Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Il bosco urbano diventa realtà: progetto finanziato dalla Compagnia di San Paolo

Il progetto prevede l’implementazione dell’area verde situata nel Giardino Botanico Comunale e la riqualificazione dell’area verde del Parco Carrà al fine di mitigare gli effetti dell'inquinamento
ALESSANDRIA - Il progetto “Think Green” del Comune di Alessandria sarà finanziato tramite il bando “Cittadino albero” della Compagnia di San Paolo. Il progetto prevede l’implementazione dell’area verde situata nel Giardino Botanico Comunale e la riqualificazione dell’area verde del Parco Carrà, già interessato dal progetto Nuove (Ri)Generazioni Urbane, promosso dall’ANCI, con finalità sociali e di salvaguardia dell’ambiente. E' prevista, infatti, la piantumazione, la pulizia e il mantenimento dell’area, nonché la realizzazione di attività educative, formative, di aggregazione sociale che promuovano l’inclusione, la socializzazione e l’interazione fra generazioni e culture diverse.

L’idea è di costruire un “bosco urbano”, inteso come uno strumento di igiene ambientale capace da una parte di mitigare gli effetti dell’inquinamento dell’aria sulla salute della popolazione attraverso la filtrazione e la ritenzione degli inquinanti e dall’altra di creare delle occasioni di confronto, di partecipazione, di informazione e di cooperazione tra i cittadini, aumentando la sensibilità verso un comportamento ambientale etico. Il bosco si fonderà sulla ricostruzione floristica naturale, armonica e storica della zona, in modo tale da arricchire il patrimonio arboreo cittadino di nuove specie ma autoctone, capaci di sostenere una didattica ecologica e richiedenti una manutenzione meno onerosa.  

"L’Amministrazione Comunale è particolarmente felice del finanziamento del progetto “Think Green”, - dichiara l'assessore ai Beni e Politiche Culturali Vittoria Oneto - che si inserisce all’interno di una rete di progetti già esistenti o in itinere con finalità legate al tema dell’ambiente e del decoro urbano, coniugandoli con le politiche rivolte ai giovani e alle famiglie. Auspichiamo che le aree verdi urbane siano apprezzate dalla cittadinanza e che si sviluppi sempre più un “pensiero verde” nella nostra città».
18/03/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Sentiero 413: sul Monte Pracaban partendo dalle Capanne di Marcarolo
Sentiero 413: sul Monte Pracaban partendo dalle Capanne di Marcarolo
Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione