Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Serie C - girone A

La Lega Pro blocca la partita "vergognosa" [AGGIORNAMENTO]

Il presidente in persona ha stoppato il match. Rossoneri con quattro Berretti e una decina di giovani U19 arrivati da lontano [AGGIORNAMENTO]
Dal momento che alcuni giocatori in 'rosa' non erano in regola con le procedure di controllo del tesseramento, il Presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli ha deciso di non far disputare la partita: "A seguito di un lungo confronto e in accordo con il Presidente Federale, è stato deciso di sospendere la gara Pro Piacenza - Alessandria per evitare che si scrivesse una vergognosa pagina del calcio italiano", hanno dichiarato dalla Lega Pro.


13:10
 Tesseramenti nuovi giocatori: la Procura Federale potrebbe non convalidare
Secondo quanto riportato poco fa dal sito SportPiacenza.it un rappresentante della Procura Federale inviato a Piacenza dalla Lega starebbe vagliando la regolarità dei 9 tesseramenti dei nuovi giocatori 'arruolati' in extremis da patron Pannella per disputare il match con l'Alessandria in programma alle 14.30. Se saranno riscontrate irregolarità e se non si dovesse raggiungere il numero minimo per scendere in campo (7 giocatori) la partita sarà annullata. Seguiranno aggiornamenti.
.................................................................................


CALCIO - "Fino a pochi giorni fa giocare questa partita sembrava surreale. Ad ogni modo dovremo avere l'atteggiamento giusto per evitare brutte figure, anche per rispetto nei confronti dei ragazzi che affronteremo. In tanti anni non mi è mai capitata una cosa del genere. Ma ripeto, chi ha da perdere siamo solamente noi" così ha esordito mister D'Agostino parlando della partita in programma domenica 20 alle 14.30 al 'Garilli' contro ciò che resta (praticamente più nulla...) del Pro Piacenza. Una partita che potrebbe rimanere in forse fino alle ultime ore a ridosso del caldio di iinzio. Al momento, ciò che si sa, è che mister Maspero avrà a disposizione quattro elementi della Berretti più una decina di ragazzi provenienti da Roma e Salerno che dovrebbero essere tesserati in extremis con contratti di “addestramento accademico”, aggirando con un triplo carpiato le regole consuete. 

Una situazione che ha ormai i controni della farsa: una squadra che non esiste più perché l'intera rosa ha abbandonato il progetto con diversi mesi di stipendio ancora da incassare, una società che non ha ancora pagato le fidejussioni per l'iscrizione al campionato in corso e che a malapena riesce a trovare i soldi per pagarsi il campo da gioco. In tutto questo una Lega Pro che sembra in totale balìa degli eventi, incapace di imporre regole e procedure rigorose nel rispetto di chi invece si impegna nel mantenere un profilo societario dignitoso. "E' da luglio che parliamo sempre delle stesse cose. Pensavo che più in basso non si potesse scendere, invece sta succedendo qualcosa di peggio. Io comunque non do la colpa al Pro Piacenza, ma a chi non sa far rispettare le regole. Speriamo che la situazione possa migliorare, per il bene di questa categoria" commenta D'Agostino.

Tornando al match (se così si può definire..), Santini sarà regolrarmente convocato, "sembrava qualcosa di più serio, invece sarà convocato. Vedremo se sarà in condizione per giocare". Tra Gemignani e Chiarello arruolabile solo Gemignani, "che farà un po' di minutaggio e si dividerà il compito con Sartore. Chiarello preferisco farlo allenare ancora qualche giorno per averlo poi mercoledì con la Pro Vercelli". Resta a casa anche Akammadu, "perché non so come si è allenato finora, e non lo conosco. Deve integrarsi ed ambientarsi. Comunque ho chiesto io alla società di prendere un giocatore di proprietà al posto di Talamo. Credo che sia un giocatore sul quale credo si possa lavorare. E' importante valorizzare e far crescere giocatori della società". La situazione degli altri degenti? "Maltese lo stiamo recuperando, nel giro di una settimana-dieci giorni sarà col gruppo. Badan sarà della partita perché il problema alla spalla è passato. Panizzi è rientrato con la Juve".

Per quanto riguarda il mercato la società è ancora alla ricerca di una punta. "Deve arrivare un giocatore che abbia motivazione ed ambizioni" afferma D'Agostino, "l'importante è che sia integro e che abbia giocato". Si cerca un attaccante di una certa stazza fisica? "Non necessariamente. Deve essere un attaccante forte che sappia proteggere palla, e non è detto che un giocatore alto e grosso lo sappia fare. Aguero è un 1 e 70 e spalle alla porta sa proteggere palla benissimo. A noi serve un elemento che anche palla a terra sappia dialogare con i compagni e tenere palla. Sono le caratteristiche giuste che cerchiamo, non la fisicità".

In attesa di possibile ulteriori sviluppi o eventuali comunicazioni ufficiali, il match rimane in programma alle 14.30 allo stadio 'Garilli'. La gara sarà diretta dal sig. Daniele Perenzoni della sezione di Rovereto.

20/01/2019
Alessandro Francini - sport@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano