Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Gli appuntamenti del fine settimana. Sabato le visite guidate al Teatro Comunale

Con “I Pochi” visite guidate e video, poi dal palco si potrà vedere la Sala grande bonificata. All'auditorium San Baudolino “Il primo collezionista”. Domenica riprende “Musicalia” con il Quartetto di Percussioni Horus Ensemble, nella casa-teatro di Ombretta Zaglio le "Fiabe fatte in casa"
ALESSANDRIA – Sabato 30 gennaio dalle 17 il Teatro Comunale riapre le porte con visite guidate in collaborazione con la scuola de I Pochi. Dalle 17 alle 19 a gruppi di massimo 50 persone si entrerà dal foyer, per attraversare sala Zandrino, sala Ferrero dove sarà proiettato un video con le immagini dei lavori di questi anni di bonifica e finire poi sul palco della sala Grande da dove sarà possibile vedere come è oggi la platea.

Alle 21.15 all'Auditorium San Baudolino in via Bonardi 3 andrà in scena Il primo collezionista, il nuovo spettacolo della Compagnia Teatro Insieme. Il testo è tratto dal romanzo di Schmitt intitolato Il bambino di Noè, ispirato alla storia vera del piccolo Joseph nascosto da Padre Pons, un sacerdote che non si è limitato a soccorrere i bambini ebrei durante la seconda guerra mondiale, ma si è preoccupato anche di preservarne la cultura, spinto dalla paura che il "diluvio" nazista riuscisse nel folle intento di cancellarne ogni traccia. Con la partecipazione straordinaria della professoressa Maria Cecilia Brovero.

Alle 15.30 al Laboratorio Anarchico PerlaNera in via Tiziano 2 sarà proiettato il film A forza di essere vento, lo sterminio nazista degli Zingari. Questo doppio Dvd (6 documentari per circa due ore e mezza di visione) vuole rendere testimonianza di quei fatti quasi sconosciuti e omaggio a un popolo che ancora è ignoto e malvisto, vittima di ignoranza, pregiudizio e persecuzione. Nei due Dvd interviste a due zingari internati ad Auschwitz-Birkenau, uno spettacolo di Moni Ovadia con i musicisti Rom rumeni Taraf da Metropulitana, un filmato dell'Opera Nomadi sul Porrajmos (la “Shoà” zingara), una serata multimediale tenutasi alla Camera del lavoro di Milano, un'illuminante intervista di Marcello Pezzetti del Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea sulla storia dello Zigeunerlager.

Domenica 31 gennaio alle 17 al Museo Etnografico C'era una volta in piazza della Gambarina, primo appuntamento della nuova stagione di Musicalia, la rassegna di concerti da camera che dal 2006 si tiene nella nostra città. Si tratta di un ciclo annuale di 13 incontri, promosso dalla Associazione culturale AdArti in collaborazione con l’Associazione Amici del Museo Etnografico, il patrocinio del Conservatorio Vivaldi, del Comune di Alessandria e il sostegno della Fondazione SociAL.
L’iniziativa è nata un decennio fa da un gruppo di docenti del conservatorio Vivaldi, che hanno ritenuto si potesse trattare di un progetto interessante tanto per la valenza culturale che per quella didattica. Protagonisti dei recital di Musicalia sono infatti principalmente professori e allievi del Conservatorio, ma anche interessanti formazioni ospiti, in una prospettiva di proficuo scambio artistico. Il pubblico, attento e sensibile, costituito non solo da alessandrini, è cresciuto nel tempo grazie alla qualità e alla varietà dell’offerta musicale. Anche per il 2016 si prevede un ciclo di 13 concerti, a cadenza mensile, con il coinvolgimento di oltre 80 esecutori. I brani previsti verranno tratti principalmente dal repertorio classico, ma si darà anche spazio a prime esecuzioni di compositori viventi, italiani e stranieri. La stagione si aprirà con il Quartetto di Percussioni Horus Ensemble, e continuerà all’insegna della varietà strumentale e stilistica, attraversando più generi musicali, dal barocco al folk al jazz.

Alle 16 alle appuntamento con le Fiabe fatte in casa. Dedicate a spettatori bambini e adulti, le fiabe della tradizione sono raccontate da Ombretta Zaglio nella sua casa teatro di via Alessandro III 30. Il principe e la Rosa, ispirata al racconto de Il Piccolo Principe, è un racconto molto poetico che affronta temi come il senso della vita e il significato dell'amore e dell'amicizia. Dopo le fiabe conversazioni, disegni, merende (prenotazione obbligatoria: posti limitati, 8 euro, per adulti e bambini dai 6 anni).


Altri appuntamenti su Al365
30/01/2016

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa