Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Il parcheggio del centro cottura di via Tonso? "Solo con fideiussione per il ripristino futuro ad area verde"

Una richiesta arrivata dal Movimento 5 Stelle e sostenuta da tutti i gruppi di minoranza: "ok alla realizzazione di un parcheggio (parte ad uso pubblico e parte privato) nell'area verde vicino al centro cottura su richiesta della ditta stessa, ma con garanzie per il Comune per una futura rinaturalizzazione". Ma il parere tecnico non è favorevole e nemmeno la maggioranza. La minoranza era per "il fare"....ma non così. E ha votato contro
 ALESSANDRIA - Verrà data la cessione del diritto di superficie per 40 anni dell'area verde di via Tonso alla ditta Azzurra Srl che fa parte del centro cottura che prepara i pasti per le mense scolastiche (Artana) per trasformarlo in area parcheggio? A decidere per il si è stato il Consiglio comunale dopo diversi passaggi in commissione consiliare per “approfondire” la questione, anche con un sopralluogo di dicembre scorso.

Diverse le perplessità che erano state sollevate dai consiglieri comunali, soprattutto del Movimento 5 Stelle. Ma anche dalla popolazione residente nella zona che oggi si trova un'area verde “dimenticata” che è solo fango e dove - dopo la gara vinta dalla ditta per la refezione scolastica delle scuole cittadine – c'è un gran via vai di camion e camioncini che lì ci parcheggiano. Da qui la richiesta (con tanto di progetto) da parte della ditta di “riqualificare” trasformando quello spazio in parte in parcheggio privato da utilizzare per i camioncini che trasportano i pasti (1400 mq con 33 posti circa) e in parte in parcheggio pubblico (670 mq con circa 25 stalli) più un'area destinata a verde di altri 980 metri quadri.

“Ma questa deve essere un'operazione che oltre a favorire un'azienda che opera sul territorio deve anche tutelare i diritti e i doveri di tutta la comunità” ha sostenuto l'assessore ai Lavori Pubblici, Giovanni Barosini. Che a nome dell'amministrazione comunale ha raccolto tutte le perplessità, anche dei residenti, e le ha messe “nero su bianco” in un emendamento, ovvero in una modifica al provvedimento. Si tratta di due condizioni aggiuntive, quasi due paletti per dare l'ok: “realizzare il parcheggio con materiali che consentano la permeabilità nella realizzazione degli stalli” e poi che le scelte sulle “piantumazioni” siano fatte in collaborazione e confronto con l'assessorato al verde.

Fin qui tutto ok, “non siamo pregiudizialmente contrari” hanno sostenuto dai banchi della minoranza 5 stelle. “Anche se non si può parlare di abbellimento – ha aggiunto Oria Trifoglio del Quarto Polo quando si parla di trasformare un'area verde in parcheggio”. Ma resta aperta una questione sollevata da Michelangelo Serra e condivisa da tutti i gruppi di minoranza: “se tra qualche anno l'azienda chiude, oppure si sposta? Cosa ce ne facciamo noi di quel parcheggio? Finirà per diventare un deposito di auto. Bisognerebbe riaverla con la sua originaria destinazione, ad area verde”. E quindi la condizione per cedere questo spazio dovrebbe essere condizionata alla “richiesta di una fideiussione per il ripristino ad area verde, per una sua rinaturalizzazione, qualora l'azienda se ne andasse”. Una condizione che suona un po' come una minaccia per votare il provvedimento, ma che dal consigliere Vincenzo Demarte viene anche definita come un “noi siamo per il fare, ma con garanzie per il futuro. Se invece volete andare avanti a colpi di maggioranza....”.

Ma in realtà a non essere accettata è stata proprio questa richiesta. Lo stop è arrivato a livello tecnico dal dirigente Robotti in commissione: “non è compatibile con la durata e con la modalità di cessione di diritto di superficie perchè in realtà il Comune cede ad un soggetto terzo che per 40 anni ne resta proprietario. Anche se tra 10 anni se ne andasse. E' sempre lui il proprietario”. Vero, “ma se l'azienda fallisse o venisse messa in liquidazione e quindi non esistesse più? Il diritto di superficie a chi resterebbe?” chiede Serra. Che prova anche a chiedere un rinvio della votazione del provvedimento per “modificare” e rendere accettabile la richiesta. Ma nulla da fare. L'altro “no” con la volontà a proseguire sulla strada tracciata dall'amministrazione comunale “che è tesa solo a riqualificare un'area oggi lasciata andare” arriva dai banchi della maggioranza, dal capogruppo della Lega, Evaldo Pavanello, che conferma in seduta di Consiglio l'appoggio alla maggioranza (così come il gruppo di Forza Italia): “non voto una richiesta di modifica che ha il parere contrario di un dirigente!”.

Così il provvedimento “senza garanzia fideiussoria per il futuro ripristino in area verde” passa in commissione e anche in Consiglio comunale, con le promesse dell'assessore di “vigilare” con la commissione su tutti i prossimi passaggi. Voto contrario dei gruppi di minoranza e astensione di Emanuele Locci. I dubbi maggiori erano stati espressi in commissione dal consigliere Giorgio Abonante. “Voto contro non tanto per il provvedimento in sé, ma per tutta la vicenda che non mi convince e che sembra una profezia che si auto adempie. Prima l'ampliamento del capannone dove c'è il centro cottura, poi la gara mense e la nomina da ultimo nel CdA della Fondazione Cral....(di Artana). A me non convince!”. "Non c'è niente sotto...anzi la richiesta è ferma da un anno....quasi mi vergogno" sono state le parole dell'assessore a difesa dell'operazione. 
30/01/2019

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani