Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Il Teatro è finalmente bonificato: sabato sarà aperto alla città

Appuntamento dalle 17 alle 19 per tutti i cittadini che vorranno riabbracciare il Teatro, con lo spettacolo de "I pochi" che guiderà lungo un percorso fra i diversi ambienti gli spettatori. Dopo 5 anni dalla chiusura la struttura è pienamente sicura, ma serviranno tempo e risorse perché possa essere completamente riallestita
ALESSANDRIA - Ad accogliervi, sabato 30 gennaio, dalle 17 alle 19, ci sarà un freddo pungente, ci saranno immensi spazi vuoti, ma ci sarà comunque “lui”, ancora ben riconoscibile, pronto a emozionarvi e sicuramente desideroso di farsi riabbracciare dalla città.

Sono passati più di 5 anni dalla chiusura del Teatro, era il 2010, e oggi, dopo l’intervento di bonifica da amianto più grande d'Europa di un bene pubblico, dopo centinaia di analisi effettuate dall’Arpa per conto dello Spresal, il Servizio prevenzione e Sicurezza dell’Asl, Il “nostro” teatro è sì un guscio da riempire, ma finalmente è stato dichiarato a tutti gli effetti guarito e pienamente bonificato.

L’amianto, liberato disastrosamente dalla società di manutenzione Switch 1988 (che ha contribuito ai lavori di bonifica con 600 mila euro e l’intervento dei suoi operai specializzati) è passato da una concentrazione intorno alle 10 fibre per litro (contro un massimo previsto dalla legge di 2 fibre litro) a valori che oggi sono di 0,3, praticamente dieci volte più bassi rispetto ai limiti di legge.
 

L’opera di recupero, spiegata in un convegno che si è tenuto ieri, giovedì 28 gennaio, presso la sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria (che per il recupero del teatro ha pagato le costosissime analisi e 200 mila euro di smaltimento dei materiali) si è sviluppata lungo 4 cantieri per un totale di 67 mila metri cubi da bonificare, “con un lavoro incredibilmente meticoloso e difficile, tanti anfratti da raggiungere, problemi da risolvere mai affrontati prima, impalcature e operai portati fino a 25 metri d’altezza”, come ha ricordato Francesco Daquarti, direttore dei lavori per il recupero del Teatro.

Domani, sabato 30 gennaio, il Teatro riaprirà i battenti alla città, e lo farà mostrandosi nudo, in tutta la sua vulnerabilità e sofferenza, “ma forse è necessario che gli alessandrini lo vedano anche così - ha spiegato il sindaco Rita Rossa - perché tutti si possano rendere conto di quanto sia stato difficile recuperarlo, del lavoro che è stato svolto, e di quello che ancora resta da svolgere”. L’invito per tutti i cittadini sarà fra le 17 e le 19, quando, a piccoli gruppi, chi vorrà potrà tornare a Teatro, almeno per un giorno.
La compagnia “I pochi” guiderà un tour recitato fra i locali bonificati, in un’atmosfera pirandelliana che avrà il suo culmine nella sala grande, dove gli spettatori si troveranno eccezionalmente sul palco e gli attori saranno in platea, immenso spazio vuoto in attesa di essere riarredato. Il comune offrirà bevande calde, ma è comunque bene coprirsi a dovere perché la temperatura adesso in Teatro è ben più bassa di quella registrabile all'esterno. 

Ad oggi manca ancora un impianto di riscaldamento funzionante e molti arredi, comprese tutte le sedute, visto che per ragioni di sicurezza non è stato possibile recuperare quelle presenti durante la contaminazione. “Alessandria è ora chiamata tutta a una dimostrazione d’amore - ha sottolineato il sindaco - noi presenteremo un progetto di recupero, una proposta da discutere con la città e gli imprenditori locali (si chiederà un contributo anche alla Fondazione Cassa di Risparmio di Torino), perché il Teatro è un bene comune che è stato salvato ma ha ancora bisogno di essere adottato”.

Si comincerà dalle poltroncine, che potranno essere simbolicamente ricomprate da imprenditori e cittadini, così da finanziare i nuovi arredi. Le sedute precedenti in sala grande erano circa 1800, mentre oggi si pensa a una capienza inferiore, di circa 900 posti, per un totale di spesa che potrebbe aggirarsi sui 400 mila euro. “Unicalmondo - associazione onlus di aziende guidata da Cesare Billi - è pronta a finanziarne 150" - ha fatto sapere durante il convegno a Palatium Vetus l'imprenditore. 

Il primo vero spettacolo è in programma il 16 aprile, in sala Ferrero, e sarà quello un altro momento di grande emozione per la città. Quel che è certo è che si dovrà seriamente (ri)pensare alla gestione complessiva degli spazi, che andranno ridisegnati. "Il Teatro era stato pensato per una città in espansione, che si pensava avrebbe toccato i 150 mila abitanti, e nell'ottica di farne un teatro regionale. Oggi sappiamo bene che non è così, e per valorizzarlo al meglio, e garantire costi di gestione accettabili, andranno fatte alcune scelte. Noi saremo felici, dai prossimi giorni, di discutere con la città la nostra proposta" - promette Rita Rossa.

Intanto domani, finalmente, ci attende un appuntamento a teatro. "Bisogna dimostrare attaccamento a questo luogo di cultura - ha concluso il sindaco - esattamente come lo si fa con i Grigi e con tanti altri simboli della città. Solamente così il Teatro potrà tornare a ricoprire il suo ruolo essenziale per la città". 

29/01/2016

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani