Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

"Insieme per contrastare criminalità, malaffare, corruzione"

Soddisfazione da parte del consigliere comunale Roberto Massaro per l'adesione del comune di Alessandria ad "Avviso pubblico" approvata dal consiglio comunale di giovedì 26 febbraio. Fosca Nomis e Maria Josè Fava danno il loro sentito benvenuto
ALESSANDRIA - La scorsa settimana - esattamente nel corso del Consiglio Comunale dello scorso 26 febbraio, il Comune di Alessandria ha aderito ad "Avviso pubblico - Enti Locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie".
L'associazione è nata nel 1996 e ha come finalità quella di unire e organizzare gli amministratori pubblici in prima linea per promuovere la cultura della legalità. Ad oggi sono più di 270 i soci tra Comuni, Province e Regioni italiane, tra cui, da giovedì appunto, anche Alessandria, prima città della provincia a mettersi "in rete" per rafforzare le difese contro la malavita. Un traguardo, per la Commissione per la promozione della cultura della legalità, che ha dovuto aspettare per oltre un anno a causa della mancanza di fondi necessari all'adesione (per Alessandria circa 100 euro mensili, valore calcolato in base al numero dei cittadini). 

"L'adesione ad Avviso pubblico non è una coccarda da appuntarsi sul petto, ma una opportunità - ha sottolineato il consigliere Roberto Massaro - Sappiamo tutti che da soli non è facile contrastare la criminalità, il malaffare e la corruzione. Mettersi insieme ad altre amministratori locali, dal Trentino alla Toscana fino alla Sicilia permette uno scambio di competenze "di buone prassi" per rafforzare le nostre difese dagli attacchi della criminalità. La speranza, ora, è che altre città della provincia possano aggiungersi alla "rete" e allungare l'elenco di soci di "Avviso pubblico"".
 
Da parte di Fosca Nomis, Coordinatrice Regionale del Piemonte di Avviso Pubblico e Consigliera comunale di Torino e da Maria Josè Fava, referente regionale di Libera, "un sentito benvenuto ". 

 
3/03/2015

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Sentiero 413: sul Monte Pracaban partendo dalle Capanne di Marcarolo
Sentiero 413: sul Monte Pracaban partendo dalle Capanne di Marcarolo
Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione