Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

La Lega Nord ora guarda alla Regione. Cuttica: “internazionalizziamo Alessandria”

Un'analisi dopo la tornata elettorale dal segretario della Lega Nord Piemonte Riccardo Molinari con il sindaco di Novara e il neo eletto primo cittadino di Alessandria, Cuttica di Revigliasco. “Ora si punta alla guida della Regione Piemonte”. L'obiettivo è quello di creare una “rete territoriale”. Per Alessandria il primo passo è “farla uscire dallo stato di isolamento, che significa anche regressione”
 ALESSANDRIA - Dopo il boom in diversi comuni d'Italia del centrodestra e su tutti del partito del Carroccio, anche la segreteria della Lega Nord Piemonte ha voluto “analizzare” quanto accaduto, nello specifico ad Alessandria, con la vittoria di Gianfranco Cuttica di Revigliasco neo eletto primo cittadino. “Dal punti di vista degli equilibri regionali quella di Alessandria era la tornata elettorale più importante. La lega Nord si è dimostrata il vero partito alternativo al Partito Democratico e al centrosinistra” ha esordito Riccardo Molinari. In due tornate elettorali “la Lega è il primo partito della coalizione di centrodestra. E non ha mai perso la sua determinazione. Abbiamo raccolto i cocci e anche quando ci davano per morti, siamo tornati tra la gente”. Questo sembra essere stato il “valore aggiunto” anche della campagna elettorale portata avanti in città per questo turno di amministrative.

“La Lega Nord è stata in piazza, abbiamo lavorato sia dentro il palazzo, all'opposizione con l'unico rappresentante che avevamo e soprattutto abbiamo continuato a lavorare fuori dalle mura di Palazzo Rosso”. La giusta intuizione si è avuta sui temi politici che hanno caratterizzato il Carroccio: “temi sociali, solo guardando la realtà e la condizione in cui viviamo” ha proseguito il segretario della Lega Nord Piemonte. “Il lavoro è la più grande emergenza, ma poi anche la marginalità di alcuni quartieri, le case popolari”. E ovviamente il tema “immigrazione”, cavallo di battaglia: “noi contestiamo questo fenomeno non perché siamo razzisti – precisa Molinari – ma perchè siamo contrari alla gestione attuale di questo fenomeno, ai milioni che ruotano intorno allo sfruttamento di queste persone”. Un disegno “di sostituzione etnica” anche nel territorio piemontese voluto dalla attuale giunta Chiamparino è la definizione che viene data per il bando aperto dalla Regione Piemonte per finanziamenti a piccoli comuni: “se volete moneta per la manutenzione, la condizione è che vi prendiate degli immigrati” sintetizza Molinari, sostenendo che la condizione nel bando sia l'attuazione di Sprar e quindi di accoglienza dei nuovi arrivi di migranti in Italia.

Tanti i riferimenti al contesto regionale, ad una Regione Piemonte che “non esiste più” con questo governatore che non si occupa dei territori al di fuori della aree metropolitane e quindi di Torino. Tutte premesse per quello che è il prossimo obiettivo del Carroccio piemontese: “la conquista della Regione” e quindi la tornata delle prossime elezioni regionali, “per costruire una alternativa di governo del Piemonte”. Prima bisognava avere un riscontro sui territori, con le amministrative “e lo abbiamo avuto!”. Proprio per far capire l'importanza di creare una “rete territoriale” tra amministrazioni che parlano la stessa lingua, quella “padana”, l'esempio è quello del sindaco leghista di Novara, Alessandro Canelli. “Ho rivissuto con le vostre elezioni di qualche giorno fa lo scorso anno a Novara. E la vittoria”. Tanti i temi in comune, “che io ho cercato di stendere in una visione programmatica di sviluppo a più ampio raggio, del Piemonte Orientale”. Ora con l'elezione di Cuttica di Revigliasco a sindaco questo è possibile: “un punto di forza è l'Università”. Poi anche il collegamento (già buono per Novara, meno per Alessandria) con l'area metropolitana milanese e soprattutto la logistica e il trasporto merci. “Non serve farsi la guerra tra Novara, Vercelli, Alessandria....così si gioca a perdere”.

E chi certamente non ha perso, ma vinto con un liet motiv che è quello del “riscatto” è stato Gianfranco Cuttica di Revigliasco. “Era un sentimento che aleggiava tra la gente”. Da qui il primo obiettivo da raggiungere, il primo “cambiamento” è quello di “fare uscire Alessandria dallo stato di isolamento in cui si trova che significa anche stato di regressione”. La parola chiave del neo sindaco è “internazionalizzazione”: portare la città fuori dai confini, dandogli lustro e riconoscimento a livello internazionale su alcuni ambiti almeno. “Internazionalizzazione che non significa solo arrivo di popolazioni africane” per rendere chiara l'idea della Lega. Ma nemmeno “sagra del baccalà in mezzo alle strade, ma due o tre eventi e iniziative di rilievo internazionale”. Come a Novara che ora viene allestita una mostra da Vittorio Sgarbi, di un certo peso culturale. Stesso discorso per il nuovo simbolo cittadino, il ponte Meier: “vengono a girare spot, le immagini di Alessandria passano tra schermi e riviste e Alessandria non è nemmeno menzionata. Dobbiamo svegliarci e muoverci noi come comunità” sono le parole di Cuttica. Che sostiene il sindaco di Novara sull'importanza dell'Università, “che non può rischiare di spostare il proprio asse sull'area Expo, perché sarebbe una pesante ricaduta negativa per noi”. E poi la logistica: dal dialogo da aprire con la Liguria, come già affermato anche in tv a La7 mandando la richiesta direttamente al mittente, il presidente della Regione, Toti, fino al trasporto merci sulle linee “tradizionali”, senza per forza guardare alla alta velocità.
30/06/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani