patogeni, difficilmente controlla le forme di parodontite aggressive. Con il microscopio odontoiatrico ed altri sistemi di ingrandimento è reso possibile, grazie ad una visibilità operatoria nettamente migliore, un trattamento mirato e più preciso. Il laser consente di eliminare i batteri patogeni, in maniera sicura rapida ed indolore, avendo nel contempo valide proprietà antinfiammatorie e di biostimolazione sulle gengive.

Alla tradizionale diagnosi clinica e radiografica si affiancano oggi sofisticate analisi di biologia molecolare. È possibile pertanto impostare un’efficace terapia basata su dati oggettivi provenienti dal laboratorio, ottenibili tramite semplici test microbiologici e genetici che il paziente può serenamente effettuare presso lo studio dentistico. Le prime fasi di guarigione della parodontite sono facilmente riconoscibili dal paziente stesso che vede: sparire il pus, sparire il sanguinamento, diminuire la mobilità dei denti. Questi effetti della terapia sono in genere evidenti durante le prime sedute di trattamento. Successivamente si ha la vera fase di guarigione della parodontite; questa consiste nella chiusura delle tasche e stabilizzazione dei denti. è fondamentale, per il successo della terapia, che il paziente sia motivato ed istruito in maniera completa ed adeguata in modo tale che possa essere seguito scrupolosamente il protocollo di mantenimento domiciliare e professionale con il clinico.


CENTRO ODONTOIATRICO DI ALESSANDRIA
Via G. Galilei, 66
tel. 0131 264621 www.beldent.it
7/11/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
INFORMAZIONE DALLE AZIENDE


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Il crollo del viadotto Morandi a Genova